“Tutto ciò che è umano è relativo, perché tutto si fonda su un contrasto interno e tutto è fenomeno energetico. Ma l’energia presuppone necessariamente l’esistenza di un contrasto, senza il quale, non esisterebbe energia”
(C.G.Jung)

p307_0_00_01

La medicina vibrazionale è una teoria di base che si propone di spiegare come è perché agiscono alcune terapie, fondate su diversi aspetti del concetto di “energia” e utilizzate da millenni, ma i cui meccanismi erano stati ricondotti solamente a dei concetti filosofici (ad es. ying/yang, energia vitale, meridiani energetici…).

Per capire ciò che la medicina vibrazionale sostiene occorre fare una premessa.

Tutto in natura è composto di atomi, ma gli atomi non sono entità fisse, sono composti da elettroni che ruotano intorno ad un nucleo composto da protoni e neutroni, proprio come pianeti intorno al sole. Gli elettroni non possono separarsi dalle altre parti dell’atomo, poiché tutte le parti sono tenute insieme da un’energia molto forte. Materia ed energia non solo si compenetrano, ma si equivalgono, proprio come aveva ipotizzato Albert Einstein che più di 70 anni fa rese nota al pubblico la famosa equazione E=mc² con cui esprimeva la sua teoria della relatività.

La formula per esteso ci dice che “Energia= massa X velocità della luce nel vuoto²”, ed il suo significato è che tutto (inclusi i nostri corpi) è fatto di energia e che essa non si può distruggere ma può solo variare di stato, esprimendo una diversa frequenza. Questa scoperta, con la sua profonda semplicità ed universalità, ha rivoluzionato il mondo della fisica e di tante altre scienze umane, eppure è stata largamente ignorata dalla moderna medicina ufficiale, terapie psicologiche incluse.

Poiché gli atomi non sono fermi ma vibrano e oscillano con maggiore o minore intensità a seconda del moto rotatorio degli elettroni, e poiché tutto in natura è composto di atomi, ne consegue che tutto vibra. Anche l’uomo vibra. Il corpo umano infatti è composto da miliardi e miliardi di atomi, che oscillano ad una certa frequenza. Queste vibrazioni multiple creano a loro volta molteplici campi di energia.

uomo-dna1Le vibrazioni in sé non possono essere osservate, ma si possono rilevare con degli strumenti sofisticati gli effetti che queste vibrazioni producono.

Così come riportano ad esempio i principi di Medicina Tradizionale Cinese, quando nasce l’uomo ha una determinata quantità di energia da spendere, energia che man mano diminuisce. Fino ad un certo punto questa diminuzione è fisiologica, ma se scende al di sotto di una certa soglia significa che il soggetto ha poca energia, o ne hanno poca alcuni organi del suo corpo, ovvero fegato, rene, cuore.

E’ questo il momento in cui compaiono i primi sintomi, segnali che qualcosa disturba la vibrazione di base.

Le cause che abbassano la nostra vibrazione possono essere stimoli stressori esterni, ovvero una scorretta alimentazione, scarso esercizio fisico, inquinamento ambientale, oppure stimoli interni come pensieri ed emozioni negative che si fanno spazio nella nostra mente.

Il punto di vista delle terapie vibrazionali ha come fondamento l’idea che gli esseri umani sono molto più che tessuto, sangue, proteine, grassi ed acidi nucleici.

L’uomo possiede anche una dimensione spirituale, che è uno degli aspetti della propria natura profonda, aspetto che non viene insegnato nelle scuole di medicina o psicologia, e neppure viene compreso dalla maggior parte dei medici. L’elemento spirituale però deve essere tenuto in considerazione se dobbiamo veramente capire salute, malattia e crescita personale.

La fisica dei quanti e gli esperimenti della fisica delle particelle ci hanno mostrato che, a livello delle particelle stesse, tutta la materia è realmente energia. Sappiamo quindi a questo punto che materia ed energia sono due diverse manifestazioni della stessa sostanza primaria di cui è fatta ogni cosa dell’universo, compresi i nostri corpi, dal corpo fisico, al corpo più sottile.

Quando perciò utilizziamo il termine “vibrazione”, stiamo usando un sinonimo di “frequenza”; energia a frequenza diversa significa energia ad un diverso ritmo vibratorio. L’energia che vibra ad una frequenza molto bassa è definita materia fisica, mentre la materia sottile vibra a velocità superiore a quella della luce. Entrambe sono reali, quella sottile ha solamente un ritmo vibratorio più veloce.

Se siamo dunque esseri fatti di energia, ne segue che possiamo essere influenzati dall’energia, e per agire terapeuticamente sui nostri corpi sottili, dobbiamo somministrare energia che vibra con frequenze che vanno oltre il piano fisico. Una terapia intesa in questo senso è in grado di interagire non solo con i livelli fisico ed eterico, ma anche con i livelli più alti; se il nostro corpo fisico è soltanto energia, è facile comprendere come la nostra coscienza, costituita da tutto quello che possiamo sperimentare nella sfera fisica, emozionale, mentale e spirituale, di fatto sia energia.

E’ facile inoltre capire come la nostra coscienza, che è essa stessa energia, sia connessa con ogni cellula del nostro corpo. Quindi, ogni nostra parte sa quando facciamo qualcosa che è bene per noi, oppure no, e reagisce di conseguenza; a livello energetico una tensione o uno squilibrio nella nostra energia si trasmetterà nel corpo fisico manifestandosi sotto forma di una determinata patologia. E’ possibile dunque sostenere che ciascun sintomo è il risultato di un’energia bloccata; quando sblocchiamo l’energia, prendendo decisioni diverse o partecipando ad una guarigione, riequilibriamo l’energia, e il sintomo può scomparire.

Tutto l’essere umano è un emettitore/ricettore d’energia, capace d’emettere e di captare delle onde. Le onde emesse dal corpo formano attorno al corpo dei “campi”. Questi campi sono ciò che i fisici chiamano “delle onde stazionarie”.

separatore_grigio

Il DNA una vera rice-trasmittente

p307_0_00_03….La dinamica ” biologica della vita” non può, infatti, esaurirsi in una mera sequela di reazioni molecolari biochimiche, ma soggiace anche a più complessi e superiori sistemi di mantenimento dell’equilibrio e dell’armonia funzionale che sono dotati di capacità di trasmissione e ricezione ed interazione in tempo reale a tutti i livelli attraverso “informazioni” che svolgono un programma codificato nel DNA. Il DNA diventa, quindi, una vera rice-trasmittente cui arrivano informazioni che vengono verificate, elaborate e restituite all’organismo, insomma una sorta di computer molto sofisticato in cui la “memoria centrale” geneticamente trasmessa è al tempo stesso ilì “programma” che sarà seguito per I’intera vita.
Le cellule, quindi, sono singolarmente anche dei “ripetitori di informazioni” in grado di riceverle, trasmetterle, elaborarle secondo un programma ben definito. Le informazioni “viaggiano” attraverso onde elettromagnetiche che hanno un andamento armonico ed ondulatorio solo in condizioni di benessere e di equilibrio. Delle onde elettromagnetiche molto hanno scoperto gli studiosi della prima metà del XX secolo …Grazie alle successive conoscenze di fisica nucleare si sono individuate le onde elettromagnetiche cosiddette”ultrafini” a bassissima frequenza responsabili dei sistemi di controllo e di comunicazione dell’organismo che sono alla base della vita.

Le interazioni elettromagnetiche dell’organismo sono quindi l’elemento nuovo alla base del concetto di malattia; tale concetto è ben conosciuto nelle medicine orientali….

…A questo punto, l’esempio della malattia influenzale è totalmente rivisitato come segue: il virus è anch’esso un emittente di informazioni elettromagnetiche che interagiscono con quelle dell’organismo, dando esito ad una sorta di interferenza con conseguenti reazioni di tipo “disarmonico”; a tale situazione I’organismo risponde mettendo in atto tutta una serie di “informazioni” di reazione che cercano di riportare in equilibrio il sistema: reazione immunologica, reazioni bioumorali e cellulari, attivazione di tutti gli organi, apparati e sistemi preposti a ristabilire lo stato di salute.

La terapia dunque, non più solo chimica-farmacologica, grazie ai nuovi concetti bioenergetici, acquisisce nuovi elementi utili affinché le “informazioni” del sistema possano riprendere un loro flusso armonico. La malattia quindi, rappresenta il risultato di una serie di squilibri prima sul piano biolelettrico, poi, dove l’organismo non riesce ad equilibrarsi, si verifica una stabilizzazione dell’alterazione omeostatica anche a livello biochimico ed organico; con la successiva progressione della malattia si avranno da parte dell’organismo continui tentativi di correzione… se l’equilibrio, tuttavia non viene ristabilito, la malattia evolve verso la “cronicità” e può persistere in tale stato…

…Proprio da ciò nasce l’esigenza che ho avvertito da molti anni di definire questo nuovo modo di affrontare il problema diagnostico e terapeutico della medicina come “poliedrico”, in sintonia con le molte sfaccettature e angolazioni che offre questa figura geometrica, in cui ogni parte è utile ma solo se vista nel suo insieme.

Essere pertanto poliedrici significa utilizzare tutto ciò che le conoscenze, ortodosse e non, mettono a disposizione senza creare confini condizionanti di cultura e di appartenenza accademica, il tutto integrato in un unico sistema diagnosi-terapeutico per l’appunto “poliedrico”.

dott Vincenzo Venuto.
Tratto dal libro
VALENTINA IVANA CHIARAPPA La tecnologia delle biofrequenze Anima Edizioni 2011 p 21-24

separatore_grigio

Il Metodo ACMOS

Il Metodo ACMOS, con l’aiuto di apparecchi scientifici, permette di misurare questa emissione di onde e quindi questi campi. Se questi campi sono perfettamente simmetrici il nostro corpo è in grado di gestire stress e aggressioni della vita corrente.

Analisi di Compatibilità della Materia sull’Organismo e loro Sinergia

p307_0_00_04

Un ponte tra la Medicina Tradizionale Cinese e le
più recenti scoperte scientifiche

Già nell’antico Egitto le onde di vita erano evocate sul frontone dei templi: “Nulla è inerte, tutto è vibrazione, tutto vibra!” Noi oggi sappiamo che tutti i meccanismi della vita sono gestiti dalle onde elettromagnetiche. L’evoluzione dela specie stessa rivela tali meccanismi.

Storicamente tutte le scuole di medicina del passato compresa l’Ayurvedica, la Cinese, la nostra scuola d’ Ippocrate, hanno considerato l’energia individuale e l’ambiente come i più importanti fattori determinanti la salute dell’essere umano.

Gli antichi lo sapevano oppure no?
Le onde elettromagnetiche sono onde immateriali: non hanno bisogno di un supporto di materia per propagarsi come per esempio le onde sonore che si propagano grazie ad uno schoc delle molecole d’aria. Nel momento in cui si provoca un movimento di elettroni in un conduttore, si provoca un campo elettrico centrifugo. Sul piano fisico, si genera, in prossimità di questo conduttore, un campo magnetico centripeto. La componente di un campo elettrico e di un campo magnetico dà come risultato un campo elettromagnetico. Questo campo si propaga, anima l’universo che lo circonda e agisce su ogni essere energetico.

Per esprimere questo fenomeno i fisici e i matematici si sono dati da fare per esprimere con una serie di equazioni, partendo dai dati fondamentali come la lunghezza d’onda, la velocità di propagazione, il periodo, cioè il tempo che ci mette il fenomeno per compiere un ciclo completo e ritornare alle sue condizioni di partenza e la frequenza che rappresenta il numero dei cicli completi al secondo.

Queste spiegazioni riguardano l’onda centrifuga che si propaga nell’universo e governa la materia. E’ l’energia Yang dei Cinesi.

Nel concetto Acmos, un senso molto più forte è dato alla forza interiore di essenza sovrasensibile, che connette l’essere, attraverso la sua interiorità alla forza universale che non è governata nè dal tempo nè dallo spazio. La polarità interiore è regolarmente verificata nel quadro del protocollo Acmos perché essa condiziona la qualità delle risorse energetiche dell’ essere. E’ questa la vera energia Yin della tradizione cinese.

Nel 1900 Max Planck con la sua meccanica dei quanti, Albert Einstein con la sua teoria della relatività e molti altri fisici, includendo Heisenberg, Weizsacker e Hein, grazie ad anni di ricerche, hanno confermato che materia ed energia sono inseparabili ed esse non possono esistere l’una senza l’altra.

La materia è una manifestazione dell’energia e tutti i processi vitali dell’organismo vivente sono influenzati e controllati dalle forze elettromagnetiche.

Il fisico italiano Prof. Carlo Rubbia, che ha ottenuto nel 1984 il premio nobel per la fisica, mette in risalto che la materia rappresenta soltanto una piccola percentuale dell’universo e che i fenomeni d’ interazione energetica e di risonanza che controllano la materia, sono di gran lunga più importanti.

Le ulteriori ricerche in biologia ci rivelano che tutte le cellule dell’organismo vivente comunicano le une con le altre e hanno l’abilità di immagazzina ed emettere particelle di luce che sono chiamate fotoni.

Molti altri ricercatori di questo secolo hanno inoltre dimostrato che la vita cellulare emette campi elettromagnetici; questo dimostrerebbe quindi che tutti i fenomeni presenti sul pianeta (sia naturali che artificiali) possano influenzare la vita e la comunicazione cellulare del nostro organismo.

Le ulteriori ricerche della medicina complementare europea hanno generato molto interesse per i metodi di terapia di bio risonanza includendo il Voll, il Vega, la Mora, Biocom, e altri.

Nelle tecniche Acmos, questi concetti che in passato erano considerati filosofici, trovano la loro espressione nelle misure scientifiche verificabili e riproducibili.
Il sistema ACMOS fa parte del più avanzato e autentico sistema medico di questo secolo.
Il metodo combina la saggezza della Medicina Tradizionale Cinese con le più recenti scoperte della moderna biologia molecolare.

p307_0_00_05

NASCITA DEL METODO ACMOS
La dimensione energetica dell’uomo si rivela essere l’elemento essenziale del suo equilibrio nel suo corpo, nel suo spirito e nel suo ambiente. L’esperienza ha confermato che questa sarebbe un fattore indispensabile affinché le medicine e i trattamenti di qualsiasi genere possano raggiungere il loro bersaglio avendo un effetto duraturo. La scienza è ora perfettamente capace di rispondere a tutti gli interrogativi sulla dimensione energetica dell’essere grazie ai lavori di ricerca, di misura e di conferma di Réné Naccachian, ingegnere, ricercatore in biofisica e in bioenergetica, Dottore in medicina energetica e in scienza e in biologia molecolare.

CAMMINO, PARTENZA
p307_0_00_06Tutto è iniziato più di 30 anni or sono a causa di un incidente che doveva, alla fine immobilizzare una delle ginocchia di Réné Naccachian. Accanito giocatore di tennis, era per lui un handicap serio.

Curato da uno specialista cinese che migliorò considerevolmente lo stato del suo ginocchio, permettendogli di continuare i suoi tornei di tennis e di classificarsi intuì che se c’è un risultato, ne avrebbe avuto sicuramente conferma dalle analisi biologiche e dalle misure scientifiche.

Quindi, sarebbe stato sufficiente mettere a punto dei processi e dei metodi per misurare e gestire la circolazione dell’energia che i cinesi chiamano “QI”.

Così è nato il Metodo Acmos o “Analisi di Compatibilità delle Materie sull’Organismo e la loro Sinergia”.

IL CENTRO DI RICERCA SBJ INTERNATIONAL di Parigi Centro di Ricerca Tecnica e Scientifica specializzato nello studio della dimensione energetica dell’uomo.
A partire da questo avvenimento, appassionato dal soggetto, Réné Naccachian si interessa di tutto ciò che può spiegare e oggettivare, da vicino o da lontano, l’aspetto energetico dell’uomo. In un primo tempo, deve riunire i lavori effettuati sul soggetto da eminenti ricercatori e specialisti, di cui alcuni documenti furono riportati dai gesuiti nel XIX secolo e raccolti nella Biblioteca Nazionale, grande depositaria della Filosofia Taoista e della Medicina Tradizionale Cinese. Nella sua fase iniziale, la ricerca è consistita nel confermare l’effetto dei punti dell’agopuntura su soggetti vivi fuori dalla Cina e più in particolare nei paesi occidentali.

Due constatazioni s’imposero:

  • Gli stessi punti non hanno gli stessi effetti su soggetti di natura e di cultura diverse che vivono sotto latitudini diverse e sottoposti a tensioni cosmotelluriche precise. Ecco perché l’efficacia di ogni punto è stata verificata, come anche l’insieme di quelli che dovrebbero trattare tale o tale altro disturbo. Alcune proposte tradizionali cinesi sono state scartate quando il Metodo Acmos non ha confermato la loro coerenza universale.
  • L’organismo ristabilisce il suo equilibrio in permanenza gestendo la circolazione dei suoi circuiti attraverso il blocco, lo scambio, il rallentamento e accelerazione delle correnti energetiche e questo per azione sui punti di agopuntura o fusibili. È dunque molto importante non interferire sui fusibili che il corpo disattiva intenzionalmente per gestire il suo equilibrio. Per contro, c’è modo di ristabilire la funzione dei fusibili che il corpo non riesce più a gestire per “incapacità”

 

I CAMPI ENERGETICI UMANI
598943_470686889651332_1250516569_nL’essere umano è un’entità energetica. Quindi riceve ed emette onde vibratorie che generano campi elettromagnetici e termici secondo le leggi della fisica.

Attualmente tre di questi campi sono identificabili e misurabili scientificamente col Metodo Acmos. Essi sono il riflesso della circolazione energetica a diversi livelli del nostro organismo: difese, terreno, ereditarietà e vitalità.

Ogni disarmonia, ogni blocco energetico interiore si traduce con uno spostamento dei campi a diversi livelli:

Il campo di superficie o sintomatico, il più vicino al corpo, riflette i problemi di superficie e di capacità di difesa del presente spesso provocati da disordini di fondo.

Il campo profondo oggettiva i problemi di base, la cronicità, provocata dall’ereditarietà e/o l’acquisito, ciò che il Metodo Acmos preciserà. Si esprime attraverso uno squilibrio di superficie.

Il campo vitale chiamato anche campo vibratorio esprime la qualità dell’irraggiamento vitale dell’Essere. Questa vitalità perfetta nella sua definizione originale subirà dei fattori riduttori dovuti da una parte, al suo innato, integrando tutti gli elementi che hanno presieduto alla sua ereditarietà parentale, cromosomica, genetica e anche atavica, d’altra parte, al suo vissuto, integrando tutti gli choc psichici, fisici e dell’ambiente acquisiti durante tutta la sua vita dal suo concepimento in poi.

Il corpo è attraversato da fasci vibratori che irrigano con l’energia vitale tutte le cellule e le sue parti chimiche, fisiche e mentali. Dal suo concepimento, il corpo assicura il suo equilibrio con grande intelligenza ristabilendo la sua simmetria energetica a tutti i livelli con l’interruzione, il rallentamento o l’accelerazione delle sue correnti energetiche.

Non appena l’organismo ha perso troppi riferimenti e non arriva più a gestire il suo equilibrio, la simmetria è disorganizzata e uno spostamento è identificato dal Metodo Acmos a tale o tale livello. Il disordine allora s’installa provocando disfunzioni, degenerazioni, deperimenti e incapacità di trattenere e fissare gli elementi nutritivi apportati sotto diverse forme.

Il protocollo Acmos vieterà l’applicazione di una regolazione superficiale o sintomatica tramite il trattamento e la medicazione allopatica o omeopatica fino a che l’origine del disordine rilevato dal Metodo Acmos nel profondo dell’organismo non sarà stato identificato e organizzato. Spesso il corpo rifiuterà di fissare dei minerali e qualsiasi elemento nutritivo identificato con le analisi mediche classiche poiché questi elementi aggravano il disordine profondo. Non appena l’organismo è equilibrato nel suo profondo secondo il protocollo Acmos, gli elementi nutritivi saranno allora accettati dall’organismo e le analisi confermeranno il ristabilimento della normalità in superficie.

IL CANALE COSMOTELLURICO E I CIRCUITI DELL’ENERGIA

99_00_07Per un buon equilibrio globale, il corpo deve essere in comunicazione con l’energia che lo circonda che sia cosmica o tellurica.

Questa relazione o polarità crea una dinamica che ottimizza la rigenerazione cellulare e permette all’energia vitale d’irraggiare in tutto il corpo attraverso i circuiti energetici (i meridiani della tradizione).

Se c’è un’aggressione fisica o psichica, precisa o prolungata, il corpo si protegge disattivando dei fusibili che corrispondono a dei punti di agopuntura catalogati dal Metodo Acmos.

Il blocco energetico è dovuto all’incapacità del corpo ad auto-organizzarsi ed a poter rimuovere i blocchi che ha creato lui stesso per potersi gestire.

Le tossine cellulari non vengono espulse abbastanza velocemente per cui si raggruppano e costituiscono dei tappi. Se nella perturbazione non viene regolata l’energia, essa evolverà verso l’organico e il lesionale.

Si deve constatare che il corpo si situa, nella sua concezione, in avanti su tutto ciò che può esistere come intelligenza pura. Possiede tutti i mezzi di autodifesa, talvolta privilegiando il fondo a danno della superficie.

Il protocollo di ricerca della SBJ consiste prima di tutto nel comprendere e spiegare con le scoperte della biologia molecolare, la biofisica e la biochimica, i meccanismi della circolazione dell’energia vitale della tradizione orientale.

Il tutto è oggettivato dai mezzi più sofisticati della tecnologia moderna.

separatore_bianco

IL CRITERIO DELLE “3P”
Il Metodo Acmos del test dell’equilibrio energetico e di Analisi della Compatibilità, riposa sul criterio delle 3P:

Personalizzazione – Prevenzione – Potenzializzazione

  • Personalizzazione: se il test Acmos indica una perturbazione del campo profondo (più del 70% dei disordini) nessun caso è identico. Bisogna ricercare le cause personali profonde, che esse siano di ordine ereditario o acquisito. L’equilibrio è nello stesso tempo personale e globale. Il problema apparente spesso non è chela manifestazione di un disordine più profondo che bisogna identificare e risolvere, la superficie rivelatrice ristabilirà molto spesso la sua qualità senza intervento al suo livello. La capacità del corpo di auto-gestire è ristabilita, questo è uno degli obbiettivi del Metodo Acmos.
  • Prevenzione: la bioenergetica Acmos permette di apprendere e determinare rapidamente se il disordine constatato è di tipo energetico, psichico, psicosomatico o già organico. Se l’equilibrio non tiene nel tempo, si tratta spesso di un problema organico installato: la medicina specializzata è immediatamente in allarme e questo, spesso ad uno stadio molto più precoce dei metodi classici, permettendo così di agire efficacemente e in un modo non aggressivo. Ognuno dei protagonisti troverà così il suo interesse: il paziente, il medico e la Salute Pubblica, che eviteranno una medicina ospedaliera e medica pesante, lunga e traumatica.
  • Potenzializzazione: quando un trattamento medico classico non arriva a risolvere un problema organico o lesionante, o lo sposta ad un’altra regione, come è spesso il caso quando l’origine del disordine non viene identificata, ciò indica uno squilibrio energetico e/o una incompatibilità delle medicine. Bisogna allora ristabilire l’equilibrio energetico e assicurare la compatibilità delle medicine personalizzata per arrivare a potenziare il trattamento e raggiungere così più rapidamente e con infinitamente meno medicine un risultato efficace e duraturo.

 

LA DIAGNOSTICA – UNA NUOVA STRATEGIA

I sintomi di una malattia, dunque le sue manifestazioni esterne, costituiscono spesso una fascia d’informazioni che attira l’attenzione su uno squliibrio che forse è più profondo. Spesso, questo è cominciato con un semplice problema energetico di superficie che non è stato identificato in tempo. Esso ha, in un primo tempo, disturbato gli elementi che sono i punti deboli della persona.

Ognuno ha i suoi e sono queste zone deficienti che cederanno per prime e scateneranno l’allarme psicologico. Ma non bisogna fermarsi a questa manifestazione di superficie e camuffarla con un trattamento sintomatico. L’importante è di ricercare se questa non sia il segnale, al secondo grado, di un problema più profondo.

Per esempio, un dolore ad una spalla potrebbe essere solo un dolore a una spalla; potrebbe essere anche la manifestazione di un problema d’intestino che fa apparire il suo squilibrio! Ci può essere anche in questo dolore di palla l’indicazione di un problema al terzo grado: l’ereditarietà potrebbe essere all’origine di questa debolezza intestinale che si riflette nella spalla e provoca il dolore! Se si tratta solo il problema di superficie, si andrà ad alleviare il dolore in quel punto, oppure a crearne un altro, o ad avere sulla spalla solo un’azione di sollievo provvisorio, episodico, che finirà per diventare cronico. L’interesse del Metodo Acmos è quello di decelerare l’origine dell’allarme in questione fino alle sue cause e questo già dai primi bilanci.

IL BILANCIO ENERGETICO ACMOS

Si tratta di un metodo di diagnosi basato sulla misura bioelettrica dei punti terminali dei circuiti energetici, chiamati punti Ting in medicina cinese. Esso presenta una semplificazione del metodo del fisico tedesco Völl che è molto usato in Germania poiché il 15% dei medici e dentisti lo usano. Una delle utilizzazioni pratiche e sempre più appressate del Metodo Acmos è l’analisi di compatibilità delle medicine su ogni organo.

p89765400_08Principio del procedimento del test energetico SBJ

Lo stato globale degli organi interni e delle funzioni metaboliche, risuona attraverso circuiti specifici chiamati meridiani in medicina cinese e circuiti energetici nel Metodo Acmos. Questi circuiti provocano modifiche elettro-fisiche di alcuni punti precisi e costanti a livello della pelle.

Questi sono i punti dell’agopuntura, chiamati punti energetici nel Metodo Acmos che li utilizza per uno scopo originale e specifico: per ricentrare i campi energetici. Il concetto stesso di ognuno di questi punti prende una dimensione nuova con il metodo: l’emissione di un messaggio ben definito di risonanza vibratoria proprio ad ogni punto, è utilizzato per raggiungere e risolvere un blocco.

Il Metodo Acmos si interessa particolarmente dello spostamento dei campi energetici in rapporto all’asse del corpo, misurati con l’antenna di Lecher.

Questi spostamenti riflettono squilibri della circolazione energetica a diverse profondità provocando asimmetrie energetiche. Gli spostamenti saranno interpretati in modo preciso col Metodo Acmos. Una persona in buona salute fisica e mentale ha i suoi campi perfettamente concentrici. Ogni spostamento indica uno o più blocchi della circolazione energetica che bisogna identificare e localizzare per tentare di risolvere.

Questa localizzazione è effettuata dal Metodo Acmos col test energetico basato sulla variazione bioelettrica dei punti energetici situati alle estremità dei circuiti, in prossimità di alcune unghie delle mani e dei piedi (i punti Ting cinesi). Ogni variazione in rapporto alla media generale è il riflesso di uno stato di squilibrio dell’organo o del sistema metabolico irrigato dal circuito che lo riguarda. La struttura energetica dell’organismo può essere compresa come un sistema di irrigazione dell’energia vitale, di tutti gli organi e funzioni che gli permettono di potenziare tutti gli apporti nutritivi.

La regolazione energetica si proietta in una rete stabile a livello della pelle, sulla quale si possono trovare dei punti precisi, che permettono non solamente di agire su questo sistema, ma anche di ricevere e d’interpretare le informazioni di questo sistema con l’aiuto del Tester Energetico SBJ. Quando l’organo è sottoposto ad un processo infiammatorio, l’eccitazione fisiologica si traduce con una resistenza minima dell’organo in risposta alla corrente emessa: lascia passare più elettricità e l’ago indica un valore più elevato della media generale. Al contrario, quando l’organo è la sede di un processo di sclerosi, si produce un aumento della resistenza: passa meno elettricità e l’ago indicherà un valore inferiore alla misura generale degli altri punti.

Che cosa misuriamo?

3Le ricerche della biofisica e della bioenergia medica, soprattutto effettuate in Giappone e in U.R.S.S. e sviluppate dal Centro di Ricerca SBJ Internazionale, integrano le più recenti scoperte scientifiche, confermando l’esistenza di una corrente energetica che circola nei meridiani, o circuiti e che collega l’essere al suo circondario cosmotellurico.

Si può spiegare più oggettivamente il fenomeno misurato col test SBJ riferendosi ai lavori del Centro di Ricerca SBJ e a quelli di eminenti ricercatori come Kirlian, Darras, Mussard, Lentuejoul e altri. In ognuna delle nostre cellule si producono numerose reazioni biochimiche. Ma tutte queste reazioni cellulari producono o consumano energia, comportandosi ogni cellula come una piccola pila.

L’elettrocardiogramma (ECG) e l’elettroencefalogramma (EEG) sono il riflesso diretto di un’attività cellulare energetica ed elettrica prodotta dai tessuti in attività biologica. La tecnologia degli scanner e degli apparecchi a risonanza magnetica nucleare (RMN) è basata sull’esistenza dei campi elettromagnetici del corpo.

Il Metodo Acmos non fa che utilizzare in maniera ancora più profonda questi campi energetici umani per misurare, stimolare analizzare e controllare l’energia vitale che deve irrigare tutti gli organi, le funzioni e le cellule dell’organismo umano.

IL TEST DELLE MEDICINE

Il test delle medicine è parte integrante del Metodo Acmos. Nel momento in cui si mette nella mano del paziente, o nel circuito di misura, la o le medicine allopatiche, omeopatiche o naturali che possono ristabilire il suo stato di salute, si ottiene una variazione della resistenza della pelle che va verso una normalizzazione. L’ago che indicava uno squilibrio tende verso la media energetica personale.

Tutto accade come se l’energia elettromagnetica della medicina equilibrasse momentaneamente, ma istantaneamente, il disordine biologico dell’organo disturbato. Affinché l’ago si piazzi sulla posizione d’equilibrio personale, è necessario che il rimedio indicato sia piazzato nel circuito nella dose o nella diluizione appropriata. La sezione e il dosaggio sono stabiliti dal Metodo Acmos che controlla anche, ed è di una importanza capitale, la loro durata di efficacia nel tempo (un rimedio aggredisce non appena abbia terminato il suo effetto terapeutico).

L’APPROCCIO ACMOS ALLE PATOLOGIE CRONICHE

Il Metodo permette un approccio al paziente e alla patologia che esprime, in accordo con i dati più recenti della biologia moderna esposti nei seguenti estratti. Diventa sempre più chiaro che una disfunzione cronica, anche se banale (artrosi, reumatismo…) o più grave (connettiva, patologia dei nervi, patologia autoimmunitaria, patologia degenerativa) s’installa secondo una schema conosciuto. Il tipo di disfunzione dipende in gran parte dalla predeterminazione che costituisce il codice genetico e dalla programmazione propria dall’individuo. Corrisponde ad un insieme di predisposizioni patologiche e genetiche portate da ogni individuo che, secondo il caso di ognuno, non si esprimerà mai o si esprimerà presto o tardi nella sua vita.

L’evoluzione più o meno rapida verso una patologia dipende in gran parte dall’integrità del sistema di protezione e di controllo dell’organismo: il sistema immunitario. Questo subirà, in funzione del comportamento dell’individuo, della sua biografia, le aggressioni che, poco a poco, nel corso degli anni attenteranno alla sua integrità, fino al momento in cui, sommate le diverse aggressioni, le risposte di questo sistema saranno sbagliate e una patologia potrà apparire.

Le aggressioni del sistema immunitario sono numerose, le più importanti sono:

  • i focolai di infezioni croniche persistenti (focolai dentari, focolai O.R.L., focolai dell’amigdala, mastoidei, genitali, coliche, colecisti e appendiciti croniche…)
  • l’accumulo di tossici diversi (tossine medicamentose, coloranti, inquinanti, conservanti, pesticidi, metalli pesanti…) che si fissano soprattutto sui plessi e contribuiscono a sregolare il sistema neurovegetativo.
  • le malattie infettive e soprattutto virali, le vaccinazioni non necessarie con vaccini virali attenuati.
  • l’alimentazione sbagliata povera in acidi grassi insaturi e troppo ricca in proteine animali e un cattivo igiene intestinale, una costipazione cronica.
  • lo stress professionale, i conflitti affettivi non formulati, colpevolizzati, dispiaceri, lutto…

p307_0_00_011

separatore_biancoL’insieme di queste aggressioni agisce in modo cumulativo, sommandosi. Il corpo andrà a disgiungere dei punti fusibili vulnerabili identificati dal Metodo Acmos e che proteggono l’organo o la funzione a monte. Un nuovo episodio sopraggiunge e si aggiunge alla somma di quelli già esistenti. Il corpo allora non arriva più a riorganizzarsi.

Grazie al Metodo Acmos che misura i campi e i circuiti energetici, è possibile determinare gli spostamenti dei campi energetici dell’organismo. Questi sono dovuti a blocchi della circolazione energetica creando, nell’organismo, un’asimmetria energetica e quindi uno spostamento della concentricità dei campi.

L’insieme di questi trattamenti costituisce la messa in equilibrio globale dell’energia vitale. Essa ha come effetto di “liberare” l’organismo e di ridurre alcune cause di sregolatezze immunitarie, organiche e fisiche alle quali il medico può avere accesso grazie al nostro Metodo che è semplice e si adatta alle necessità di ognuno.

L’EQUILIBRIO ENERGETICO GLOBALE

p307_0_00_012Questo equilibrio si ottiene con la stimolazione dei punti energetici che agisce sui circuiti perturbati grazie ad un apparecchio chiamato Acmodermil.
I blocchi sono allora eliminati momentaneamente o definitivamente secondo il loro livello: i campi vengono riallineati e la medicazione adattata ha lo scopo di mantenere questo equilibrio globale.

Il secondo vantaggio, non meno importante, del Metodo è che permette di testare le terapie proposte al paziente sia che esse siano allopatiche, omeopatiche, fitoterapiche, ecc.

Nel corso delle consultazioni successive, il praticante si dedicherà all’investigazione sistematica dei diversi “strati” o campi energetici: termici, magnetici, elettrici e linfatici e ad ogni consultazione si orienterà più particolarmente verso la regolazione tramite la stimolazione dei circuiti bloccati e la medicazione evolverà verso uno stato di equilibrio.

L’approccio Acmos, permette una sistematica, che definisce un quadro relativamente strutturato e nel quale è possibile adattarsi alle necessità di ogni caso. Essa permette anche di utilizzare un piccolo numero di rimedi ben mirati dopo ogni esame. Infine è progressiva e dolce, evitando così le crisi di eliminazione e gli aggravamenti provocati dalla mobilitazione di una carica tossica toppo importante.

Il corpo è giornalmente confrontato con un accumulo di problemi interni e esterni che deve gestire, sia rinforzando i suoi mezzi immunitari, sia interrompendo certi circuiti energetici agenti di comunicazione, ma anche di possibile contaminazione. Dopo ogni allarme, un corpo sano ritrova i suoi riferimenti e ristabilisce da solo le sue coerenze di vitalizzazione energetica, base della vita organica. Ma, se un sovraccarico di aggressioni esterne e interne obbligano l’organismo a rallentare o interrompere troppi circuiti energetici, supera la sua capacità di ristabilire la normalità vitale. Diversi segnali vibratori di richiesta d’assistenza sono identificati con le tecniche Acmos che ristabiliscono la coerenza energetica affinchè il corpo ritrovi progressivamente i suoi riferimenti essenziali e la sua propria capacità all’organizzazione e alla difesa.

Il benessere dell’essere umano è in funzione dei suoi mezzi per far fronte alla coniugazione delle perturbazioni interne e esterne inerenti al suo innato e al suo acquisito, al suo ambiente e alla sua situazione di vita. Nulla può trarre una definizione precisa dei problemi vissuti dal soggetto che non il soggetto stesso. La Bioenergetica Acmos permette una tale impresa e la medicina dell’avvenire proverà sempre di più l’importanza della sua portata sul benessere dell’uomo.

separatore_bianco

p307_0_00_014separatore_bianco

L’originalità del Metodo Acmos sta nello stabilire una diagnostica a partire dalla misura dei campi e circuiti energetici permettendo così un’azione diretta sulla “causa” e non sulla manifestazione del disturbo.

L’UTILIZZO DEI RIMEDI NATURALI

L’esperienza dimostra che l’organismo risponde più favorevolmente ad un’informazione utilizzando sostanze biologiche naturali che hanno subito le minori trasformazioni chimiche. Queste sostanze devono essere preparate per trasformare la sostanza grezza come ce l’ha data la natura, in un prodotto vibratorio avente un’azione armonizzante. Questa preparazione corrisponde ad un processo che trasforma la sostanza dal suo stato iniziale ad uno stato più sottile che la rende capace di dare l’informazione che la caratterizza e che manca nell’organismo in punti precisi che il Metodo Acmos ha identificato.

Tra i prodotti del test e della regolazione armonica utilizzati per la messa in opera del Metodo Acmos, citiamo i seguenti:

  • Oli essenziali per identificare e regolare le perturbazioni profonde.
  • Minerali e Oligo-Elementi per identificare e regolare le perturbazioni di base.
  • Omeopatia per identificare e regolare i problemi ormonali, fisici, ecc.
  • Fitoterapia per identificare e regolare i problemi sintomatici di superficie.
  • Filtri di cromoterapia per rinforzare le difese immunitarie e dell’ambiente.

La gamma dei regolatori Acmos è concepita per risuonare ad un livello vibratorio elevato, controllato dal metodo Acmos. Permette così d’indurre con il ristabilimento armonico una modifica del comportamento errato dell’organismo sia biologico che psichico, proponendo un modello di processo correttore riconoscibile dallo stesso.

L’acqua “memorizza” e restituisce le frequenze perdute dall’organismo.

La tendenza emanante delle strutture dissipative consiste nel concepire un’energia capace di delocalizzarsi, ovvero, capace di cambiare luogo, di trasportarsi in diversi luoghi, di agire a distanza.

Acmodinamizzazione
E’ il principio dell’Acmodinamizzazione che permette di ripristinare una connessione energetica mancante e di confermare questa restituzione tramite la normalizzazione del potenziale energetico di un circuito innanzitutto in deficit.

ABC (Acmos Brain Connector)
Il principio dei fluidi quantici Acmos e in particolare la gamma degli ABC (Acmos Brain Connector), è basato sulla memorizzazione nei fluidi dei micro-elementi, con i mezzi della fisica quantica, di tutte le frequenze di coerenza che collegano il cervello a tutte le parti del corpo. Quando il senso della comunicazione è centripeto l’ABC è indicato come “Maggiore” e connette il cervello a degli incroci energetici “persi”. Quando il senso dell’organizzazione è centrifugo, l’ABC è chiamato “minore” e connette il cervello all’energia sintomatica con dei risultati molto più “materiali”.

La stimolazione permette infine di riattivare i comandi bloccati, (o punti d’agopuntura) sia con lo stimolatore dei circuiti energetici centripeti e centrifughi: l’ACMODERMIL, sia con lo stimolatore di luce QUANTACMOS, che riattiva i punti bloccati.

Infine questa pratica è soddisfacente e gratificante per il medico che può realmente “scorticare” il suo paziente e comprendere i meccanismi psicosomatici e/o fisiopatologici che l’hanno portato ad entrare in un processo patologico, qualunque esso sia, e seguire da vicino la sua evoluzione verso uno stato di equilibrio globale e di essere meglio confermato dalle analisi biologiche e radiologiche.

POLARITA’ INTERIORE E TRATTAMENTO A DISTANZA

p307_0_00_015Sono due dei più importanti capitoli del Metodo Acmos ma che in realtà non sono che uno solo, poiché il trattamento a distanza Acmos, perfettamente controllabile e misurabile, è tributario della connessione della polarità interiore del soggetto e del suo Bioenergetico.

Ancora qualche anno fa questi soggetti erano tabù e non potevano essere abbordati senza creare emozione e critiche.

Ad un epoca non così lontana, l’arsenale di misura Acmos non era all’altezza del soggetto. Senza prove e misure, non era il caso di garantire una “comunicazione a distanza” conosciuta e praticata da secoli da illuminati ed alti druidi che venivano qualificati come sconsiderati e squilibrati.

La dimostrazione della realtà della comunicazione e la regolazione a distanza ha potuto essere realizzata con tecniche di misurazione rigorose dei circuiti e dei campi energetici prima e dopo l’equilibrio a distanza.

Questo grazie a degli apparecchi sempre più perfezionati, che il Centro di Ricerca SBJ INTERNATIONAL ha messo a punto e sviluppato. Questi apparecchi devono coniugare più qualità per misurare senza influenzare i diversi livelli della dimensione energetica umana nelle sue risorse centripete e nei suoi sintomi centrifughi. Ricordiamo le particolarità energetiche degli apparecchi di misura e di regolazione Acmos:


L’Antenna Lecher Acmos (ALA)

p307_0_00_016Il suo blocco di distribuzione vibra a livello irraggiante di 17.6 ucta senza per altro interferire con la misurazione. Questa permette di connettere il corpo ed ognuna delle sue armonie alle 10 connessioni essenziali che vanno dalla polarità interiore fino alle correnti evacuatrici delle tossine luce e materia. L’ALA misura solamente, regola, connette e trasferisce l’energia.

L’ALA identifica ed armonizza le zone di blocco sull’uomo (2.5 ucta), sull’animale (4.2 ucta) e sulle piante (9 ucta)… E’ uno strumento perfezionato frutto dello sviluppo di tutta una gamma di antenne Acmos. La sua ultima particolarità è il trattamento a distanza.

Uno strumento scientifico applicato alla medicina

Lo strumento Lecher è il principale meccanismo scientifico utilizzato per la rilevazione qualitativa delle interazioni del campo energetico e lo strumento utilizzato entro Analisi Biorisonanza della Salute.

p307_0_00_017Sviluppato dal famoso fisico austriaco Ernst Lecher, l’apparecchio è progettato per misurare con precisione le lunghezze d’onda e frequenza delle onde elettromagnetiche. Lo strumento Lecher possiede molte caratteristiche che lo rendono ideale per le applicazioni scientifiche – in particolare medico .

Ernst Lecher (1856-1926) è stato un fisico austriaco che, dal 1909, era a capo del primo Istituto di Fisica di Vienna. Egli è conosciuto come il pioniere di misura ad alta frequenza e la mente dietro le linee Lecher un metodo per misurare la lunghezza e la frequenza delle onde elettriche.

La trasmissione di energia dalla propagazione delle onde è fondamentale per quasi ogni branca della fisica. Lo strumento Lecher agisce come una linea di trasmissione su cui è possibile rilevare ad alta frequenza onde elettromagnetiche e molto altro.

Lo strumento Lecher è in grado di identificare la trasmissione di informazioni da una singola goccia di sangue del paziente tramite propagazione dell’onda e permettere di comprendere che il corpo umano contiene tutte le informazioni inerenti alla salute e alla malattia nel sangue, come informazione olografica.
Il motivo per cui lo strumento Lecher è la forma scelta di analisi di energia è perché è l’unico strumento in grado di rilevare entrambi i tipi di informazioni sul paziente – di risorse ( Yin energia centripeta ) e di gestione ( energia Yang centrifuga ).

Nessuna altra forma di test è in grado di rilevare entrambi i campi (solo gestione, non di risorse). Un quadro esauriente e completo dello stato di salute del paziente non può essere determinata con precisione senza la rilevazione di entrambe queste forze di base e primari.

p307_0_00_018Il corretto funzionamento dell’organismo dipende da due forze – Yin Yang energia centripeta e centrifuga.

L’energia verso l’interno sottile di Yin centripeta è essenziale per comprendere gli squilibri e disfunzioni sottostanti. Si tratta di un onda più corta e più alta frequenza, e può essere misurata solo con lo strumento Lecher. Lo strumento scientifico Lecher rileva e reagisce direttamente alle frequenze attraverso un fenomeno fisico ben noto chiamato “risonanza”.

Inoltre, lo strumento Lecher è precisamente calibrato, dando all’operatore il vantaggio di chiedere e ottenere una reazione alla presenza di frequenze molto specifiche.

p307_0_00_019Questa capacità di rilevare frequenze specifiche apre un mondo di applicazioni mediche e possibilità, alcuni dei quali comprendono:
– Test scientificamente accurati per la compatibilità di qualsiasi prodotto, sostanze, farmaci, ecc..
– La capacità di calibrare, misurare e quantificare la qualità di qualsiasi sostanza che emette radiazioni (tutta la materia)
– Frequenza di trasmissione terapeutica (noto anche come “dinamizzazione ” in aggiunta al rilevamento.

Fonte: http://innovativemedicine.com

separatore_grigio

 

Il Tester Biofeedback Acmos7p307_0_00_020

Combina la misura dell’energia Pathos sintomatico e l’analisi di compatibilità. Una striscia di luce tricolore permette di verificare la rimessa in equilibrio ( luce verde…).
E’ anche in grado di valutare a distanza attraverso la memoria del corpo energetico interposto, l’effetto, buono o cattivo, di un prodotto, di un luogo o di una persona su questa o quella energia organica.

L’Acmos 7, l’ultimo nato dei tester energetici beneficia di tutte le ultime scoperte dell’elettronica e dei microprocessori per permettere la misurazione scientifica del potenziale dell’energia umana. E’ un apparecchio a scala digitale di grande precisione. Indica lo stato di blocco di un circuito all’inizio e alla fine di una seduta di equilibrio energetico.

separatore_grigio

Lo stimolatore elettronico Acmodermil

p307_0_00_021Raggiunge livelli energetici profondi Yin in quanto vibra a 8 e 1.1 ucta quando è sul segno (-) “centripeto”.

Molti agopuntori lo utilizzano vantaggiosamente per rapporto agli aghi. E’ un vero strumento professionale per la stimolazione dei circuiti e dei meridiani.

Il Detector/Stimolatore Acmodermil è un apparecchio che associa all’alta tecnologia elettronica per stimolare l’energia a tutti i livelli dell’organismo la semplicità dell’impiego.

La micro-corrente alternata a onda quadra o tonda che l’apparecchio emette secondo criteri specifici permette di realizzare, in pochi secondi, una stimolazione energetica differenziata: rinforzando il corpo materia e/o dinamizzando il corpo energetico.

Tutto è stato predisposto per raggiungere la qualità vibratoria ottimale: scelta minuziosa dei componenti, effetto delle onde di forma, purezza dei segnali di uscita.

separatore_grigio

Lo stimolatore di Luce QuantAcmos (Q8)

p307_0_00_022E’ prima di tutto un rinforzatore del canale cosmotellurico delle cellule, degli oggetti e dei luoghi. Inoltre grazie ai suoi raggi di luce blu e rossa, disperde e tonifica. Collega i punti di agopuntura alla loro polarità cosmica di dinamizzazione e alla loro polarità tellurica di controllo. E’ un apparecchio dei punti energetici instabili per attivare le loro funzioni.

Sviluppato dal Centro di Ricerca Tecnica e Scientifica SBJ International, è basato sul principio della fisica quantica della doppia natura della luce che è da una parte un’onda emessa nello spazio e, dall’altra parte, una particella concentrata su un punto che assorbendola si anima.

L’unità di luce o fotone è una particella elementare che è sia corpuscolo e quantum d’energia il cui flusso costituisce l’irraggiamento elettromagnetico. I fotoni portano in essi le informazioni sul luogo che li ha emessi e quello che hanno attraversato. Il fotone è un oggetto quantico, veicolato dall’interazione elettromagnetica.

separatore_grigio

La Valigia del Test e dell’armonizzazione Acmos

p307_0_00_023

Insieme di gamma di armonie corrispondenti ai differenti livelli energetici, fisici e psichici dell’organismo.

Ognuna delle 280 armonie è una vera fonte d’informazione e di regolazione dell’equilibrio globale.

Basandosi sui principi della fìsica quantica, il corpo sarà esposto alle gamme di coerenze armoniche Acmos che gli permetteranno di esprimere le sue debolezze energetiche a più di 27 livelli di organizzazione fisica e mentale.

separatore_grigio

In Sintesi:

PRINCIPIO metodo ACMOS
L’essere umano è attraversato da circuiti energetici che dinamizzano la vitalità degli organi, delle funzioni e delle differenti regioni profonde (cuore, rene, fegato…) e superficiali (ossa, muscoli, pelle…).

L’uomo in relazione con fattori della sua vita interna ed esterna, quali: digestione, malattia, emozioni, tensioni socio-professionali e di relazione si organizza di continuo. Ciò accade grazie all’attivazione e disattivazione di una rete di circuiti e di fusibili che i Cinesi hanno classificato con grande precisione sotto il nome di meridiani e punti di agopuntura. Il Metodo Acmos utilizza tutti mezzi scientifici di misura e di regolazione per comprendere ed adattare la medicina energetica tradizionale cinese alle scoperte attuali.

L’equilibrio energetico globale dell’uomo sarà realizzato tenendo conto della costituzione della sua forza centripeta che assicura le sue riserve energetiche e del suo irraggiamento centrifugo che vitalizza e rigenera il suo sistema cellulare. Basandosi sui principi della fìsica quantica, il corpo sarà esposto alle gamme di coerenze armoniche Acmos che gli permetteranno di esprimere le sue debolezze energetiche a più di 27 livelli di organizzazione fisica e mentale. Se vi è accumulo di aggressioni, il corpo perde i suoi punti di riferimento e non può più riequilibrarsi da solo. Dopo aver perso il controllo dei suoi punti di comando (agopuntura), l’organismo abbandonerà alcune coerenze per assicurare l’essenziale. E’ così che l’essere si trova implicato in un concatenamento di disordini energetici che provocano alla fine tensioni fisiche e psichiche. Il Metodo Acmos permetterà all’organismo diì identificare da solo la sequenza di disordini, partendo dai più profondi per risolverli ad un ritmo ben definito.

Obbiettivo del metodo Acmos
L’organismo, avendo perso le sue armonie, non riesce più ad organizzarsi. Il metodo Acmos permette al corpo di ristabilire un numero sufficiente di armonie e di punti di comando per ritrovare la sua perfetta capacità di autogestione. Il rigoroso protocollo Acmos realizzerà l’equilibrio globale in modo durevole. Un insieme di tecniche assicurerà la circolazione dell’energia vitale negli organi del soggetto vegliando sulla compatibilità dei rimedi e della loro posologia.

A chi è rivolto il metodo acmos?
Il metodo Acmos riguarda ogni persona che desidera mantenere il suo equilibrio globale a titolo preventivo per meglio resistere alla malattia e alle tensioni della vita quotidiana; e a tutti coloro che vogliono migliorare le proprie prestazioni: nello sport, nello studio, nel lavoro e nella vita di relazione.

COME SI SVOLGE UNA SEDUTA DI EQUILIBRIO
1) La misurazione dei campi vibratori è realizzata con l’antenna di Lecher Acmos. Questa indica i livelli dei blocchi energetici che rallentano la vitalità di un organo, di una funzione o di una regione del corpo.
2) Il bilancio Energetico è stabilito dal Tester Energetico “Acmos 7” che identifica e localizza i blocchi nei circuiti fisici e mentali.
3) L’equilibrio Globale è realizzato con la micro stimolazione effettuata con l’Acmodermil, partendo dai circuiti profondi affinché il corpo ritrovi i suoi punti di riferimento e le sue capacità.
4) L’analisi di compatibilità e il ristabilimento dei punti fusibili e delle armonie è realizzato grazie alla Valigia – Test Acmos che permette di identificare più di 27 livelli di disordini.
5) La ricerca delle aggressioni geobiologiche, ambientali, relazionali, metalli pesanti, radioattività, telefonini, computer, microonde… con l’antenna di Lecher.

COME PREPARARSI PER UN CONSULTO ACMOS

Non assumere in previsione né pasti pesanti, né complessi alimentari (integratori vitaminici) né medicine.
Munirsi di tutto ciò che si è soliti ingerire (come medicine, tisane, ormoni) o applicare su se stessi (come cosmetici a base di oli, ecc..).
Presentare i risultati di analisi biologiche ed altri esami recenti, per confrontarli con esami successivi alle sedute Acmos.
Munirsi degli oggetti che si portano abitualmente addosso (orologio, anelli, occhiali, calcolatrice, cellulare…)

GLI EFFETTI DI UN EQUILIBRIO ACMOS
L’eliminazione dei blocchi permetterà all’energia vitale di raggiungere gli organi, le regioni e le funzioni che erano bloccati e di ristabilire così la loro vitalità. Questo ristabilimento suppone l’eliminazione dei ristagni di tossine; in funzione della quantità eliminata, si può risentire di una certa fatica o di reazioni superficiali se il blocco è importante e vecchio.

I problemi di fondo possono essere liberati solo dalla superficie, e ogni segno esterno di eliminazione conferma che il fondo si sta regolando. La conseguenza di un primo equilibrio può limitarsi ad una urina molto carica che confermerà l’eliminazione.

p307_0_00_025

Ciò che apporta alla Scienza umana e alla salute fisica e mentale di ciascuno dei tre capitoli del protocollo Acmos. L’armonizzazione, La stimolazione e il mantenimento a casa. Essi ottimizzano le nostre facoltà naturali ad assicurare un miglior controllo dell’integrità del funzionamento del Corpo e dello Spirito.

p307_0_00_026p307_0_00_027p307_0_00_028

separatore_grigio

Tutti coloro che fossero interessati ad avere ulteriori informazioni sul metodo ACMOS, possono rivolgersi alla nostra redazione: info@erboristeriarcobaleno.com

separatore_grigio

Per prenotare un trattamento
nella nuova sede di Valdagno (VI) in Via 4 Novembre 23/B,
telefona al centro IBIMED (0445.222757)
oppure contatta direttamente
la Dott.ssa Maria Chiara Pretto al numero 328 103 5295

separatore_grigio

separatore_bianco

p307_0_00_031

Il nostro “corpo sottile”

p307_0_01_01

Il corpo assorbe, produce ed emana una grande varietà di energie dense e sottili, alle quali è stato dato il nome provvisorio di “fluens”.

Il fluens è costituito dall’energia sottile-vitale e dalle ordinarie energie dense, che possono essere captate e amplificate da sensibili apparecchi, come termografi, elettroencefalografi, fotomoltiplicatori.

Il flusso di bioenergia è organizzato da una struttura che può essere definita corpo d’energia sottile. Il flusso bioenergetico esiste sia a livello intracellulare, sia tra le cellule; esiste un continuo rinnovamento delle particelle costituenti il bioplasma cellulare. Alcune particelle bioplasmiche vengono assorbite dall’ambiente esterno, altre vengono irradiate nello spazio.

Molti ricercatori, tra cui Inyushin, hanno scoperto l’esistenza di frammenti microscopici di bioplasma che si staccano dall’organismo, proiettati nell’aria e percepibili con le mani abbastanza facilmente, che hanno chiamato bioplasmoidi.

Il flusso di energia sottile-vitale tende a scorrere (così come avevano già osservato Reichenbach e Reich) da un organismo, un tessuto, un chakra più carichi ad altri più scarichi. “Tende a scorrere” significa che, in certe condizioni, questo alle volte può non avvenire, a causa di blocchi e congestioni che ostacolano il naturale fluire della bioenergia.

Il corpo di energia sottile è una struttura composta da un certo tipo di plasma freddo, il bioplasma. Ancora sappiamo poco sulla composizione del bioplasma e sul suo comportamento, ma un numero enorme di ricerche hanno ormai dimostrato che si tratta di una realtà e che è possibile rilevarne l’esistenza.

Il corpo di energia sottile è dotato di un suo equilibrio e di una capacità di ritrovare il suo equilibrio. Questa capacità di omeostasi del corpo eterico è stata chiamata dal fisico Viktor Inyushin con il termine un po’ difficile: stereobioenergostasi. Il corpo di energia sottile è l’interfaccia tra l’organismo e l’ambiente energetico esterno.

Il corpo di energia sottile si comporta come una memoria del corpo fisico. Sotto l’impatto di fattori interni ed esterni l’equilibrio del corpo di energia sottile si altera, ma solo momentaneamente. In seguito l’equilibrio si ristabilisce rapidamente. Quando l’equilibrio non riesce a ristabilirsi, il corpo fisico può subire seri danni, anche irreversibili. Gli stati di alterazione del corpo di energia sottile corrispondono in genere a stati di congestione eterica.

La malattia tende a manifestarsi nel corpo di energia sottile, prima che nel corpo fisico con squilibri dello spessore della sostanza bioplasmica e con la presenza di quantità di energia sottile congestionata, rilevabile in ogni patologia. Ho detto che la congestione eterica è una modalità disturbata di bioplasma, memoria energetica della malattia. Se non si cancella questa memoria, se non si elimina il bioplasma tossico, la malattia ritorna, dopo un certo tempo in cui sembrava che le terapie ordinarie l’avessero vinta.

Stimolando il riequilibrio del corpo di energia sottile e eliminando l’energia congesta, è possibile riportare il corpo fisico alle condizioni di salute. Una volta individuati i segnali che perturbano il campo bioplasmico della cellula, questi segnali potranno essere corretti e le cellule ritrovare le condizioni di equilibrio e di salute. Se consideriamo la congestione eterica come un rumore sottile, che si sovrappone allo scambio di informazioni sottili tra le cellule, si può ipotizzare un’azione di filtro del rumore che riporti le condizioni bioplasmiche all’equilibrio e quindi alla salute.

p307_0_01_03

ACMOS Medicina d’Avanguardia

p307_0_01_04E’ una tecnica messa a punto dallo scienziato francese Ing. René Naccachian per equilibrare l’energia dei campi energetici dell’uomo. Fino ad ora è il solo metodo che valuta e riordina totalmente i campi energetici del corpo.

Il test ACMOS fa parte del più avanzato e autentico sistema medico del 21° secolo. Il metodo ACMOS combina la saggezza della medicina tradizionale con le scoperte della moderna biologia molecolare. L’influenza della medicina tradizionale cinese ha compenetrato il lavoro di due decenni di ricerca in biofisica e bioenergetica, culminando nel 1986 con la creazione del metodo ACMOS che è l’acronimo anche di “Accordo del Corpo Materia con le Onde sovrasensibili”.

L’obiettivo del metodo ACMOS è di ristabilire le qualità energetiche del corpo e le risorse per la propria auto-organizzazione e l’abilità di adattamento, per ottenere un bilancio energetico che per noi significa semplicemente una salute perfetta.

Il metodo ACMOS è stato creato dallo scienziato francese Ing. René Naccachian dottore in Biologia Molecolare (PhD) e dottore in Medicina Tradizionale Cinese. Il dottor Naccachian ha ricercato l’energia del corpo umano per più di due decenni e da questa sua ricerca nei campi della biofisica e bioenergetica il Dr. Naccachian ha sviluppato una serie altamente tecnologica, non invasiva, non traumatica, di strumenti e di prodotti naturali che interessano la regolazione di disordini a livello del corpo e della mente.

Diversamente dalle pratiche mediche convenzionali che si interessano al trattamento delle malattie a livello sintomatico e valutano l’efficacia dei loro rimedi sulla scomparsa dei sintomi, il metodo ACMOS mira a sciogliere i blocchi profondi nell’energia e le tensioni che sono state la causa dei disordini e dei malfunzionamenti organici. Normalmente, le condizioni serie partono da un problema energetico nel corpo che poi si trasformerà in uno stato patologico. Quindi, trattando il problema in superficie non guariremo il problema che sta sotto e che è nato inizialmente da un disordine sintomatico come un segnale angoscioso del corpo che non lavora correttamente.

La medicina tradizionale interviene direttamente sul livello bio-chimico del corpo umano attraverso l’impiego di farmaci che reagendo rimuovono l’anomalia, ma così facendo operano sull’effetto e non sulla causa.

Nella Medicina Quantica l’intervento viene attuato sul campo elettromagnetico complessivo, presente all’interno del corpo umano, anticipando ove possibile il formarsi di distorsioni tali da provocare lo sviluppo della patologia.

Misurazioni della forme assunte dalla debole irradiazione del campo elettromagnetico all’esterno del corpo umano testimoniano lo stato di malattia o di equilibrio.

La figura a fianco evidenzia la frastagliatura e l’asimmetria che caratterizza lo stato di malattia rispetto alla struttura simmetrica che si riscontra nell’uomo sano.

p307_0_01_06Il principio che sta dietro ad ACMOS è che ogni cosa sprigiona una energia vibrazionale. Questa energia può essere analizzata e studiata con una grande varietà di scopi. Questo è scientificamente provato da alcune delle più grandi menti (Max Planck e la meccanica quantistica, Einstein e la sua Teoria Della Relatività, Heisemberg, Waizsacher e le ricerche di Burkhhard Heims con le manifestazioni dell’energia) e queste scoperte sono merito di premi nobel e di approfondimenti scientifici.

Il metodo ACMOS è in grado, oggigiorno, di affiancare un trattamento medico classico per fornire un’informazione più completa sulle origini dei disturbi e per consentire al paziente, anche molto debilitato, di sopportare meglio qualsiasi tipo di terapia gli venga consigliata.

Il corpo è attraversato da varie forze elettromagnetiche sia di origine naturale (Terra e Cielo) che di origine artificiale (i vari CEM in alta e bassa frequenza) massicciamente presenti nell’ambiente dove viviamo. I circuiti energetici a vari livelli del corpo producono essi stessi dei campi elettromagnetici e termici che possono essere misurati. Quando alcune forze destrutturati generano uno squilibrio si originano dei blocchi di energia con organi malfunzionanti.

Il metodo ACMOS può essere usato per identificare e alleviare questi blocchi prima che essi causino dei problemi fisici.

Il metodo ACMOS può anche analizzare la compatibilità dell’organismo con i cibi, le vitamine, i minerali, le medicine, l’ambiente circostante e aiutare il totale bilanciamento vitale dell’energia che scorre in ogni parte del corpo. Usando il metodo ACMOS si crea un preciso trattamento programmato che è individuale nei confronti delle condizioni patologiche del paziente.

Questo include un dosaggio ed una tempistica che può essere accuratamente stabilita soltanto con l’informazione ricavata dalla persona stessa.

“La malattia è una specie di disarmonia, che insorge quando una parte del tutto non vibra più all’unisono con le altre parti”.
(Dott. Edward Bach)

“La medicina vibrazionale è basata su una visione olistica dell’uomo (spirito, mente e corpo) e sulla comprensione che egli è un essere composto di energia multifrequenziale la cui struttura molecolare è in realtà una rete di campi energetici organizzata ed alimentata da strutture di energia sottile. E’ da questi livelli sottili che fondamentalmente hanno origine salute e malattia. L’obiettivo della medicina vibrazionale è di guarire la malattia agendo su questi campi sottili, inviando al corpo segnali energetici invece di manipolare cellule ed organi con farmaci e chirurgia.”
(Dott. R. Gerber)

L’energia è il comun denominatore della salute
Qualsiasi tipo di malattia abbassa le nostre frequenze e la nostra energia, prova ne è che accusiamo stanchezza in modo direttamente proporzionale alla gravità della stessa.

Il ricercatore Alfred Bovis misurò questa energia in Angstrom e determinò che l’uomo ha una frequenza base media intorno ai A° 6.500 pertanto questa frequenza può essere considerato il confine tra la salute A° 8.000 – A° 12.000 e la malattia A° 5.000 A° 3.000.
Con il Biometro di Bovis possiamo misurare il nostro stato di Salute e Benessere come quello di Malessere e Malattia, esattamente come fa un termometro per misurare la febbre.

Oggi siamo in grado di alzare in modo semplice e naturale la nostra energia innanzitutto mettendo ordine e purificando il nostro sistema energetico e subito dopo riattivando e rigenerando il flusso energetico.

separatore_grigio

APPROFONDIMETIapprofondimento

separatore_grigio

p307_0_02_01

“La vita è nata dalla radiazione.
La vita è mantenuta dalla radiazione.
La vita è soppressa da ogni squilibrio oscillatorio!”
Lakhovsky – 1926

Dobbiamo contrapporre energetica e medicina o al contrario considerare queste due discipline complementari nel loro approccio alla salute?

L’una, quella energetica, è antecedente ad un processo evolutivo o degenerativo, regolando le energie e stimolando i meccanismi di autoguarigione attraverso l’eliminazione delle tensioni e dei blocchi posti dal corpo come meccanismo di difesa. L’altra, la medicina classica, concentra la sua azione particolarmente sui sintomi e le disfunzioni fisiche o psichiche quando il corpo comincia ad essere saturo e non può più autoregolarsi malgrado i diversi approcci energetici. Questa medicina si sostituisce in qualche modo all’organismo per lasciargli il tempo di reagire alle diverse aggressioni (virus, batteri, infezioni…) e di combatterle.

Ma rispetto ad una stessa ambizione, la salute recuperata, l’equilibrio raggiunto di chi, sia psicologicamente che fisicamente, è in stato di debolezza, queste due discipline, completandosi, potrebbero operare insieme per il benessere di un grande numero di persone.

Secondo la visione della teoria della relatività e della fisica quantistica potremmo parlare della dimensione immateriale della materia o, come dice Vahé Zatarian nel suo libro “Lo Spirito nella Materia: “l’energia, per la formula di Einstein, rappresenta in qualche modo la faccia nascosta della materia” oppure ancora come la pensa Niels Bohr che, introducendo la nozione di complementarietà, considera l’immagine della particella e quella dell’onda come due descrizioni della stessa realtà, un concetto che egli pensa possa essere utile ugualmente al di fuori del campo della fisica. (cfr. “Le Tao de la Physique”, di Fritjof Capra)

Ogni spirito aperto e scientifico dovrebbe arrendersi all’evidenza che qualcosa che non è del tipo palpabile e che viene chiamato ” energia” esiste nel corpo umano, governa le sue leggi ritmiche interne e rivela le sue discordanze con sue manifestazioni esterne quali, malessere, dolore, sintomo, divenendo la malattia la metafora di questo malessere, di questo male da dire. Il tenerne conto può permettere alle due discipline di agire in stretta collaborazione.

Il Metodo ACMOS con i suoi apparecchi di misura e di regolazione delle energie permette:

  • un miglior approccio della medicazione con una posologia ben dosata e adattata ad ogni persona, ciò che eviterà talvolta gli effetti secondari spesso sgradevoli di una medicina o compenserà i suoi effetti con il rinforzo dei circuiti energetici indeboliti o perturbati.
  • una miglior prevenzione poiché. nel momento in cui i circuiti non rispondono più ad alcuna sollecitazione, la persona sarà mandata immediatamente dal medico per esami più approfonditi.
  • una considerazione dell’essere nella sua globalità che permette di rimediare ad ogni aggressione, sia essa famigliare, sociale o ambientale. Non si può isolare un essere dai suoi luoghi di vita.
  • una miglior preparazione psicologica e fisica prima di ogni operazione ed un recupero più rapido dopo ogni intervento.

Abitante dello spazio, del cielo e della terra, l’essere umano s’iscrive in una dinamica di vita. Facendo parte del cosmo le cui diverse forze si riflettono in lui, ne subisce i ritmi e le leggi. Tutto ciò che può aiutarlo a mantenere i propri ritmi biologici in buono stato affinché la forza vitale scorra armoniosamente non può che essere incoraggiato e soprattutto non impedito.

Allora, come un equilibrista sul filo della vita, tutto il suo essere teso verso lo stato d’equilibrio, avendo tra le mani la padronanza del gioco dinamico delle due forze contrarie e complementari, le polarità Yin / Yang, potrà superare le diverse tappe del suo divenire e diventare padrone del suo destino.

Equilibrare – Prescrivere – Armonizzare – Curare – Risuonare – Trattare

Nella tradizione orientale questi verbi hanno un significato profondo che implica l’armonia dell’essere nel suo corpo e nel suo spirito, nel suo habitat e nella sua evoluzione. Per gli orientali, l’uomo equilibrato attira la felicità non solamente su se stesso, ma anche sul suo entourage e sul suo ambiente. Si ricerca la sua compagnia poiché emette delle onde positive che irraggiano la vitalità e attirano il benessere attorno a lui. Di lui si dice che sia carismatico, che ha una presenza…

E’ la forza interiore il fattore essenziale di questa energia positiva. Gli antichi filosofi taoisti la chiamano lo Yin. E’ il vero Yin ancestrale il cui senso si è sfilacciato attraverso i secoli. Si tratta di una forza aspirante centripeta che, da una parte genera le nostre risorse energetiche per soddisfare i bisogni della nostra vitalità e dall’altra, genera la nostra forza interiore che ci connette all’energia universale della conoscenza e dell’ispirazione.

Più le nostre riserve sono eccedenti, più assicuriamo il nostro potenziale di salute e di felicità. Così presentato, grazie ad un gran lavoro di riflessione e di misurazione, la definizione Acmos corrisponde, secondo i grandi esperti di energetica cinese, alla vera definizione dello Yin ancestrale.

(Prescrivere, curare, trattare) Nella medicina classica, questi verbi hanno uno scopo comune: la vittoria sul sintomo. Ricercatori, scienziati di valore hanno spesso passato tutta una vita per scoprire una molecola, sviluppare una medicina e mettere a punto un trattamento. Sono essi altrettanto meritevoli che, in alcuni casi, vittime delle loro ricerche su di un virus, un germe, o sul prione… Ma hanno ignorato la dimensione energetica di un organo, di una funzione e dell’essere nella sua globalità di cui noi sappiamo che la circolazione dell’energia può essere ostacolata dal passaggio di una medicina la cui reazione a catena e gli effetti secondari sono peggio della malattia stessa. Conclusione: una medicina efficace è interrotta o il suo dosaggio diminuito ad un livello di non attività sulla malattia.

Per delle ragioni di rendita, sono i laboratori farmaceutici stessi che diminuiscono i dosaggi per evitare gli effetti secondari e la svendita.

La medicina classica ha oggi il mezzo per ristabilire la compatibilità di una medicina efficace identificando un compensatore di rinforzo della linea energetica debole per sopportare la medicina. La medicina tradizionale orientale viene anche in soccorso alla medicina scientifica che ha trovato le buone risposte sintomatiche.

PUBBLICAZIONE INTERESSANTE
(presto in traduzione italiana)

The Art of Medicine

p307_0_02_03In the Art of Medicine, Dr. Thomas K. Szulc, M.D., a renowned integrative physician, explores the vast historical scientific support of what is the basis for a whole new paradigm of medicine and health. From Hermetic and Paracelsian teachings to 21st century advanced quantum physics, this sophisticated approach of diagnosis and treatment focuses on qualitative information rather than biochemical quantitative results. Labeled as the medicine of the future by many practitioners in a variety of fields, the theories and techniques brought to light in this book help to build an understanding of all the aspects of the human body: physical, biochemical, mental, emotional and spiritual; as well as the true underlying causes of disease.

This enlightening piece of literature provides the reader with rational, proven, and intelligent solutions to an abundance of health problems, without guessing or trial-and-error tactics. Using story driven personal examples, illustrations, clinical experience, and an abundance of historical and scientific data, he demonstrates how both new and old discoveries are revolutionizing our understanding of health and the profound effects it can have on the treatment of complex modern-day disease. Written for all medical practitioners of alternative and conventional medicine (including M.D.s, D.O.s, chiropractors, naturopaths, dentists, etc.) as well as the inquisitive, health-conscious public, the content found in The Art of Medicine is truly ground-breaking as it relates to the restoration of complete health in the most effective, scientific, and direct way possible.

“The intention of informati discussed in The Art of Medicine is not to discredit the great achievements of conventional medicine, but to add new valuable scientific tools to improve the evaluation and treatment of diseases.” Thomas K. Szulc, M.D.

separatore_bianco

Estratto dal libro “The art of Medicine” del dr. Thomas SZULC MD.

Il Dottore in medicina Thomas K. Szulc è certificato e accreditato in Anestesia e Antidolore, E’ stato “Chief of Pain Service” al North Shore University Hospital a New York per 12 anni. Ha passato molto tempo a studiare differenti aspetti della salute lavorando direttamente Europa (Svizzera, Germania, Inghilterra, Spagna, Francia).

p307_0_02_04La durata di vita media di un uomo è circa 80 anni, ma la vita delle cellule può essere di qualche ora fino a qualche mese. Ogni secondo dai tre a cinque milioni di cellule muoiono e ogni notte, un trilione di cellule – un per cento della popolazione totale delle cellule umane — muore e deve essere rimpiazzata.

Ogni cellula gioca un ruolo importante per conservare il corpo vivo e il nostro stato di salute dipende dal funzionamento delle cellule; più le cellule sono produttive, meglio il corpo umano è in buona salute. Una auto-organizzazione e una capacità di adattamento appropriati rappresentano uno dei fattori più essenziali e questo dipende dalle qualità energetiche del corpo, che è responsabile del sistema di informazione del corpo.

Le tecniche ACMOS permettendo l’organizzazione dell’aspetto globale dell’essere umano piuttosto che dell’aspetto frammentato. Le cellule giovani, forti e produttive costituiscono la nostra forza energetica nel centro energetico essenziale, rappresentando le risorse energetiche chiamate energia Yin nella medicina tradizionale cinese (MTC). Queste sono in direzione centripeta, ciò che significa che si spostano all’interno del nostro corpo e possono essere paragonate ad un conto risparmio (risorse finanziarie). Questa energia irradia per aiutare a sostenere le nostre cellule che invecchiano, più deboli o malate sotto forma di radiazione energetica detta centrifuga, o energia Yang secondo la MTC. La gestione dell’energia Yang di direzione centrifuga significa che si sposta verso l’esterno del corpo e può essere paragonata ad un conto corrente (gestione del denaro).

Il buon funzionamento di un organismo è dipendente dal buon funzionamento delle cellule vive, che sono controllate dalle energie centripete Yin e centrifughe Yang. Quando la luce delle cellule non è più convergente o sincrona, le informazioni sono non corrette e sia il funzionamento della cellula è danneggiata in modo negativo, sia la cellula è colpita in modo negativo, sia il loro sistema energetico è bloccato.

p307_0_02_05Questi due tipi di energia, lo Yin e lo Yang possono essere valutati e gestiti con il Metodo ACMOS… Con la sua gamma completa di tester e di regolatori, siamo capaci di scoprire un disturbo centripeto Yin e di ristabilire la coerenza su tutti i livelli dell’organizzazione energetica del corpo….

1. lI metodo può determinare precisamente l’applicazione di un trattamento farmaceutico per dei pazienti particolari, ivi compresa la loro compatibilità con il paziente, il dosaggio appropriato, la frequenza e la durata del trattamento. Il trattamento prescritto può essere perfettamente adattato al la condizione patologica del paziente e alla sua capacità di assimilazione.

2. In rami alternativi, olistici ed energetici della medicina biologica, il metodo può stabilire i flussi corretti di energia e di informazioni a livello organico psico-emozionale ed ereditario, al fine di condurre ad un processo di guarigione.

3. Per i pazienti che soffrono di malattie croniche, una valutazione periodica del livello di energia, permette il ristabilimento di equilibrio energetico totale e una gestione di riuscita dei disturbi cronici.

Una caratteristica della metodologia ACMOS è il “dialogo” con un corpo energetico per raggiungere un equilibrio completo del corpo a tutti i livelli.

Di conseguenza, questo ne fa una medicina preventiva estremamente efficace. Nel metodo ACMOS, i disequilibri precoci emozionali, energetici od organici sono identificati e corretti. Le disfunzioni energetiche sono sempre i principali problemi, spesso non identificati in un’altra forma di medicina e se il progredire di queste disfunzioni non è trattato, dei problemi organici possono seguire.

Il ripristino e il mantenimento dell’equilibrio energetico globale sono la chiave di una vita sana e longeva…

p307_0_02_06

Informazioni testi e immagini tratte da:
http://www.acmos-sbj.com
http://www.acmositalia.it

separatore_biancoseparatore_grigio

Trattamenti ACMOS in seduta presso la nuova sede IBIMED,
a Valdagno (VI) in via 4 novembre 23/b,
contatta direttamente la Dott.ssa Maria Chiara Pretto cell. 3281035295

separatore

Le informazioni riportate in questa pagina sono solo a scopo informativo, tratte da un’ampia sitografia presente in internet. L’unica finalità è quella di mantenere il valore e la natura della rete: la facile reperibilità di informazione.
Le informazioni sui principi attivi dei singoli componenti dei prodotti e sui prodotti stessi, desunte tutte da un’ampia sitografia presente in rete, e dai siti delle ditte fornitrici, non intendono trattare, curare alcuna malattia o patologia. Queste potrebbero, inoltre, riportare errori e/o omissioni. Pertanto ogni utilizzo improprio è a proprio rischio e pericolo. Si ricorda, altresì, che gli integratori alimentari non sono prodotti curativi e pertanto non possono vantare alcuna proprietà terapeutica. Le indicazioni, presenti sul sito, fanno riferimento all’impiego per il sostegno dell’organismo in periodi particolarmente difficili.