Estratti SPAGIRICI
La lavorazione Spagyrica è l’applicazione della filosofia alchemica agli elementi della natura. L’applicazione dell’Arte nella preparazione di tinture vegetali o metalliche è determinata dalla preparazione di spiriti o mestrui che provocando un’evoluzione delle materie presenti in natura per poi purificarle ed esaltarne le proprietà. Uno dei suoi iniziatori ed utilizzatori era Paracelso (1493-1541) ma tali tecniche erano già in uso fra gli Egizi ed i Greci. Il termine deriva dalle parole greche “spao” (dividere, separare, estrarre) e “geras” (dono divino, nutrice, per estensione anche Divina Unità): implica quindi i concetti di estrarre i doni divini dalla natura.

p089_0_01_01
Allo spagirista interessa soprattutto estrarre quei principi che hanno a che fare, non tanto con l’aspetto materiale, quanto con ciò che di divino vi è nella natura. Le preparazioni spagiriche sono basate sui processi naturali della generazione, attraverso cui si può estrarre dalla materia la sua quintessenza. Grazie alla lavorazione spagirica viene esaltata la natura di ogni elemento fino a divenire assimilabile dall’essere umano e, per usare un termine spagirico, “già digerita”.

Il processo produttivo che ci permette di raggiungere una preparazione “pura” è descritto negli antichi testi ermetici del XIII° secolo, la cui esatta interpretazione è il segreto delle preparazioni spagiriche Forza Vitale. Un organo di controllo interno, costituito da un laboratorio di analisi all’avanguardia, assicura che le varie fasi di lavorazione indicate dagli antichi testi dei maestri spagiristi vengano rispettate. Esiste una netta differenza tra la metodologia di preparazione indicata dalla Farmacopea Ufficiale, ossia nella preparazione di Tinture Madri, e quanto indicato dai testi ermetici Spagirici.

p089_0_00_03

Scienze Antiche e Tecniche Moderne

Gli integratori alimentari sono una delle categorie di prodotti che sta conseguendo maggiore successo e diffusione nel mondo moderno; gli stili di vita esasperati, l’alimentazione scorretta, l’inquinamento ambientale e l’abuso di sostanze alcoliche e fumo, sono solo alcuni dei fattori che minano il benessere del nostro organismo, allontanandoci dall’equilibrio psico-fisico ideale per il mantenimento dello stato di salute.
Migliaia di operatori e medici, oggi, trattano i disturbi della Persona con una metodica olistica di benessere, consigliando non solo trattamenti farmacologici, ma anche azioni correttive delle abitudini sociali e alimentari, nonché l’assunzione d’integratori alimentari.

I primi anni ‘90
Nei primi anni novanta Il Dott. Joseph Cannillo, giunto dagli Stati Uniti dopo gli studi in Biologia e Medicina Chiropratica presso il New York Chiropractic College, fondò il Laboratorio Forza Vitale. Adoperando le metodologie estrattive indicate in antichi testi Spagyrico – Alchemici del 1600, e, lavorando a fianco dei pionieri della filosofia olistica in Italia, l’azienda iniziò il suo percorso di crescita.

1993-1995
Negli anni a venire, grazie alla raffinata interpretazione dei testi ermetici, si giunse a ottimizzare il processo di produzione, e a creare quello che è oggi il nostro laboratorio di estrazione coniugando “Scienze Antiche e Tecniche Moderne”.

1998
Da sempre impegnata nella produzione di estratti erboristici di qualità, Forza Vitale investe nella creazione di un Laboratorio di Analisi che potesse dare conferme inopinabili della qualità degli estratti. Dal ’98 in poi tutti i lotti di produzione saranno analizzati lungo tutto il processo produttivo a garanzia di un uso più sicuro dei prodotti.

2001
Il Laboratorio di Analisi si evolve in Dipartimento di Analisi & Ricerca, intraprendendo collaborazioni con le Facoltà di Biologia, Farmacia e Tecniche Erboristiche dell’Università Aldo Moro di Bari .

2005
Per essere a passo con i tempi l’azienda promuove il Progetto Implementa sotto la responsabilità del Dr. Vito Cannillo, con l’intento di promuovere l’implementazione dell’organizzazione delle funzioni interne ed esterne dell’azienda ed un adeguamento alle normative comunitarie sulla produzione e distribuzione di integratori alimentari.

2007
Nell’Ottobre del 2007, al fine di guadagnare credibilità verso gli operatori esteri, si realizza l’ultima fase del progetto Implementa, per l’abbandono di una organizzazione a tipologia familiare in favore di una più stabile e professionale organizzazione manageriale.

2008
Forza Vitale realizza una partnership con la Glauber Pharma s.r.l., società attiva nello studio e nello sviluppo d’integratori alimentari ad alto contenuto tecnologico (www.glauberpharma.com). Nello stesso anno, in Spagna e negli Stati Uniti, inizia la distribuzione dei prodotti Forza Vitale e Glauber Pharma.

2010
Oggi Forza Vitale Italia s.r.l. è una realtà consolidata e rispettata dalla comunità degli operatori. Diverse aziende hanno cercato di imitarci ma, in quindici anni, nessuna è mai riuscita a replicare l’efficacia delle nostre preparazioni.

p089_0_00_04

Le preparazioni spagiriche seguono un processo produttivo caratterizzato dalla separazione e riunificazione degli “elementi”. Le caratteristiche principali di un estratto spagyrico (o spagirico) ECI® sono:

• Alta concentrazione dell’estratto
Ogni tintura ha un rapporto di estrazione minimo 1:5, ossia per cinque litri di solvente acqua/alcool, viene utilizzato un solo kilogrammo di pianta. Ciò permette di ottenere una maggiore concentrazione dei principi fitochimici della pianta nella tintura, che risulterà nella possibilità di utilizzarne un dosaggio inferiore.

• Solvente Acqua/Alcool
La preparazione canonica di un estratto spagyrico (o spagirico) prevede l’utilizzo come solvente di acqua e alcool etilico. L’utilizzo di altre sostanze, tra cui aceto e vino, non è contemplato nelle scritture spagyriche (o spagiriche) salvo che nella preparazione di sostanze intermedie. Inoltre le ultime ricerche biochimiche evidenziano come l’utilizzo di alcoli diversi dall’etilico, come ad esempio il metanolo contenuto nel vino, possono provocare una dissociazione delle molecole delle componenti fitochimiche, risultando in una variazione sotto il profilo dell’efficacia ma soprattutto della sicurezza dell’estratto.

• Circolazione
La circolazione di un estratto è un processo molto rilevante nella preparazione di una tintura spagyrica (o spagirica), poiché è in questa fase che viene donata al prodotto una funzionalità di tipo energetica oltre che biochimica. Ci sono svariati modi per “donare energia” a un prodotto: in omeopatia la preparazione è dinamizzata manualmente con succussioni manuali, in spagyria, invece, si procede con una fonte di calore.

I nostri estrattori ECI® sono stati progettati per raggiungere uno sbalzo termico di circa 30°C in ambiente depressurizzato; in tali condizioni la soluzione acqua/alcool bolle formando dei vapori che, incontrando temperature fredde nella parte superiore dell’estrattore, si ricondensano e ricadono sottoforma di gocce sulla tintura stessa. Questo moto continuo di evaporazione e condensazione è la Circolazione Spagyrica in ambiente ECI®.

• Estrazione a freddo e in assenza di luce
È confermato scientificamente che le piante contengono elementi chimici che sono distrutti da calore intenso o luce diretta. Nel primo caso parleremo di principi termolabili, sensibili cioè a temperature superiori ai 35°C; nel secondo caso ci riferiamo a principi detti fotosensibili, che modificano la loro struttura molecolare se esposti a fonti di luce diretta. Le nostre tinture non sono esposte a raggi solari, né a temperature che superano gli standard definitivi dal processo produttivo ECI®, garantendo la presenza di uno spettro fitochimico più completo nell’estratto.

• Oligoelementi delle piante
Il prodotto spagyrico (o prodotto spagirico) è l’estratto di pianta più completo che possa esistere; contiene, infatti, gli oligoelementi ottenuti dal processo di purificazione delle ceneri della pianta residuata dall’estrazione. Gli oligoelementi contribuiscono in maniera rilevante all’efficacia del prodotto. I nostri laboratori eseguono misurazioni tramite Assorbimento Atomico per la quantificazione del contenuto di oligoelementi negli estratti.

p089_0_00_05

Tecnologia estrattiva
Il processo estrattivo messo a punto dal Dott. Joseph Cannillo, è frutto di una attenta interpretazione di antichi testi spagyrico-alchemici in cui erano celate le metodologie utilizzate in passato per la preparazione dei “fluidi e mestrui” (così erano chiamate le tinture di piante officinali).

La piattaforma produttiva prende il nome di Estrazione Circolativa Integrale – ECI®. Questo procedimento brevettato (Patend pending), disegnato per assicurare efficacia e sicurezza degli estratti, combina il meglio dei procedimenti canonici della spagyria (o spagiria), delle biotecnologie, della fisica e delle scoperte tecniche effettuate da Forza Vitale in più di quindici anni di esperienza nella lavorazione degli estratti.

Come pocanzi accennato la piattaforma ECI® ha la sue radici nella filosofia alchemico-spagyrica e nelle metodiche scoperte da più di cinquecento anni per donare maggiore efficacia alla tintura madre, e di eliminare la tossicità dalle tinture di metalli e minerali.

ECI® racchiude in se queste metodiche, ed è arricchita di processi intermedi di analisi per il monitoraggio della qualità degli estratti.

In questo modo, i prodotti Forza Vitale contengono in “toto” la pianta evitando che la parte non solubile della materia venga aggiunta al preparato nella fase finale. È per questo che le preparazioni spagiriche Forza Vitale risultano essere altamente concentrate (estrazione minima 1:5) e aventi un alto profilo energetico.

Solo il meglio da Forza Vitale
Quando selezioniamo gli ingredienti che comporranno i nostri integratori, dedichiamo molta cura e attenzione nello scegliere solo gli ingredienti naturali migliori, nelle concentrazioni ottimali e nei livelli qualitativi di sicurezza.

separatore_grigio
Composti Spagyrici

composti-spagyrici-banner
Scegliere un integratore alimentare formulato dalla ditta FORZA VITALE significa scegliere l’esperienza di migliaia di operatori che da più di 15 anni utilizzano i complessi con grande successo nella pratica professionale.

La sinergia delle piante
I Composti Spagyrici sono formule appositamente sviluppate per garantire un’elevata efficacia nel trattamento in specifici ambiti clinici. I Composti Forza Vitale seguono nel processo produttivo tutti i canoni alchemico-spagyrici e sono caratterizzati da una elevata sinergia tra le piante utilizzate. Tutte le referenze sono prodotte secondo il metodo E.C.I – Estrazione Circolativa Integrale.

Ogni formula è una accurata combinazione di piante in sinergia tra loro che amplificano a vicenda il loro effetto. Molte delle nostre formule vantano un utilizzo secolare in quanto descritte da antiche Farmacopee del 1600, di cui la più famosa è quella di De Sgobbis.

p089_0_02_02

Benessere nella stagione invernale
La stagione invernale è alle porte e la fitoterapia ci offre un valido sostegno per la salute e il benessere del nostro corpo stimolando le difese naturali. L’uso di curarsi attraverso la piante è antichissimo. Sin dalla preistoria, infatti, come ci raccontano le incisioni su pareti rocciose o su vasellame di terracotta, la fitoterapia è stata la principale fonte di rimedi contro le numerose malattie che hanno minacciato l’uomo nel corso del tempo.

p089_0_02_04

erboristeria-arcobaleno-schio-benessere-antinfluenzali-manugola-propoli

MANUGOLA Spray orale

Utile per il fisiologico benessere della gola
Prezzo: € 10,00

pulsante_acquista2

Ingredienti Alcool, acqua, Propoli (Propolis), miele, olii essenziali di Manuka (Leptospermum scoparium), Eucalipto (Eucalyptus globulus), Menta (Mentha piperita); Copper-Vitale®.

Modo d’uso*:
Adulti 2 vaporizzazioni 3 volte al giorno nel cavo orale, lontano dai pasti.
Fino ai 12 anni 1 vaporizzazione 3 volte al giorno nel cavo orale, lontano dai pasti
* Dosaggio consigliato per soggetti normopeso.

erboristeria-arcobaleno-schio-benessere-antinfluenzali-manugola-spray-golaIl mal di gola può essere la conseguenza di un’infezione virale e/o batterica, il segno di una irritazione da fumo, smog, eccessivo uso di bevande alcoliche o sostanze chimiche irritanti presenti nell’ambiente. A seconda della causa il mal di gola può accompagnarsi a febbre, gonfiore alle linfoghiandole del collo, scolo nasale, tosse, prurito agli occhi o raucedine, eruzioni cutanee. Una causa molto comune, ma non banale, è una infezione delle tonsille dovuta a batteri (streptococchi) o a virus.
Tutti conoscono la sensazione di irritazione e di secchezza alla gola che accompagna un raffreddore o un’influenza. In genere il dolore dura, in questi casi, per alcuni giorni soltanto e guarisce spontaneamente. Nel mal di gola da infezione batterica, e nella tonsillite, il dolore non scompare spontaneamente ed è necessario somministrare cure adeguate. In questi casi le tonsille si presentano arrossate, ingrossate e con macchie biancastre e vi è ingrossamento delle linfoghiandole del collo. Macchie bianche su altre parti della bocca possono indicare invece una infezione da funghi (mughetto). Un mal di gola che si accompagna a raucedine deriva spesso da una laringite, ma un abbassamento di voce che si protrae nel tempo richiede una visita medica per individuarne la causa.

erboristeria-arcobaleno-schio-benessere-antinfluenzali-manugola-ekinflu-antibiotico


p224_0_23_03EKINFLU gocce 50 ml

Utile per favorire le naturali difese dell’organismo.
Prezzo: € 24,00

pulsante_acquista2
Assumere 25 gocce 3 volte al giorno.
PRODOTTO SPAGIRICO

Ingredienti Acqua, alcool, Echinacea (Echinacea angustifolia) radice, Arpagofito (Harpagophytum procumbens) radice, Mirra (Commiphora molmol) resina, olii essenziali di Timo (Thymus vulgaris), Origano (Origanum vulgare), Santoreggia (Satureja montana), miele, Gold-Vitale®, Copper-Vitale®

separatore_biancoerboristeria-arcobaleno-schio-benessere-antinfluenzali-manugola-ekinfluCi sono piante capaci di stimolare le naturali difese dell’organismo e oli essenziali capaci difungere da antibiotici e antivirali naturali.

ECHINACEA
Nella monografia della Commissione Europea (1989) viene precisato che le preparazioni a base di Echinacea, per somministrazione orale, hanno attività immunobiologica. Si ritiene, in effetti, che il suo spettro d’azione sia determinato da un aumento delle difese endogene, tramite stimolazione specifica del sistema immunitario, in particolare mediante l’attivazione della fagocistosi e la stimolazione dei fibrobiasti. In riferimento all’attività immunostimolante, l’Echinacea ha la capacità di potenziare le funzioni delle cellule natural killer e la citotossicità anticorpo-dipendenti delle cellule mononucleari del sangue periferico.

ARPAGOFITO
I primi lavori di farmacologia, pubblicati nel 1958, si devono al professor Zorn dell’istituto Friedrich-Schiller di Iena; egli notò una netta diminuzione dell’infiammazione articolare nell’edema indotto. La proprietà della pianta è dovuta certamente all’intero spettro fitochimico degli estratti pur essendo l’arpagoside il principale degli ingredienti attivi ad azione analgesico e spasmolitico.

MIRRAerboristeria-arcobaleno-schio-benessere-antinfluenzali-manugola-ekinflu-piante
Una frazione sesquiterpenica mostra attività anestetica locale ed antibatterica in vitro su Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa, Candida albicans. La mirra è astringente, antimicrobica e stimola la granulazione dei tessuti.

ORIGANO
L’olio essenziale di Origano è un buon rimedio per la cura delle affezioni delle vie respiratorie caratterizzate dalla presenza di muco e catarro, I suoi vapori presentano una forte attività decongestionante e battericida nei riguardi di molte tipologie di microrganismi causanti infiammazioni delle vie aeree. Da ciò deriva che quest’olio essenziale può essere utilizzato per il trattamento di: raffreddore, tosse, catarro bronchiale e tutte le affezioni ostruttive delle vie respiratorie.

TIMO
Considerate le elevate capacità antimicrobiche riguardo alcuni enterobatteri, funghi e parassiti, l’olio essenziale di Timo trova applicazione nel trattamento di diverse forme di alterazioni della flora intestinale.

SANTOREGGIA
L’olio essenziale di Santoreggia costituisce un efficace presidio nel trattamento di diverse affezioni delle vie respiratorie. In effetti principi attivi contenuti in questo estratto vegetale hanno dimostrato anche sperimentalmente, una forte attività battericida specie nei riguardi di alcune tipologie di batteri e virus in grado di scatenare infiammazioni delle vie respiratorie e dei polmoni. Di conseguenza e possibile utilizzare quest’olio essenziale per: rinofaringiti, laringiti. bronchiti e polmoniti.
La santoreggia ha anche proprietà antivirali aspecifiche che La consigliano nel trattamento di infezioni quali influenza e raffreddore.

ORO E RAME COLLOIDALI
Il Rame (Cu) in oligoterapia catalitica viene impiegato nella febbre e nei processi infiammatori e infettivi, a livello articolare e respiratorio. È in grado di potenziare i meccanismi immunitari di difesa dell’organismo perché partecipa direttamente alla produzione di anticorpi: ciò spiega la sua energica azione antibatterica e antivirale. L’Oro (Au) oltre ad un noto effetto antibatterico, agisce positivamente con un’ attività tonico trofica sul sistema nervoso centrale e sui flussi energetici del nostro corpo, riequilibrando i meridiani energetici dello stesso.

separatore_grigio

erboristeriarcobaleno allergie ribes composto

ribes_compostoRIBES COMPOSTO GOCCE 50 ml

Prezzo: 13,00
pulsante_acquista2

separatore_biancoLa congestione nasale cronica rappresenta un disturbo relativamente comune nella erboristeriarcobaleno allergie ribes composto usopopolazione aduha. Essa determina una difficoltà a respirare attraverso il naso: il paziente è così costretto a respirare attraverso la bocca con conseguente eccessiva secchezza e compromissione della qualità del sonno. L’ostruzione, che tutti prima o poi hanno sperimentato in occasione di un banale raffreddore, può rappresentare la conseguenza di diverse condizioni.

Quando, a causa di un’infiammazione cronica, come per esempio una rinite allergica o una rinite vasomotoria, la mucosa si ispessisce si crea un’ostruzione al passaggio dell’aria. L’infiammazione cronica determina infatti un aumento della permeabilità dei vasi presenti nel rivestimento interno del naso con conseguente passaggio di liquidi e imbibizione dei tessuti.

MODO D’USO: 25 gocce 3 volte al giorno

RIBES NEROerboristeriarcobaleno allergie ribes2
Il gemmoderivato possiede una marcata azione antinfiammatoria, antiallergica e sinergizzante nei confronti di altri gemmoterapici cui spesso viene associato. L’utilizzo del gemmoderivato è indicato nelle manifestazioni cliniche in cui è necessario stimolare la corteccia surrenale, come nelle manifestazioni allergiche, in quelle di natura infiammatoria generali e locali, in particolare a carico dell’apparato locomotore, ma anche dell’apparato respiratorio, digestivo e urinario. L’attivitì antinfiamamtoria attribuita al gemmoderivato è sostenuta, oltre che dall’azione cortison-like, anche dai flavonoidi che si oppongono alla liberazione delle sostanze proflogogene e che, grazie all’azione vitamino-simile, determinano un miglioramento del microcircolo e quindi della vascolarizzazione locale.

ROSA DI MACCHIA
erboristeriarcobaleno allergie rosaLe gemme di Rosa canina vengono ampiamente utilizzate in quanto risultano molto efficaci nella prevenzione e nel trattamento delle patologie infettive a carico dell’apparato respiratorio (rinofaringiti, otiti, tonsilliti). L’uso delle gemme di Rosa canina può aiutare in questi casi ad aumentare le difese dell’organismo ed è quindi importante iniziarne la somministrazione per tempo, in auturmo, e mantenerla, se pur a cicli, per tutto l’inverno.

ABETE BIANCOerboristeriarcobaleno allergie abete
Abies pectinata risulta essere particolarmente indicato per l’azione di sostegno a carico delle vie aeree superiori e per l’azione trofìca a livello dell’apparato scheletrico. Eccellente rimineralizzante, è la gemma che favorisce l’equilibrio minerale e la fissazione del calcio nelle ossa. Le gemme di Abete bianco presentano un organotropismo elettivo nei confronti del tessuto linfatico, equilibrandone la funzionalità, e sono particolarmente indicate nelle infezioni recidivanti delle vie aeree superiori.

 

separatore_grigio

p281_0_04_03

p281_0_04_04Bardana Composta 100 ml
Prezzo: € 22,00
pulsante_acquista2

Favorisce l’eliminazione delle scorie metaboliche.
Assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

separatore_biancoINGREDIENTI: Acqua, alcool, Bardana (Arctium lappa) radice 25%, Rabarbaro (Rheum officinale) rizoma, Fumaria (Fumaria officinalis) sommità, Marrubio (Marrubium vulgare) sommità, Carciofo (Cynara scolymus) foglie, Pilosella (Hieracium pilosella) parti aeree, Salsapariglia (Smilax lanceolata) radice, Cassia alessandrina (Cassia alexandrina) foglie, Finocchio (Foeniculum vulgare) frutti, miele, Arancio dolce (Citrus sinensis) o.e., Garofano(Eugenia caryophyllata) frutti, Echinacea (Echinacea angustifolia) radice, Ginseng (Panax ginseng) radice, Uncaria (Uncaria tomentosa) radice, Cumino(Cuminum cyminum) o.e. Costituenti della miscela ottenuta da preparazione spagyrica Gold-Vitale®.

separatore_grigio

p089_0_26_01

thumb_guarana-compostoGUARANA’ COMPOSTO
Utile per favorire un fisiologico benessere del sistema nervoso.
Compresse 25 gr
Prezzo: € 20,00

pulsante_acquista2

separatore_biancoIngredienti Polveri di: Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus) radice estratto secco titolato in saponine al 5%, Fieno greco (Trigonella foenum-graecum) semi, Equiseto (Equisetum arvense) fusti sterili estratto secco titolato in silice all’1%, magnesio stearato vegetale, Guaranà (Paullinia sorbilis) 7.1% semi, Noce kola (Cola nitida) frutti, Ginkgo (Ginkgo biloba) foglie, Rosa di macchia (Rosa canina) frutti, Germe di grano (Triticum vulgare) olio microincapsulato, cellulosa microcristallina, cutina, silice.
p089_0_26_04Modo d’uso: assumere 2 compresse 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

La guaranina è un analogo della caffeina contenuto nei semi di Guaranà (Paullinia cupana). Questo principio attivo viene ampiamente utilizzato come stimolante, sia in preparazioni estemporanee che sottoforma di specifici integratori alimentari o bevande energetiche.
Nei supplementi dietetici il guaranà si trova solitamente sottoforma di estratto o di semi macinati. Questi ultimi contengono in media dal 3 all’8% di caffeina, potente alcaloide a cui sono dovute le interessanti proprietà del guaranà. La caffeina, infatti, favorisce il rilascio di due ormoni, chiamati adrenalina e noradrenalina (catecolamine), grazie alla sua azione di antagonista competitivo nei confronti dei recettori dell’adenosina. Le catecolamine favoriscono l’aumento del metabolismo corporeo, della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa e del numero di atti respiratori (incrementando, così, l’ossigenazione del sangue).
Per questo motivo il guaranà è consigliato in caso di affaticamento psicofisico, stati depressivi e convalescenza.
Guaranà

EVITA DI ASSUMERE GUARANÀ se soffri di: diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari, ipertiroidismo, ansietà, insonnia e problemi renali. In ogni caso, considerate le numerose interazioni del guaranà con farmaci di uso comune e con alcuni alimenti, è importante consultare un medico per accertarsi che non vi siano controindicazioni al suo impiego. (Fonte:www.my-personaltrainer.it/integratori/guarana.html)

separatore_grigio

p040_0_08_01

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-melisedMELISED gocce 50 ml
Utile per favorire un fisiologico ciclo del sonno
Prezzo: € 20,00
pulsante_acquista2
Assumere 25 gocce 3 volte al giorno.separatore_bianco

p040_0_08_06L’ansia è un’emozione, una risorsa che nel corso dell’evoluzione il cervello ha sviluppato ed affinato nell’intento di proteggere l’individuo dalle minacce che il mondo esterno può sollecitare.

Il sistema è molto complesso e prevede una reazione che è contemporaneamente fisica e psicologica. L’ansia è una risposta sostanzialmente fisiologica ad una sollecitazione interna o esterna che il cervello riceve. Esiste una condizione connaturata con l’individuo, fatta di attese, di preparazione, di sforzo, che fornisce una risposta a ciò che internamente o esternamente ci sollecita.

L’ansia nasce quindi anche dai ricordi o dalle emozioni, dalla elaborazione di quello che ci è successo in passato o che potrà accaderci in futuro, poi c’è quella forma di ansia del tutto sconosciuta e maldestra, che proviene dall’inconscio, che non sappiamo razionalizzare e che ci attanaglia perché sfugge ad ogni identificazione.

Bisogna quindi effettuare una sostanziale divisione tra ansia fisiologica o normale e ansia patologica. L’elemento che li distingue è la percezione che noi riceviamo dal cervello.
La differenza fondamentale tra la normalità e la malattia dell’ansia consiste quindi nella percezione di disagio che proviamo quando siamo di fronte alla tensione, alla preoccupazione, al malessere che sentiamo in assenza di stimoli esterni o interni.

separatore_grigio

p281_0_05_01

p281_0_05_04CARDEPAT® gocce 50 ml
Integratore Alimentare a base di piante e derivati
Prezzo: € 21,00
pulsante_acquista2
Assumere 25 gocce 3 volte al giorno.

Una delle principali attività del fegato è la disintossicazione dell’organismo da tossine, scorie ed altri elementi nocivi.

separatore_biancoIngredienti: Acqua, alcool, Cardo mariano (Silybum marianum) semi 20%, Carciofo (Cynara scolymus) foglie, Tarassaco (Taraxacum officinale) radice, Rabarbaro (Rheum officinale) rizoma, Crisantemo americano (Chrysanthellum americanum) fiori, Crespino (Berberis vulgaris) corteccia, Boldo (Peumus boldus) foglie, Combreto (Combretum micranthum) foglie, miele, olii essenziali di Menta (Mentha piperita) e Rosmarino (Rosmarinus officinalis), Gold-Vitale®, Iron-Vitale®.

p281_0_05_02Il fegato è certamente l’organo che possiede tra le più complesse, ed in parte misteriose funzioni del corpo umano. Il fegato con i suoi 1500 grammi rappresenta la ghiandola più grande del corpo. Esso riceve sangue sia arterioso, ricco in ossigeno, tramite l’arteria epatica, sia venoso, tramite la vena porta che raccoglie il sangue proveniente dall’apparato digerente e dalla milza, ricco di sostanze nutritive.

Epatite A, B e C
I virus capaci di provocare un’infiammazione del fegato sono numerosi e sono stati denominati con le lettere dell’alfabeto dallaA alla G. L’epatite, infiammazione del fegato, viene causata da vari virus, ma anche da alcune sostanze tossiche, da malattie autoimmuni e da condizioni ereditarie.

Alcol e cirrosi epatica
Il consumo di bevande alcoliche (birra, vino, liquori) rappresenta la seconda causa di sviluppo di cirrosi epatica in Italia, un’alterazione diffusa della struttura del fegato.

Fegato, organo centrale per antonomasia, ghiandola che pesa 1000-1550 grammi, è responsabile della depurazione di tutto l’organismo. Se il fegato potesse parlare, direbbe: “Io ti depuro se tu mi tieni depurato”. La depurazione del fegato è un’atto essenziale per l’organismo, un’atto di amore verso se stessi non da poco.

La depurazione del fegato
Parole d’ordine: drenare, riattivare. La depurazione del fegato è indispensabile per smaltire grassi e tossine e tenere alla larga i disturbi che possono attaccare questo prezioso organo. Le malattie del fegato più frequenti hanno natura e origine diversa: possono essere causate da infezioni (soprattutto virali), da cause tossiche (compresi farmaci e alcol) e da reazioni autoimmunitarie. Se questi disturbi non vengono curati diventano cronici e possono evolvere verso la cirrosi epatica, degenerazione per cui le cellule infiammate generano fibrosi (cicatrici) e noduli di rigenerazione di cellule epatiche malfunzionanti.

Acidità, gastrite, crampi addominali sono campanelli d’allarme inconfondibili, segnali che il fegato non sta bene. Stesso discorso vale se ci si alza al mattino con alito cattivo e lingua ingrossata, se, dopo mangiato, la pancia si gonfia troppo, se spuntano brufoli di troppo e l’adipe si concentra tra addome e fianchi. In tutti questi casi è necessaria una depurazione del fegato.

I nemici del fegato a tavola
La depurazione del fegato parte dalla dieta. nel momento in cui si decide di disintossicare questo organo così importante, è bene tenere alla larga tutta il più possibile cibi in scatola e cibi industriali elaborati (che sono cibi energeticamente morti). Alcuni cibi industriali infatti possono contenere coloranti e conservanti, ormoni steroidei e antibiotici. Il fegato si intossica anche a causa di un eccesso di carboidrati come pasta, farina, dolci e bevande zuccherate. Bando ai grassi provenienti da salse e intingoli (mostarda, maionese, ketchup), fritture, salumi e formaggi stagionati, dolci, creme, biscotti al burro.

Oltre alle tossine che introduciamo con l’alimentazione, un altro agente inquinante del fegato è il sentimento controproducente per antonomasia, la rabbia. Occorre trasformare questa emozione e servirsene, anziché diventare suoi schiavi, cosa che può accadere sia se la si reprime, sia se la si manifesta senza soluzione di continuità. Le variazioni della dieta dovrebbero quindi andare di pari passo con i cambiamenti nella vita.

p281_0_05_08CARDO
La silimarina, principio attivo del Cardo, è dotata di sicura azione contrastante gli effetti epatolesivi di svariati agenti epatotossici. La silimarina è in grado di agire sulle lesioni lisosomali e mitocondriali da etanolo.
La silimarina agisce quindi come “protettore di membrana”. Nel trattamento fitoterapico dell’epatite può essere considerata un agente particolarmente valido che oltre ad assicurare una coleresi dolce e una stimolazione delle difese dell’ organismo, favorisce la rigenerazione della cellula epatica. Nelle epatiti virali si ritiene che la silimarina agisca limitando l’aggancio dell’agente virale tramie la protezione delle membrane epatocitarie.

Per le caratteristiche di amaro-tonico-coleretico se ne consiglia l’uso nelle forme di atonia gastrica.

CARCIOFO
Il Carciofo agisce sul metabolismo lipidico diminuendo la produzione di colesterolo e di trigliceridi endogeni e aumentandone l’escrezione o la ridistribuzione nei depositi naturali. Grazie all’attività epatoprotettrice si verifica una diminuzione dell’azotemia tramite la stimolazione della trasformazione epatica di molecole di azoto imperfettamente elaborate dal fegato insufficiente.

p281_0_05_09TARASSACO
La medicina popolare ha riconosciuto a questa pianta il potere di stimolare le funzioni epatiche; studi clinici ne hanno dimostrato l’efficacia e chiarito la funzionalità, Il Tarassaco agisce tramite l’aumento della contrazione della cistifellea (azione colagoga) e sull’aumento della secrezione biliare (azione coleretica); tutte le proprietà ne giustificano l’utilizzo come pianta depurativa e di drenaggio degli organi emuntori.

CRISANTEMO A.
Il crisantemo americano migliora l’attività degli enzimi digestivi del fegato, favorendo di conseguenza l’eliminazione di colesterolo e trigliceridi e inibendone la produzione a livello epatico.

CRESPINO
La corteccia della pianta, contenente la berberina, è utilizzata come stomachico amaro e stimolante della funzionalità epatica.

BOLDO
La boldina esercita un’azione elettiva sulla secrezione biliare e, in particolare, sulla fluidificazione della bile in quanto sarebbe in grado di modificarne le caratteristiche chimicofisiche, diminuendone la densità la viscosità e aumentandone il contenuto acquoso.

COMBRETO
Favorisce la produzione di bile da parte del fegato e la digestione dei cibi.

MENTA
Il suo effetto mercuriale, interamente votato a facilitare tutti gli scambi che interessano il sistema respiratorio si estende a quello digestivo dove si può apprezzare la qualità di contenere le flatulenze, i gonfiori e le irregolarità.

ROSMARINO
A livello fisico è utile per contenere le somatizzazioni nervose: esofagiti, gastriti, duodeniti, dolori al fegato e biliari, coliti.
Approfondimento

separatore_grigio

  p089_0_07_01

thumb_tarassaco-plusTARASSACO-plus gocce 100 ml

Agisce favorevolmente sulla funzione fisiologica espletata dalla ghiandola epatica
Prezzo: € 15,00

pulsante_acquista2

MODO D’USO: Assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

separatore_biancoIngredienti
Acqua, alcool, Carciofo (Cynara scolymus) foglie, Cardo (Silybum marianum) semi, Tarassaco (Taraxacum officinale) radice 19%, Boldo (Peumus boldus) foglie, Marrubio (Marrubium vulgare) sommità, Fumaria (Fumaria officinalis) sommità, Rabarbaro (Rheum officinale) rizoma, Finocchio (Foeniculum vulgare) frutti, Rosmarino (Rosmarinus officinalis) olio essenziale, miele, Iron-Vitale® e Gold-Vitale®.

separatore_grigio

erboristeriarcobaleno-benessere-salute-antiossidanti-schio-olivocomposto

erboristeriarcobaleno-benessere-salute-antiossidanti-schio-olivocomposto-prodottoOLIVO COMPOSTO® gocce 50 ml

Integratore Alimentare a base di piante e derivati che agisce favorevolmente sul fisiologico e normale flusso dell’apparato circolatorio.
Prezzo: € 17,00

pulsante_acquista2

separatore_biancoIngredienti: Acqua, alcool, Olivo (Olea europaea) foglie 30%, Passiflora (Passiflora incarnata) sommità, Biancospino (Crataegus oxyacantha) foglie e fiori, Pilosella (Hieracium pilosella) parti aeree, Fumaria (Fumaria officinalis) sommità; miele, Gold-Vitale®, Iron-Vitale®.

Assumere 25 gocce 3 volte al giorno.

erboristeriarcobaleno-benessere-salute-antiossidanti-schio-ipertensioneL’ ipertensione arteriosa oggi è una delle malattie maggiormente diffuse nei paesi industrializzati, spesso molti soggetti non sono a conoscenza del loro stato patologico se non prima della comparsa di un evento eclatante, ecco perché l’attenzione delle strutture informative preposte è rivolta verso delle adeguate campagne informative. L’ipertensione è una patologia caratterizzata da un aumento considerevole della pressione sanguigna con valori oltre la norma.

Un individuo viene definito iperteso quando la sua pressione arteriosa sistolica o massima è superiore a 140 mmHg e quella diastolica o minima è superiore a 95 mmHg; questi valori, tuttavia, variano in continuazione, per cui prima di confermare una diagnosi d’ipertensione la pressione deve essere misurata più volte. Sicuramente uno dei fattori causali dell’ipertensione è l’alimentazione errata, insieme con questa vi sono tre terapie, non farmacologiche, correlate e raccomandate dalle società scientifiche che sono: il calo ponderale, la restrizione di sodio, la restrizione di alcool.

erboristeriarcobaleno-benessere-salute-antiossidanti-schio-oleamax-ulivo-foglieOLIVO
Dal punto di vista clinico le foglie di olivo possono essere impiegate nelle forme di ipertensione arteriosa di grado modesto, ove determinano ipotensione tramite un meccanismo di vasodilatazione periferica senza provocare azione depressoria sul cuore. Gli acidi grassi contenuti nell’estratto di Olivo riducono inoltre la viscosità ematica e facilitano la diuresi. L’effetto ipotensore compare dopo 20-30 minuti dalla somministrazione ed aumenta gradatamente sino a determinare la scomparsa dei distrubi dovuti allo stato ipertensivo.

PASSIFLORA
Questa pianta viene spesso utilizzata negli adulti anche per il trattamento dell’eretismo cardiaco (palpitazioni e tachicardie dei soggetti ansiosi). In ciò ha un utilizzo del tutto simile al Biancospino, al quale viene spesso associata per la sua attività sul miocardio.

BIANCOSPINO
A livello cardiaco incrementa l’apporto ematico a miocardio e coronarie, determinando una migliore tolleranza all’anossia. La pianta agisce sul sistema cardiovascolare da una parte dilatando la muscolatura dei vasi, in particolare quelli coronarici, per cui diminuendo la resistenza periferica determina un’azione ipotensiva, dall’altra agendo direttamente sul miocardio con un’azione inotropa positiva. Il Biancospino manifesta proprietà inotrope positive e cronotrope negative (rinforza e rallenta le contrazioni del miocardio), nonchè domotrope positive (> conducibilità), batmotrope negative (> eccitabilità). In particolare l’azione inotropa positiva sarebbe riconducibile all’inibizione della c-AMP-fosfodiesterasi.erboristeriarcobaleno-benessere-salute-antiossidanti-schio-biancospino

PILOSELLA
I diuretici hanno la funzione di far aumentare l’escrezione urinaria. L’aumento del flusso di urine fa si che ci sia meno “massa liquida” nel sangue, e tale diminuzione, creando una diminuzione in volume del sangue, fa si che la pressione diminuisca. La Pilosella è una delle piante a maggiore azione diuretica per la presenza di umbelliferone. Essa agisce direttamente a livello dei tubuli renali, dove stimola l’escrezione di acqua, sodio, cloro e scorie azotate, senza irritare in alcun modo i reni.

FUMARIA
La Fumaria in associazione a Pilosella e Biancospino agisce a livello del miocardio aiutando a controllare le alterazione dei battiti cardiaci.

approfondimentoApprofondimento

separatore_grigio

p089_0_28_01NORMORIT® 50 ml 

Agisce favorevolmente sul fisiologico benessere del cuore.
Prezzo: € 21,00

pulsante_acquista2

p089_0_28_03INGREDIENTI: Acqua, alcool, Biancospino (Crataegus oxyacantha Medicus) foglie e fiori, Cardiaca (Leonurus cardiaca L.) sommità, Fumaria (Fumaria officinalis L.) sommità, Arancio dolce (Citrus sinensis L. var. Dulcis) o.e., Limone (Citrus limon Burm. F.) o.e., miele, miscela di aromi naturali.

Dosaggio: 25 gocce 3 volte al giorno (2 ml)
75 somministrazioni per flacone (25 giorni)
Il Biancospino ha un’importante attività trombofila e antisclerosante, è un eccellente regolatore dei movimenti cardiaci. Tonifica il miocardio, in particolare a livello del ventricolo sinistro. Sia i frutti sia i fiori sono ricchi in quercetina (sostanza attiva), importante stimolatore del nuovissura (1)sistema immunitario. È un vasodilatatore a livello coronarico.

La Cardiaca agisce sul sistema cardiovascolare determinando vasodilatazione, abbassamento della pressione, diminuzione della frequenza delle pulsazioni cardiache. Contribuisce inoltre a sedare l’eccitazione nervosa che consegue a stati ansiosi.

Tra i costituenti sono importanti: la leonurina, alcaloide con proprietà uterotoniche ed una spiccata azione sulle cellule del miocardio, i terpeni con proprietà antinfiammatorie, infine gli iridoidi e i polifenoli. È interessante segnalare che la Fumaria agisce a livello del miocardio aiutando a controllare le alterazione dei battiti cardiaci con alternanza di tachicardia e di bradicardia causate da labilità del sistema nervoso.

L’olio essenziale di Arancio è utile nelle palpitazioni, negli spasmi cardiaci ed è un ottimo rilassante per la vita moderna.

L’olio essenziale di Limone è un tonico venoso, antisclerotico ed un attivatore dei globuli bianchi, utile nell’arteriosclerosi e nell’ipertensione.

p089_0_09_01
p089_0_09_02OSTEOCORAL compresse
Utile per favorire il fisiologico mantenimento della normale densità ossea.

Prezzo: € 19,00

pulsante_acquista2

Ingredienti
Dolomite, Calcio carbonato, Calcio ascorbato, Magnesio stearato vegetale, cellulosa microcdstallina, Equiseto (Equisetum arvense) estr. secco tit. in silice al 1%, Calcio chelato , Corallo fossile, cutina, Soja (Soja hispida) tit. in isofiavoni al 10%, Boro proteinato, Vitamina D3.

Modo d’uso: 2 compresse 3 volte al giorno
OSTEOPOROSI E MENOPAUSA
Il legame fra menopausa ed osteoporosi è noto da tempo: la cessata produzione di estrogeni da parte delle ovaie rappresenta un fattore di rischio per l’insorgenza della malattia.

L’osteoporosi è una malattia sistemica dell’apparato scheletrico caratterizzata da una bassa densità minerale ossea e da un deterioramento della microarchitettura del tessuto osseo. Le ossa diventano quindi più fragili e sono esposte ad un maggior rischio di frattura per traumi anche minimi.

Le fratture costituiscono l’evento clinico più rilevante dell’osteoporosi, anche perché interessano con maggiore frequenza il polso, le vertebre ed il femore. Più che una “malattia” l’osteoporosi è una “sindrome” cioè una patologia condizionata da numerosi fattori e da non completamente conosciute.Le cure per l’osteoporosi sono lunghe e non conducono alla guarigione completa, ma servono al contenimento della malattia.

La prevenzione è quindi di fondamentale importanza e consiste in primo luogo nel cercare di raggiungere una massa ossea adeguata quando si è giovani.

La prevenzione si fonda su almeno tre punti:
a. assumere una quantità adeguata di calcio e vitamina D;
b. evitare la sedentarietà, ma anzi non perdere occasione per svolgere una efficace attività fisica;
c. non fumare e ridurre il più possibile il consumo di alcol.

p089_0_09_05CALCIO
La funzione principale del calcio è di agire in concomitanza con il fosforo per la formazione e il mantenimento delle ossa e dei denti. Quando le concentrazioni sono troppo elevate (calcium rigor), gli ormoni e la vitamina D fanno si che il calcio venga depositato nel suo punto di riserva: le ossa.
La carenza di calcio è molto diffusa tra gli esseri umani che consumano una quantità del minerale che va da un terzo a metà della quantità necessaria. Nell’osteoporosi, le ossa diventano porose e fragili perché il calcio viene sottratto dalle ossa e da altre parti del corpo molto più velocemente di quanto non si depositi. Tuffi gli esseri umani perdono densità ossea a partire dai 30/40 anni.
Un eccesso di perdita colpisce oltre 20 milioni di persone, soprattutto le donne dai 45 anni in su. Bassi livelli di calcio aumentano il rischio di ipertensione (alta pressione del sangue). Il calcio può combattere gli effetti del sodio nello sviluppo dell’ipertensione. Le carenze gravi possono causare aritrnie cardiache, demenza e convulsioni.
Gli anziani possono essere carenti a causa di maggiori problemi di assorbimento e un minor consumo di alimenti ricchi di calcio. Una carenza di calcio leggera può causare crampi, dolori alle giunture, palpitazioni cardiache, aumento del livello del colesterolo, polso debole, insonnia, rallentamento della crescita, eccessiva irritabilità di nervi, crampi muscolari, unghie fragili, eczema e intorpidimento di braccia e gambe.

CORALLO FOSSILE
Sebbene si parli generalmente di calcio di corallo, il corallo non contiene solo calcio, ma tutti i minerali di cui l’organismo ha bisogno. L’efficacia del corallo si basa in prevalenza sulla grande quantità di oligoelementi minerali in esso contenuti. I minerali sono elementi base della salute.
Con l’introduzione di minerali di corallo nell’organismo le riserve vengono ripristinate e il valore del pH torna al suo livello alcalino naturale (elevato valore pH). Il sistema immunitario migliora così come lo stato di salute generale. Le malattie infatti prosperano in ambiente acido (basso valore pH) e recedono in ambiente alcalino (elevato valore pH).
Il calcio è uno dei principali costituenti del corallo, ma ancora più importanti sono gli oligoelementi, anch’essi presenti nei coralli, I minerali di corallo hanno la capacità di ionizzarsi a contatto con l’umidità, cosa che li rende ancor più metabolizzabili.separatore_bianco

p089_0_09_06SOJA
È noto che i fitoestrogeni hanno un’azione estrogenica, cioè simile a quella degli ormoni estrogeni. Le ricerche sulla funzionalità degli isoflavoni sono state effettuate nei paesi asiatici, dove si era riscontrato una minore incidenza delle fratture dell’anca nelle donne in menopausa. Studi cImici hanno dimostrato che le donne che integravano la loro dieta con isoflavoni di soia, avevano una minore perdita ossea rispetto a quelle che assumevano il placebo.

VITAMINA D3
La vitamina D è essenziale per il mantenimento dell’omeostasi del calcio e del fosfato. La forma metabolicamente attiva è l’1,25-(OH)2-colecalciferolo che agisce favorendo:
– l’assorbimento del calcio a livello intestinale;
– il riassorbimento del calcio e del fosforo nel tubulo contorto prossimale;
– la deposizione del calcio a livello del tessuto osseo.

EQUISETO
L’Equiseto è un’ottima fonte di silicio. La sua azione rimineralizzante non era conosciuta finchè Vaquelin suggerì l’ipotesi che tramite riarrangiamenti di sito degli elettroni, il silicio potesse facilitare la formazione di carbonato di calcio.

separatore_grigio

p281_0_07_01

p281_0_07_02PILURESIS gocce 100 ml (Pilosellacomposta)
Prezzo: € 20,00
pulsante_acquista2

Chi beve pochi alcolici, non fuma, pratica una attività fisica a livello mediamente intenso ed è in peso forma non soffre di ritenzione idrica. La renella è un insieme di agglomerati di sostanze saline prodotte dal rene. Causa la microcalcolosi che può provocare coliche, più precisamente cistiti, uretriti, uretrocistiti. Se troppo abbondante può indicare la presenza di un calcolo vescicale o di un’eccessiva quantità di sali urici. Importante bere molta acqua povera di calcio ed evitare qualsiasi tipo di latticini.

Per ritenzione idrica si intende la tendenza a trattenere liquidi nell’organismo, ed è un fenomeno che non provoca solamente danni estetici, ma alla lunga può causare anche gravi patologie come l’insufficienza renale.
La ritenzione idrica circolatoria è caratterizzata dalla tumefazione dei tessuti molli a causa dell’accumulo di liquido extracellulare, ovvero del liquido compreso negli spazi tra le cellule. Tale liquido è normalmente drenato dalla circolazione venosa e linfatica, che ne garantiscono il ricambio, fondamentale per allontanare dalle cellule le sostanze di rifiuto dannose per le cellule e per garantire un sufficiente apporto di sostanze nutritive utili. Se si verifica una stasi della circolazione, causata dal mal funzionamento del sistema venoso e di quello linfatico, allora sopraggiunge la ritenzione idrica.

Le cause possono essere di tipo ormonale o indotte da farmaci o da cattiva circolazione. I farmaci che possono determinare ritenzione idrica sono prevalentemente antinfiammatori, cortisonici, antistaminici, contraccettivi orali, terapia ormonale sostitutiva per la menopausa.

p281_0_07_04PILOSELLA
La Pilosella è una delle piante a maggiore azione diuretica per la presenza di umbelliferone. Essa agisce direttamente a livello dei tubuli renali, dove stimola l’escrezione di acqua, sodio, cloro e scorie azotate, senza irritare in alcun modo i reni.

SPACCAPIETRA
L’ultimo rimedio contro la calcolosi urinaria arriva dall’erba spaccapietra, usata da sempre nel Sud Italia. La validità del Phyllanthus niruri o Ceterach officinarum, nomi scientifici della pianta, è stata sperimentata dai ricercatori dell’Università di Modena della Clinica Urologica diretta da Giampaolo Bianchi tramite uno studio clinico sul trattamento della calcolosi; l’utilizzo della Spaccapietra ha avuto risultati positivi nel 94% dei casi

UVA URSINA
Uva ursina è una droga tradizionalmente impiegata nel trattamento delle infezioni delle vie urinarie. Può essere prescritta in caso di cistite acuta, cistite cronica a flora batterica banale, nell’uretite, nella colobacillosi.

SALSAPARIGLIA
La pianta è dotata di una notevole azione diuretica, azoturica e ipoazotemica e, per quanto riguarda le indicazioni terapeutiche che le possono essere attribuite derivano soprattutto da tali proprietà che determinano un’azione disintossicante a livello generale con aumento dell’eliminazione dei cataboliti e, in particolare dei valori di acido urico urinario.

p281_0_07_05

FUMARIA
Questa pianta è quasi sempre utilizzata per la sua efficacia nella terapia delle affezioni epatobiliari. Possiede blanda azione diuretica.

ASPARAGO
La radice ed il rizoma sono considerati suscettibili di favorire l’eliminazione renale di acqua. Sarebbero i saponoidi a conferire alla droga proprietà diuretiche e depurative. Le saponine, infatti, determinano un’azione irritante a livello dell’epitelio renale con aumento della screzione urinaria.

ORTOSIFON
La pianta viene utilizzata per incrementare la diuresi nelle malattie di natura batterica ed infiammatoria a carico delle vie urinarie escretrici. È pertanto consigliata nel trattamento delle infiammazioni del tratto urinario e, come coadiuvante, nel trattamento delle infezioni urinarie.

ROSA DI MACCHIA
La tintura della pianta adulta esercita, oltre all’attività vitaminica un’azione blandamente diuretica e ipoglicemizzante. Per la presenza di tannini, sostanze ad azione astringente, sono raccomandati come astringenti intestinali, antidiarroici ed antinflammatori.

RIBES NERO
Le foglie di Ribes nero sono dotate di proprietà diuretiche e antireumatiche. Parte dell’azione diuretica sarebbe dovuta all’ olio essenziale che sdoppiandosi libererebbe un’ossidasi molto attiva sull’epitelio renale del quale stimolerebbe la secrezione determinando una notevole diuresi.

separatore_grigio

Estratti spagyrici monopianta
SYS – Soluzione Idroalcolica Spagyrica

p089_0_11_01 - Copia
Un orientamento molto diffuso tra gli operatori CAM che hanno una formazione approfondita in fitoterapia è quello di utilizzare per il trattamento dei propri pazientì estratti singoli di piante, per una somministrazione molto più specifica delle proprietà della pianta stessa.
produce una gamma di più di 120 tinture singole denominate SYS – Soluzione Idroalcolica Spagyrica.

Per capire cos’è una SYS si può fare una analogia con le estrazioni classiche della tradizione erborìstica, tenendo a mente però che la SYS racchiude in se tutti i Tre Principi filosofici dell’Alchimia: Zolfo, Mercurio e Sale.
Il modo più semplice di utilizzare una SYS è quella di selezionare la pianta sulla base delle proprietà biochimiche dei principi attivi in essa contenuti; gli effetti sull’organismo saranno medesimi che otterremmo con la somministrazione di qualsiasi tintura, con la differenza che la SYS sarà caratterizzata da un contenuto di principi attivi nettamente superiore in quanto il suo rapporto di estrazione minimo è di 1:5, ossia per ogni chilogrammo di pianta vengono utilizzati solo 5 litri di solvente acqua/alcool; la tradizione erboristica, come riportato dalla varie Farmacopee, invece, è caratterizzata da un rapporto dì estrazione 1:10, ossia per ogni chilogrammo di pianta si utilizzano 10 litri di solvente risultando in una maggiore diluizione della tintura finale.

Efficacia delle SYS
La spiegazione di questa eccelsa funzionalità delle SYS risiede nelle fasi successive del processo di lavorazione di una SYS che sono totalmente assenti in quelle di una tintura classica. La SYS è un concentrato di Energia di Vitale contenente in se le componenti organiche nonchè quelle inorganiche della pianta. Le nostre SYS vengono prodotte da piante secche per garantire una omogeneità nella lavorazione e nel risultato finale, in considerazione anche del fatto, che nel caso di piante non occidentali è quasi impossibile il reperimento nella forma fresca. L’attività di coltura e raccolta avviene secondo rigorosi standard qualitativi. Una volta giunta in azienda, la pianta subisce un primo controllo da parte del Laboratorio di Analisi e Ricerca al fine di confermarne la biotipologia. La fase successiva consiste nel mettere a macerare la pianta in una soluzione idroalcolica (acqua/alcool) ad un grado prestabilito dalle procedure di produzione. L’alcool utilizzato per la preparazione della tintura sarà stato lavorato secondo precisi canoni alchemico-spagyrici per amplificarne l’effetto estrattìvo. La macerazione delle nostre referenze awiene con un sistema denominato E.C.I – Estrazione Circolativa Integrale – che è caratterizzato da temperature costanti mai superiori ai 30° C e dalla lavorazione in assenza di aria.

p089_0_11_03L’estrattore E.C.I. coniuga due fasi importanti della lavorazione spagyrica, quelle di macerazione e circolazione, in un unico passaggio; il sistema infatti permette alla tintura di circolare, quindi passare dallo stato liquido a quello gassoso e viceceversa, per centinaia di volte per l’intera quantità in meno di 15 giorni. Una volta terminata la fase di Macerazione-circolazione, il liquido viene recuperato e la fase solida (pianta) verrà torchiata. Se il nostro lavoro consistesse in una preparazione classica di tinture di piante, il processo terminerebbe qui e la tintura ottenuta sarebbe imbottigliata.

Quella che segue è una lavorazione spagyrica che dona al prodotto una maggiore intensità ed efficacia; per motivi di segretezza, nonchè per lasciare a chi studia la possibilità di percorrere il suo cammino alchemico, alcune fasi saranno volontariamente celate.

La SYS è un essere vivente fatto di materia organica ed inorganica; ed è proprio l’estrazione di questa seconda parte della materia che la caraterizza profondamente. La pianta residuata dall’estrazione, privata quindi delle componenti attive, viene incenerita. Segue il processo di purificazione salve et coagula, il quale se ben eseguito, darà vita a sali cristallini che conterranno gli oligoelementi caratteristici della pianta. La coobazione del Sale con la lintura rappresenterà la riunione dei principi Mercurio, Sale e Zolfo, che avranno così terminato la loro via di separazione, purificazione e riunione.
p089_0_11_04

La SYS rappresenta nuovamente l’Uno dal quale siamo partiti.

 

separatore_grigio

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-sys-damianaSYS DAMIANA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema nervoso
Prezzo: € 13,00

pulsante_acquista2

Ingredienti: acqua, alcool, Damiana (Turnera diffusa) foglie 20%, mieleerboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-damiana
Modo d’uso: 25 gocce 3 volte al giorno in poca acqua, prima dei pasti.

La Damiana fu una delle piante officinali più importanti per i Maya. La utilizzarono soprattutto contro l’asma poichè nella loro lingua la pianta si chiama “x misib kok” che significa “l’’essere che spazza via l’asma”.

La Damiana aumenta la capacità di prestazione, lenisce depressioni e favorisce il desiderio sessuale. In questo contesto fu appurato che le piante calmanti l’asma sono per lo più, sia nell’uomo che nella donna, anche afrodisiache. I Maya conoscevano l’effetto erotizzante della turnera diffusa e ne bevevano regolarmente un infuso delle foglie.
Ciò che il ginseng era per i Cinesi e l’eleuterococco per i Russi la turnera lo fu per i Maya. L’erba contiene un olio essenziale contenente cineolo, cimolo e pinene, diverse sostanze disinfettanti, damianina (una sostanza amara), arbutina, tannino, glucoside e resina. Questi principi attivi sono neurotonici, antispastici, tonificanti e diuretici.

separatore_grigio

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-sys-eleuterococcoSYS ELEUTEROCOCCO gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema nervoso
Prezzo: € 13,00

pulsante_acquista2

Ingredienti: acqua, alcool, Eleuterococco (Eleutherococcus senticosus) radice 20%, miele

Modo d’uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-eleuterococcoL’eleuterococco è una pianta che appartiene alla stessa famiglia del ginseng. Gli effetti benefici dell’eleuterococco sono stati scoperti dai Lapponi in Finlandia ed in Russia. Essi osservarono che le renne che se ne cibavano in autunno superavano l’inverno meglio di quegli animali che non ne mangiavano.

In base a ricerche scientifiche sulla radice si appurò che l’eleuterococco contiene le sostanze attive del ginseng in quantità ancora maggiori del ginseng stesso. I principi attivi riducono lo stress, leniscono depressioni, aumentano la prestazione fisica e mentale senza turbare il sonno.

Gli adattogeni sono in grado di ottimizzare la secrezione degli ormoni. Assunto regolarmente l’eleuterococco, che viene considerato un elisir di lunga vita in grado di stimolare l’appetito sessuale, rafforza il sistema immunitario ed equilibra l’energia. I costituenti responsabili dei caratteristici effetti biologici delle radici di Euleuterococco possono distinguersi in due gruppi. Al primo appartengono Lignani, Eleuteroside B4, ciringaresinolo, Eleuterosidi E1, D, E, B, B1, siringenina. Al secondo veri polimeri saccaridi ad attività immunostimolanti, una serie di glicani (Euleterani A-C1) e gli steroli B-sitosterolo e dancosterolo (eleuterosile A).

separatore_grigio

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-sys-muira-puamaSYS MUIRA PUAMA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema nervoso
Prezzo: € 13,00

pulsante_acquista2separatore_bianco

Ingredienti: Acqua, alcool, Muira puama (Ptycopetalum olacoides) rizoma 20%, mieleerboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-muira-puama
Modo d’uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno
I brasiliani e gli abitanti delle zone della foresta amazzonica utilizzano Muira puama come corroborante ed in caso di stanchezza sessuale. L’effetto perdura per un lasso di tempo prolungato. La corteccia aromatica, rossastra interna contiene lo speciale alcaloide muirapuamina, tannini, sitosterina, lievi sostanze amare ed oli essenziali aromatici. Questi agenti hanno effetto tonificante sul sistema nervoso, favoriscono la digestione ed hanno contribuito al nome “legno della potenza”, essendo il legno molto duro ed in grado di sciogliere blocchi aortici e di traumi. Gli indigeni dell’Amazzonia lo utilizzano contro la sterilità. Prodotti spagirici

separatore_grigio

p040_0_11_09p040_0_11_011SYS MELISSA 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere della tiroide, il rilassamento e il benessere mentale.
Prezzo: € 13,00
pulsante_acquista2

Ingredienti: Acqua, alcool, Melissa (Melissa officinalis) foglie 20%, miele
Modo Uso: Salvo diversa indicazione di un operatore specializzato assumere 25 gocce 3 volte al giorno.

p040_0_11_010I preparati a base di Melissa hanno proprietà sedative, spasmolitiche ed antibatteriche. Contribuiscono a questa caratteristica sia i flavonoidi (cimaroside, rammazina, cosmosina, isoquercitrina) che i triterpeni (acido ursolico, oleanolico e pomolico). Le caratteristiche antibatteriche sono, invece, proprie di acidi polifenolici quali l’acido rosmarinico, il ferukico, il caffeico, il clorogenico, e dell’olio essenziale. Per uso esterno è utile nell’herpes simplex, per impacchi locali 3-4 volte al dì. Della pianta si usano le foglie e le sommità fiorite. Questa pianta può essere utile come coadiuvante in dispepsie, aerofagie, emicranie di origine digestiva, flatulenze, spasmi gastrici, piressia gastrica, vomito, spasmofilie, sindromi premestruali, spasmi uterini, forme nervose e ansiose.

separatore_grigio

p089_0_14_02

p089_0_14_04SYS SALVIA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema riproduttivo femminile.
Prezzo: € 13,00

pulsante_acquista2

Ingredienti: acqua, alcool, Salvia (Salvia offiicinalis) foglie 20%, miele.

Modo d’uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno.

La pianta ha proprietà toniche, digestive, balsamiche, ipoglicemizzanti, espettoranti, antiinfiammatorie, emmenagoghe, afrodisiache, regolatrici del vago-simpatico, antisudorali. Per uso esterno, è indicata nell’afta e nella stomatite e nelle leucorree. Della pianta si usano le foglie. Questa pianta può essere utile come coadiuvante nell’insufficienza epatica, colecistite cronica, astenie, surmenage colonpatie da fermentazione. Ricordiamo anche che le foglie di salvia erano usate come dentifricio strofinandole sui denti.

separatore_grigio
p089_0_14_02p089_0_14_08p089_0_14_07SYS CALENDULA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema riproduttivo femminile.
Prezzo: € 13,00

pulsante_acquista2

Ingredienti: acqua, alcool, Calendula (Calendula officinalis) fiori 20%, miele.

Modo d’uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno.

La calendula e` molto usata anche per uso esterno (sia come lavaggi che in gel) contro irritazioni, arrossamenti, eczemi, ferite. La calendula contiene olio essenziale, la calendulina, un amaro, saponina, vitamina C, acido salicilico. Ha proprieta` vulnerarie antispasmodiche, antinfiammatorie, lenitive, decongestionanti e idratanti. Tra i suoi costituenti chimici troviamo triterpeni, flavonoidi, olio essenziale, poliacetileni, caroteni, xantofille, lattoni sesquiterpenici (caleridina), polisaccaridi immunostimolanti. I poliacetileni e alcune frazioni dell’olio essenziale mostrano proprieta` batteriostatiche; polisaccaridi immunostimolanti e saponosidi triterpenici accelerano la guarigione di ferite e infiammazioni dermiche per induzione leuococitaria e proliferazione connettivale.

separatore_grigio

p281_0_31_01

thumb_sys-fucusSYS FUCUS gocce 50 mlfucus-vesiculosus-whole-plant-1
Utile per favorire il fisiologico benessere della tiroide
Prezzo: € 12,00
pulsante_acquista2

Ingredienti: acqua, alcool, Fucus (Fucus vesiculosus) tallo 20%, miele
Modo d’uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno

Il Fucus (Fucus vesiculosus) è un’alga marina di colore verdastro molto ricca di iodio, per questo motivo stimola la tiroide ed i processi metabolici destinati a smaltire l’eccesso di grasso e calorie. Ha proprietà lassative, emollienti, espettoranti, dimagranti. Per l’estrazione dei suoi principi, dell’alga si utilizza il tallo. Questa pianta può essere utile come coadiuvante in: obesità*, costipazione cronica, affezioni polmonari, bulimia, depressione immunitaria, cellulite. L’attività immunomodulatrice è dovuta ai mucopolisaccaridi, mentre polifenoli e metabolici solforati agiscono sinergicamente come diuretici.

*associata ad un regime dietetico ipocalorico e a una adeguata attività fisica

separatore_grigio

p281_0_35_01

p281_0_35_02SYS GRAMIGNA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema renale
Prezzo: € 13,00
pulsante_acquista2

Ingredienti: acqua, alcool, Gramigna (Agropyron repens) rizoma 20%, miele.
Modo d’uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno

Pianta che cela dietro un´umile aspetto insospettate qualità salutistiche che la fanno preziosa e stimata in campo di fitoterapia. Svolge un´eccellente azione diuretica-ipotensiva, emolliente, depurativa del sangue ed essa si raccomanda in tutti i casi di malattie infiammatorie del fegato, della milza, delle vie urinarie, nella gotta, nell´artrite e nell´eczema.

p281_0_35_04Drenante in caso di artrosi, artrite, iperuricemia; drenante epato-biliare e renale nei trattamenti disintossicanti; coadiuvante nell´ipertensione e nelle infiammazioni delle vie urinarie;

indicata in caso di edemi di natura cardiaca o renale.

Controindicazioni
Tende ad abbassare la pressione e quindi è sconsigliato alle persone che soffrono di ipotensione.

separatore_grigio

p281_0_35_05

p281_0_35_06SYS EQUISETO gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere dei reni
Prezzo: € 13,00
pulsante_acquista2

Ingredienti: Acqua, alcool, Equiseto (Equisetum arvense) fusti sterili 20%, miele.
Modo d’uso: Assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

Pianta diffusa nelle zone temeperate dell’emisfero settentrionale, l’quiseto contiene oltre il 10% di componenti minerali, di cui quasi i 2/3 sono rappresentati dall’acido silicico sotto forma di silicati idrosolubili. Altri componenti sono flavonoidi (quercetina e glucosidi del kempferolo), tracce di alcaloidi, acidi polemici e di carbossilici (acido equisetolico), Calcio, Potassio e Magnesio.

p281_0_35_08Ha proprietà diuretiche, emostatiche, mineralizzanti e antinfiammatorie. Si usa la pianta in toto. Questa pianta può essere utile come coadiuvante nella gotta, epitassi, decalcificazione, nefrite, cistite, insufficienza renale, idropisia, metroraggie, demineralizzazione, osteoporosi, arteriosclerosi e fratture.

Un alleato delle vie urinarie
Viene utilizzato principalmente come diuretico, soprattutto quando assunto in forma di decotto o di estratti titolati in flavonoidi. Le sue caratteristiche lo rendono un utile rimedio sia in caso di ritenzione idrica che per il drenaggio delle vie urinarie. Per questo e` tradizionalmente utilizzato sia come utile coadiuvante per ridurre le recidive di cistite che per il benessere della prostata. Preparati ricchi della polvere o estratti titolati in silicio invece si possono considerare degli utili integratori di questo elemento. Sebbene il silicio non sia oggi considerato un minerale essenziale nel senso che non compare normalmente nelle tabelle nutrizionali, diverse evidenze ne stanno supportando l’importanza per il benessere del tessuto connettivo, di cui un esempio classico sono unghie, capelli, e tessuto osseo.

separatore_grigio

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-sys-cardiacaSYS CARDIACA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del cuore
Prezzo: € 13,00

pulsante_acquista2separatore_bianco

La cardiaca (Leonurus Cardiaca) agisce sul sistema cardiovascolare determinando vasodilatazione, abbassamento della pressione, diminuzione della frequenza delle pulsazioni cardiache. Contribuisce inoltre a sedare l’eccitazione nervosa che consegue, ad esempio, ad un superlavoro della tiroide, a turbe del climaterio ed a stati ansiosi. Nei tempi passati se ne è fatto uso nelle crisi epilettiche.

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-leonurinaQuasi tutti i moderni ricercatori sono d’accordo su queste proprietà, ma indicano che infusi e tinture ottenute con alcool di bassa gradazione hanno una blanda attività.

Tra i costituenti sono importanti la leonurina, un alcaloide con proprietà uterotoniche ed una spiccata azione sulle cellule del miocardio, di terpeni con proprietà antinfiammatorie, iridoide e polifenoli.

Assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

La tradizione popolare e gli antichi studi le attribuivano le seguenti proprietà:

Mattioli (XVI secolo): antispasmodica, astringente; Peter e Wallmer (1920):diuretica, emmenagoga; Gilbert (XVIII secolo): espettorante, ossitocica, tonica, vermifuga; Peyrilhe e Schultz (1958): eupeptica, stomachica; Kahnt (1906): ansiolitica, sedativa, antiasmatica; Peter (1930): sedativa, cardiaca, antidispnoica, per le tachicardie degli ipertiroidei; Holms-King-Lloyd-Mumbray (1930): disturbi nervosi, eccitazione nervosa, palpitazioni, isteria; Weiss (1970): ipertiroidismo, nevrosi vegetative.

Risulta che la Cardiaca sembra possedere un’azione globale terapeutica antiadrenergica e antispasmodica. E’ interessante notare che gli autori anglosassoni desumono dai loro risultati un’ azione che sembrerebbe simpaticolitica.

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-sys-cardiaca-cuoreSecondo la scuola tedesca è indicata nei disturbi cardiaci di origine nervosa, anche associati ad iperfunzionalità. Per Van Hellemont aumenta la diastole, il polso rallenta e, sotto la sua azione, si manifesta un leggero effetto ipotensore. Per queste caratteristiche egli la consiglia nei disturbi cardiaci nervosi e funzionali, nell’angina pectoris e per migliorare la circolazione coronarica.

Secondo questo autore vanta delle proprietà sedative paragonabili a quelle della valeriana ed è perciò indicata nell’ansietà.

Le sperimentazioni più recenti sono mirate soprattutto a studiarne le proprietà sedative cardiache: alterazioni del ritmo cardiaco (extrasistoli atriali di carattere benigno, extrasistoli ventricolari monomorfe, tachicardie sinusali) accompagnate da sintomatologie ben specifiche della spasmofilia quali l’angoscia, la fatica mattutina, l’insonnia ed altri disturbi vascolo e viscero-vegetativi. Queste condizioni sono molto sovente la conseguenza di grandi stress quali perdita dell’impiego, divorzio, problematiche di tipo economico-fiscale, problemi coniugali, problemi nella riuscita in seno all’ambiente familiare o professionale. Possono soppraggiungere o peggiorare in corrispondenza del ciclo mestruale. Tali situazioni patologiche presentano tutte delle disfunzioni dell’eccitazione del miocardio dovute all’ipereccitabilità neuromuscolare dell’organo stesso. La spasmofilia è probabilmente la condizione che le accomuna tutte e che ne spiega la molteplicità delle manifestazioni; questa ipereccitabilità miocardica è accompagnata da una simpaticotonia, e ciò è vero sia per i disturbi senoatriali della tachicardia sinusale o dell’aritmia sinusale, sia per le disfunzioni eterotropedel ritmo come le E.S.V. e la tachicardia parossistica. In questi casi Leonorus Cardiaca si è rivelata particolarmente utile.

separatore_grigio

p267_0_30_01

p267_0_30_03SYS ARPAGOFITO gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema osteo-articolare
Prezzo: € 13,00

pulsante_acquista2

Ingredienti: acqua, alcool, Arpagofito (Harpagophytum procumbens) radice 20%, miele.
Modo d’uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno.

artiglioimages_2_-_copiaGli indigeni del Sudafrica conoscono la pianta da lungo tempo utilizzandola contro malattie reumatiche ed in caso di disturbi gastro-intestinali;

Le principali sostanze contenute sono: arpagide, arpagoside, procumbide, una miscela di fitosterina, triterpene, flavonoidi, acidi grassi insaturi, acido di cannella ed acido clorogenico.

Si sono ottenuti grandi successi con l’arpagofito che è in grado di sciogliere le congestioni epatiche, di stimolare la cistifellea ed il pancreas.

L’ arpagofito (artiglio del diavolo) è inoltre in grado di ricostituire la sostanza cartilaginea ed ha pertanto effetto lenitivo in caso di ischialgie, è un balsamo per le articolazioni e riduce il tasso di colesterolo. Può anche essere utilizzato nei casi di dolori articolari, artrosi, reumatismi, artrite, malattie della cartilagine, sciatica, varici e emorroidi.

Ha proprietà antireumatiche (combatte la formazione di acido urico) e depurative del sangue. Questa pianta puo essere utile come coadiuvante nell’acne e la foruncolosi.

separatore_grigio

p089_0_14_02
agnocasto12_-_copiaSYS AGNOCASTO gocce 50 ml
Utile per il naturale benessere del sistema riproduttivo femminile
Prezzo: € 13,00

pulsante_acquista2

L’agnocasto (Vitex agnus castus) è un arbusto perenne che cresce spontaneo nei Paesi dell’Europa meridionale, tra cui l’Italia. I principi attivi (diterpeni biciclici) che si ricavano dai frutti maturi ed essiccati, di aspetto simile al pepe nero, esercitano effetti positivi sui sintomi della sindrome premestruale e in particolare nel trattamento della mastodinia (dolore alla mammella) premestruale.
Studi recenti hanno documentato che oltre alla mastodinia, anche altri sintomi premestruali di carattere motorio e psicologico sono influenzati favorevolmente dai principi attivi contenuti nei frutti dell’agnocasto.
agnocastoInoltre, l’agnocasto si è dimostrato benefico nelle donne che soffrono di disturbi del ciclo mestruale (mestruazioni ravvicinate oppure lunghi periodi senza mestruazioni).

I frutti di agnocasto sono tradizionalmente noti per il loro supposto effetto anafrodisiaco sull’uomo, tanto da essere chiamati “pepe dei monaci” perchè pare che essi usassero questo rimedio per aiutarsi ad affrontare il voto di castità. In realtà più che un rimedio per l’uomo, l’agnocasto è un prezioso aiuto per la donna: è infatti dimostrato che esso, pur non contenendo ormoni femminili è in grado di riequilibrarne la secrezione. Numerosi studi clinici hanno evidenziato che esso risulta particolarmente utile per combattere i sintomi che si manifestano in menopausa o in molte donne prima del ciclo mestruale.

E’ tradizionalmente utilizzato come coadiuvante per i disturbi collegati alla menopausa e i disturbi premestruali: vampate, ritenzione idrica, irritabilità, ansia, insonnia, gonfiore addominale. Contiene olio essenziale (pinene e cineolo), flavonoidi, iridoidi, steroidi, sesquiterpeni e composti polifenolici.

Ingredienti: Acqua, alcool, Agnocasto (Vitex agnus-castus) frutti 20%, miele.

Modo Uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

separatore_grigio
LES – gemmoderivati monopianta

les
Gli estratti LES sono prodotti tramite la macerazione di gemme, giovani getti e radicelle di alberi e arbusti in una soluzione gliceralcolica; l’estratto ottenuto è la tintura base della gemma ad una gradazione alcolica pari al 60% che viene successivamente diluita in rapporto 1:10 con acqua, alcool e glicerolo.
Forza Vitale ha applicato le pratiche spagyriche alla lavorazione dei gemmoderivati, ottenendo un preparato che contiene tutto lo spettro fitochimico dei tessuti embrionali vegetali utilizzati, e un’intensa attività vibrazionale aggiunta dalla circolazione del preparato.
Tutti gli estratti LES sono prodotti da tessuti embrionali vegetali freschi, che vengono immersi entro 12 ore dalla raccolta nella soluzione gliceralcolica; è utile ricordare che studi indipendenti hanno comprovato che che l’utilizzo di tessuti vegetali congelati, diminuisce per più del 20% la potenza fitochimìca dell’estratto.

La linea LES utilizza circa 30 delle milioni di specie di alberi, arbusti e piante presenti sul pianeta, e il nostro impegno è quello di colmare la mancanza di conoscenza ed inserire nel catalogo altri estratti che contengano tesori fitochimici utili a stimolare la disintossicazione e la rigenerazione cellulare. L’intera varietà della flora è un dono incredibile e la rivelazione dei misteri ci ispira ad apprezzare il miracolo della vita e della natura.

p089_0_20_02I principi fitochimici
La concentrazione dei prìncipi fitochimici nelle gemme è molto intensa in quanto il tessuto si trova in uno stato di moltiplicazione cellulare che ne influenza l’intensità energetica e la vitalità. Nella fase di crescita, i tessuti come le gemme e i giovani getti, contengono alte dosi di minerali, vitamine, enzimi, antiossidanti, nonché una grande quantità di informazioni genetiche utili per la formazioni della pianta e diversi ormoni tra cui:
L’Auxina: un ormone vegetale ad azione fetale che stimola la cresdta e la resistenza alle malattie;
Le Gibberelline: un gruppo di ormoni che stimolano la sintesi delle proteine RNA e che hanno un’azione curativa e anti-infimmatoria nella pianta.

Similmente agli animali, le piante hanno un sistema ormonale che aiuta la regolazione delle loro attività fisiologiche e agisce nel mantenimento dell’omeostasi. Generalmente gli ormoni delle piante sono suddivisi in 5 grandi categorie: auxine, citochine, gibberelline, acido abscissico ed etilene. E utile ricordare che gli ormoni della cresdta si trovano solo nelle gemme e negli altri tessuti meristematici e non nella pianta adulta.

I LES sono prodotti complementari alle terapie allopatiche, omeopatiche e fitoterapiche tradizionali in quanto agiscono sulla stimolazione del sistema cellulare favorendo la depurazione dell’organismo e l’interazione tra le componenti fitochimiche degli estratti delle cellule staminali vegetali e il sistema neuroimmunologico umano. La disintossicazione o meglio depurazione è il frutto della stimolazione dell’organismo, l’eccitazione dei tessuti e l’eliminazione delle tossine da parte degli ormoni della crescita. La depurazione può essere ricondotta al trattamento dei disturbi della Forza Vitale dell’organismo.

p089_0_20_03Gemme e depurazione
I LES correggono la funzione dell’organismo stimolando l’eliminazione delle tossine tramite l’attività che gli ormoni contenuti nei tessuti embrionali esercitano sulle cellule degli organi emuntori.

La funzionalità del sistema depurativo è legato al benessere di organi dediti all’eliminazione delle scorie metaboliche: Fegato, Cistifellea, Reni, Colon, Pelle, Polmoni, nonché di altri sistemi e organi che non hanno una spiccata funzione di eliminazione delle scorie ma il cui benessere è fondamentale per un’ottimale depurazione; Sistema linfatico, Sistema nervoso e Cuore.

Per comprendere a pieno le potenzialità dei LES è necessario analizzare la scienza che è alla base delle cellule staminali e le loro proprietà autorigenerative.

Le cellule staminali sono cellule primarie indìfferenziate capaci di riprodursi nell’organismo da sole e diventare qualsiasi tipo di cellula organo; questo avviene tramite la suddivisione mitotica delle cellule, un processo in cui la cellula duplica i propri cromosomi e genera due cellule identiche con un’equa distribuzione dei componenti cellulari.

Questa proprietà di differenziazione cellulare rappresenta un potenziale illimitato dì risorse curative. Un prodotto che può stimolare la moltiplicazione e la differenziazione delle cellule staminali può riparare qualsiasi tipo di tessuto specifico e di organo in fase di sviluppo.

Le cellule staminali (cellule indifferenziate capaci di dividersi e differenziarsi in una cellula tipo di cui un particolare organo ha bisogno) sono presenti in molti organismi multi-cellulari tra cui gli esseri umani, gli animali e le piante.
La fitochimica e i processi cellulari coinvolti nell’utilizzo dei gemmoderivati sono:
1. Stimolazione delle cellule PGH che causano l’eccitazione tessutale e l’eliminazione delle tossine;
2. Fito-antiossidanti che diminuiscono il livello di ROS (Reactive Oxygen Species) inducendo una diminuzione del danno ossidativo;
3. La sintesi enzimatica chelante blocca i metalli nel le sostanze escrezionali del corpo;
4. La gemmoterapia regola l’apoptosi ossia la frammentazione del DNA per indurre la morte delle cellule displastiche e infette (per esempio di virus o batteri), proteggendo l’organismo da invasioni infettive e cancerogene. La chelazione dei metalli tossici dalle cellule ristabilizza la funzionalità del sistema di apoptosi.
5. Dopo la normalizzazione di questi processi, i gemmoderivati hanno una forte attività di stimolazione della rigenerazione del benessere delle cellule e dei tessuti e favorendo la funzione dell’organo.

Questa fine orchestrazione della natura e i suoi sinergismi derivano solo dalla somminìstrazione di tessuti embrionali come quelli utilizzati nei LES Forza Vitale. Le cellule staminali vegetali hanno un grande potenziale aggiunto rispetto alle cellule staminali umane in quanto contengono antiossidanti, ormoni vegetali della crescita minerali, vitamine, etc, che contribuiscono all’attivazione dei processi depurativi.

p089_0_20_04Estratti di cellule meristematiche
Un meristema è un tessuto di pianta che consiste in una cellula indifferenziata che rimane giovane sempre e si dìvide durante la crescita della pianta, Le cellule meristematiche sono le cellule staminali del mondo vegetale, e si trovano nelle gemme, giovani getti e radici crescenti delle piante; esistono due tipi di meristemi. Il meristema primario si divide in meristema radicale della radice e meristema apicale del germoglio. Questi servono per lo sviluppo longitudinale della pianta. Le cellule staminali apicali sono precursori di tutte le cellule che costituiranno i rami, le foglie e i fiori. Le cellule meristematiche radicali sono la risorsa per tutte le cellule delle radici primarie e secondarie.

Una delle caratteristiche peculiari delle cellule totipotenti vegetali è che rimangono attive per tutta la vita della pianta, a differenza di quelle animali che sono tali solo nello stato embrionale. Tuttavia la capacità della pianta di produrre un infinito numero di cellule staminali può avere un aspetto negativo in quanto un una crescita incontrollata delle cellule può provocare una situazione simile al cancro; pertanto un coretto bilanciamento nel numero delle cellule staminali è fondamentale per il benessere della pianta.

La regolazione del meccanismo per il raggiungimento e il matenimento di questo stato di equilibrio coinvolge gli ormoni stimolanti della crescita e diversì fattori genetici che ne regoleranno la stimolazione; un utile esempio è quello dell’ormone citochina he non produrrà il suo effetto di crescita nei tessuti salvo che il gene Wuschel sia attivo. Questo meccanismo di regolazione gene-ormone è utile anche per spiegare come un ormone può produrre diversi effetti in diversi tessuti. I tessuti meristematici primari danno vita al tessuto fondamentale detto protoderma, che dà origine all’epidermide e al procambio, che si sviluppa nel tessuto vascolare. I tessuti meristematici secondari (detti anche “laterali”) servono per l’accrescimento in diametro della pianta e sono caratterizzati da cellule chiamate cambio vascolare e cambio del sughero. I meristemì secondari derivano da cellule già adulte e differenziate che riacquistano la capacità di dividersi, Se stimolate, anche le cellule adulte possono tornare a dividersi, come nei processi di cicatrizzazione.

La maggior parte degli estratti di piante officinali contengono la somma deì principi fitochimici e non si può pensare di ridurre ad uno specifico componente attivo la funzionalità dell’estratto. Gli estratti LES sono adattivi nei confronti del loro ambiente e sono cellule indufferenziate finchè intergiscono con l’ambiente per differenziarsi. L’effetto sinergico delle cellule staminali vegetali e degli ormoni vegetali della stimolazione della crescita sono fondamentali per un effetto di depurazione che i singoli principi non riuscirebbero ad attuare singolarmente.
Intero spettro fitochimico
La pianta con tutto il suo spettro di principi fitochimlci lavora su un piano olistico nel trattamento del paziente per via delle sinergie rafforzative che si creano tra i diversi costituenti.
Forza Vitale ha applicato 15 anni di esperienza e dedizione alla qualità per interpretare come le singole piante interagiscono e quali siano i metodi di analisi per ottenere un quadro bìoterapeutico individuale efficace. Oltre ai principi fltochimici, le gemme sono un concentrato di energia vitale e di informazioni genetiche sulla pianta futura e contengono potenzialmente tutte le proprietà che la pianta avrà nella fase di maturità.

Cosa ricordare per un corretto uso dei LES
a. Tutte le proprietà fin qui elencate si trovano nei meristemi, cellule analoghe per funzione alle cellule staminali animali.
b. In quanto cellule indifferenziate, le cellule meristematiche sono capaci di continuare la divisione cellulare e produrre cellule tipo. Queste due proprietà permettono alla pianta di espandere le proprie dimensioni e iniziare nuovi organismi; inoltre le cellule meristematiche sono responsabili della generazione della struttura base dì un nuovo corpo di pianta.
c. I Meristemi sono classificati a seconda della loro localizzazione nel corpo della pianta: meristemi radicali della radice e meristemi apicali, laterali (cambio vascolare e cambio del sughero) e intercalari (regioni staminali tra il punto in culle foglie si attaccano al corpo pianta e alla base delle foglie).
d. Alcuni dei costituenti fitochimici principali contengono allo stato meristematico ormoni di piante, aminoacidi, flavonoidi, vitamìne, minerali e oligoelementi.
e. Tutte le cellule meristematiche sono adattive alloro ambiente ossia il corpo le utilizzerà per quello per cui necessitano.
f. Gli ormoni delle piante, cosi come gli ormoni del corpo umano si comportano come messaggeri tra due cellule; gli ormoni vegetali sono segnali molecolari prodotti in un locazione specifica per iniziare un’attività in una cellula target posto in un’altra locazione specifica diversa dalla prima.
g. Gli ormoni sono coinvolti nell’intero spettro di crescita della pianta, dallo sviluppo, alla differen ziazione, alla crescita delle cellule e dei tessuti, alla germinazione del seme; lo saranno anche nei processi di fioritura, di emissione del frutto e della stessa morte della pianta.
h. L’azione dei singoli ormoni, nella pianta, è determinata dai livelli di concentrazione degli ormoni stessi, dallo stato di sviluppo della pianta e dalla relazione con altri livelli ormonali.

separatore_grigio

p089_0_22_01

thumb_les-ribes-nigrum_-_copiaLES RIBES NIGRUM 50 ml
Prezzo: € 12,00

pulsante_acquista2

Utile per favorire il fisiologico benessere delle mucose e delle alte vie respiratorie.

Ingredienti Acqua, alcool, glicerolo, macerato di Ribes nigrum (Ribes nero) gemme 10%, miele.

separatore_biancoAssumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.
L’ interesse per questo arbusto appartenente alla Famiglia delle Saxifragaceae è legato alle proprietà terapeutiche delle sue gemme, che contengono principi in grado di stimolare la corteccia surrenalica a rilasciare sostanze ad azione antinfiammatoria e antiallergica molto spiccata, comportandosi quasi come un cortisonico naturale (effetto cortison-like), senza avere però lo stesso profilo di tossicità.

separatore_grigio

p089_0_23_01

thumb_les-sequoia-gigantea_1LES SEQUOIA GIGANTEA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere della prostata
Prezzo: € 12,00

pulsante_acquista2

Ingredienti: acqua, alcool, glicerolo, macerato di Sequoia (Sequoia gigantea) giovani getti 10%, miele.

Modo d’uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno, prima dei pasti.

I giovani getti di Sequoia gigantea possiedono un’azione principalmente rivolta al sistema nervoso centrale, alla prostata, all’utero e all’apparato scheletrico. Possiedono una eccellente azione anti-senescenza, energetica, tonica e stimolante generale. Nel soggetto anziano induce euforia e un recupero delle forse in casi di neuroastenia, agendo sia sul terreno fisico che psichico.

separatore_bianco

L’azione di manifesta in modo particolare sulla prostata adenomatosa e sull’utero fibromatoso.

Sinergie
Alnus glutinosa (involuzione senile), Betula pubescens (andropausa), Pinus montana
(osteoporosi), Vaccinium vitis idaea (osteoporosi).

separatore_grigio

p089_0_27_01

thumb_les-crataegus-oxyacanthaLES CRATAEGUS OXYACANTHA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del cuore e dei vasi arteriosi.
Prezzo: € 12,00

pulsante_acquista2

Ingredienti: Acqua, alcool, glicerolo, macerato di Crataegus oxyacantha (Biancospino) giovani getti 10%, miele.

Modo Uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

Esclusi i casi di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti, e l’interazione con altri farmaci che vanno ad agire a livello cardiaco, il biancospino risulta ben tollerato e quasi privo di effetti collaterali (alle dosi consigliate).

separatore_grigio
p089_0_27_04Proprietà terapeutiche del Biancospino

Azione cardiovascolare
Il Biancospino possiede una spiccata affinità nei confronti del cuore, legata soprattutto ai flavonoidi e ai proantocianidoli.
Provoca una vasodilatazione dei vasi sanguigni addominali e soprattutto di quelli coronarici che portano il sangue al cuore, dovuta a rilasciamento delle fibrocellule muscolari della parete dei vasi sanguigni, con aumento del flusso sanguigno in queste zone del corpo. Riduce la frequenza cardiaca in modo sensibile e potenzia l’azione della digitale sul cuore. Inoltre i flavonoidi causano un dilatazione dei vasi sanguigni, che provoca una diminuzione della pressione arteriosa. E’ quindi utilissimo nell’angina pectoris, nelle nevrosi cardiache, negli stati di ipereccitabilità con aritmie e nell’ipertensione arteriosa, specie se di origine nervosa.
Recentemente sono stati fatti alcuni studi clinici su pazienti con scompenso cardiaco moderato e/o con ipertensione arteriosa, che hanno dimostrato che l’estratto secco titolato di biancospino può ridurre efficacemente la frequenza cardiaca, il gonfiore alle caviglie e la pressione arteriosa, evidenziando anche un’azione di potenziamento della forza contrattile del cuore e una notevole riduzione dei sintomi di cui soffrono queste persone, senza la comparsa di alcun effetto collaterale.

separatore_bianco
p089_0_27_05Azione sedativa
Ha anche una discreta azione sedativa a livello centrale, utile soprattutto nei pazienti molto nervosi, nei quali riduce l’emotività, lo stato di tensione e migliora il sonno.
Essa sembra dovuta soprattutto ai tannini e ai flavonoidi presenti in questa pianta, poichè è stato dimostrato che essi provocano sedazione e potenziano il sonno indotto dai barbiturici, anche se non è chiaro il meccanismo d’azione responsabile di questi effetti a livello del sistema nervoso centrale.

Azione antiradicalica
Assai interessante è la sua capacità di intrappolare i radicali liberi, grazie alla quale riduce fortemente l’ossidazione delle LDL, che sono le molecole di colesterolo che tendono a depositarsi nella parete dei vasi sanguigni dopo essere state ossidate. In questo modo ostacola uno degli eventi fondamentali per la formazione delle placche aterosclerotiche nei vasi sanguigni.

separatore_grigio

p288_0_24_02

thumb_les-ficus-caricaLES FICUS CARICA 50 ml gocce
Utile per favorire la normale secrezione gastroduodenale.
Prezzo: € 12,00

pulsante_acquista2

separatore_bianco

Ingredienti: Acqua, alcool, glicerolo, macerato di Ficus carica (Fico) gemme 10%, miele.

Modo Uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

Il macerato del Ficus carica è utile nelle manifestazioni psicosomatiche che si riflettono a livello gastrointestinale, soprattutto se sono correlate ad acidità di stomaco, gastriti, ulcere duodenali, disfagie; inoltre favorisce la cicatrizzazione dell’ulcera e contribuisce a regolarizzare la secrezione del succo gastrico.

xpyjqdQuesto rimedio gemmoterapico diminuendo la produzione di gastrina, l’ormone presente nella mucosa gastrica, responsabile della secrezione dell’acido cloridrico, è un efficace antinfiammatorio e antispasmodico per lo stomaco, ed è l’ideale per combattere la gastrite e il gonfiore.
Le sue gemme possiedono infatti, un tropismo elettivo per le mucose digestive dello stomaco e del duodeno, agendo probabilmente come regolatrici dell’asse cortico-diencefalico. Vengono perciò impiegate nelle turbe della motilità e della secrezione gastroduodenale in modo ambivalente: le gemme di Ficus Carica riducono la pirosi e la dipsepsia nelle gastriti e nelle ulcere duodenali, ma sono altrettanto utili in pazienti con ipotrofia della mucosa e achilia gastrica in virtù delle sue proprietà enzimatiche.

Il gemmoderivato del fico: la sua assunzione
La Ficus carica in gemmoderivato va utilizzata a cicli di due mesi nei periodi più critici per questo disturbo, che in genere sono la primavera e l’autunno; in questo modo si hanno periodi di benessere piuttosto lunghi, che si possono prolungare ripetendo periodicamente il ciclo.?Il trattamento col Ficus può essere iniziato in qualunque momento e l’assunzione va ripetuta due o tre volte l’anno.
Come tutti i gemmoderivati non ha alcuna controindicazione né effetti collaterali per sovradosaggio o sul lungo termine. Va assunto 2 volte al giorno 40 gocce, sciolte in mezzo bicchiere d’acqua prima dei pasti principali.

separatore_grigio

p089_0_27_010

thumb_les-linfa-di-betullaLES LINFA DI BETULLA gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema circolatorio.
Prezzo: € 12,00

pulsante_acquista2

Ingredienti Acqua, alcool, glicerolo, macerato di Betula verrucosa (Betula verrucosa) linfa 10%, miele.

Modo Uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

separatore_biancoLa Linfa di Betulla, raccolta in primavera praticando dei fori nel tronco o nei rami dell’albero, è apprezzata per le sue note proprietà drenanti e depurative.

In Russia e in Siberia, la betulla è considerata un’importante pianta medicinale, soprattutto per le artriti. La linfa di betulla svolge una molteplicità di azioni che è difficile riassumere.

p089_0_27_013La linfa di Betulla è apprezzata da secoli per le sue eccellenti proprietà. Svolge molteplici azioni nel rimediare ad inconvenienti anche gravi.

Nella ritenzione dei liquidi é nota la sua portentosa azione, infatti l’eliminazione di acidi urici, aiuta a rigenerare l’organismo, oltreché ad attivare le funzioni renali.

Aiuta l’organismo nell’attenuare gli inestetismi della cellulite, ha eccellenti virtù depurative associate all’esigenza della perdita di peso ne fanno un ottimo coadiuvante quando vi sia la volontà di dimagrire.

Utile anche nel regolare la pressione arteriosa in forma iper. L’azione della linfa di Betulla é particolarmente apprezzata nelle degenerazione osteoarticolari, con conseguenti dolori anche muscolari. Contiene equilibrate componenti quali calcio, magnesio, potassio, fosforo, manganese.

La linfa di Betulla viene estratta nei giorni del disgelo quando l’albero si risveglia, in primavera. L’estrazione dura mediamente 10 giorni, al massimo 15 giorni, infatti, solo la prima linfa che l’albero mette in moto é quella utile per l’uso umano, da bere; ricca di sostanze valide allo scopo.

La linfa di Betulla non solo è un efficace depurativo naturale per l’eliminazione degli acidi urici e le tossine ferme nei tessuti, ma indubbiamente eccellente per ritrovare una forma e un senso di benessere naturale.

separatore_grigio

erboristeria-arcobaleno-schio-benessere-antistress-rosmarinusLES ROSMARINUS OFFICINALIS gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere delle vie biliari
Prezzo: € 12,00

pulsante_acquista2

separatore_bianco

Ingredienti Acqua, alcool, glicerolo, macerato di Rosmarino officinalis (Rosmarino) giovani getti 10%, miele.

Modo Uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-rosmarinoIl rosmarino è sempre stato una delle piante più amate, fin dai tempi antichi. Ricco di virtù terapeutiche, si rivela ancor oggi di grande utilità per numerosi disturbi.

Il rosmarino è un ottimo tonico generale; esercita sull’organismo un’azione stimolante e fortificante. Agisce efficacemente negli stati di astenia, cioè in condizioni di affaticamento fisico e mentale. E’ quindi indicato nei periodi di superlavoro o dopo una lunga malattia. Queste sue proprietà ne fanno un rimedio molto adatto anche per bambini e ragazzi.

Agisce come antispastico e antidolorifico.
È antisettico, antiparassitario e antibatterico e svolge un’efficace azione preventiva anche in caso di malattie infettive.
È un valido antinfiammatorio.
Al Rosmarino sono inoltre riconosciute notevoli proprietà antiossidanti e antimutagene, dovute in particolare alla presenza dell’acido rosmarinico.

Apparato gastrointestinale
Gli effetti dei principi attivi del Rosmarino sono particolarmente evidenti a livello gastrico e intestinale: la pianta possiede spiccate proprietà digestive, aromatiche e carminative che favoriscono l’espulsione dei gas intestinali. Risulta quindi un efficace rimedio per tutti quei disturbi legati a scompensi digestivi, anche in caso di flatulenza. È indicato inoltre nel reflusso esofageo, quando cioè si verifica un passaggio di succo gastrico acido, o anche di bile, nell’esofago.
È un ottimo tonico anche per le persone anziane, stimolante dell’appetito; il suo utilizzo favorisce una buona risposta anche in caso di atonia gastrica.
Agisce come eutrofizzante intestinale, migliorando lo stato di salute generale dell’apparato; stimola la peristalsi e al tempo stesso calma gli spasmi della muscolatura liscia. Questa azione antispastica è attribuita in particolare all’attività del borneolo, un principio attivo contenuto nell’olio essenziale.
Per la sua azione vermifuga, viene utilizzato anche nel trattamento contro gli ascaridi, un tipo di parassiti dell’intestino.

Apparato locomotore
Il Rosmarino consente di ottenere buoni risultati nel trattamento delle affezioni reumatiche e muscolari, anche in caso di distorsioni, negli stati di ipotonia muscolare in generale e nelle forme di gotta.
Sistema nervoso

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-rosmarinoÈ un valido tonificante nervino: è indicato in caso di tensione nervosa e nelle forme depressive, anche associate a stati di debilitazione.
Si utilizza inoltre nel trattamento di cefalee, emicranie, oppure per nevralgie. È consigliato per lenire i dolori causati dalla sciatica, come comunemente viene chiamata l’infiammazione del nervo sciatico.

Apparato urinario: La sua azione stimolante agisce anche sulle vie urinarie: favorisce la diuresi ed è quindi indicato in caso di insufficienza renale.

Fegato / pancreas
Il Rosmarino svolge una benefica azione sulla ghiandola epatica: è coleretico, colagogo e colecistocinetico, stimola cioè la funzionalità del fegato e l’escrezione della bile. Grazie a queste proprietà si utilizza con efficacia nelle patologie del fegato e della colecisti in generale.
La sua azione antispastica e, allo stesso tempo, stimolante sulla cistifellea, lo rende indicato nelle dispepsie biliari, in presenza o assenza di calcoli.
È indicato anche in caso di discinesia, ossia un’alterata motilità delle via biliari e nell’insufficienza vescicolare.

Altre proprietà e indicazioni
Grazie alla sua azione purificante, normalizzante della secrezione sebacea, risulta un ottimo rimedio per i capelli grassi.

Viene impiegato anche nelle cure contro la calvizie prematura, per l’attività stimolante sui follicoli dei capelli.
Il Rosmarino è in grado di esercitare un’efficace azione deodorante e antisettica che lo rende largamente utilizzato anche per l’igiene orale.

Note. A livello industriale, si fa uso del Rosmarino nella preparazione di dentifrici e collutori, per la sua azione rinforzante sulle gengive.

separatore_bianco

Controindicazioni, effetti secondari, avvertenze.
La pianta non risulta tossica, se assunta alle dosi terapeutiche consigliate. Un abuso determina invece effetti pericolosi sull’organismo: sono possibili disturbi gastrointestinali e alle vie urinarie; può anche risultare convulsivante e causare insonnia se utilizzata nelle ore serali.

Il rosmarino è controindicato in caso di accertata ipersensibilità individuale ai componenti. Se ne sconsiglia l’uso anche in gravidanza, a causa della sua azione stimolante a livello uterino.

separatore_grigio

p089_0_27_019

thumb_les-rubus-idaeusLES RUBUS IDAEUS gocce 50 ml
Utile per favorire il fisiologico benessere del sistema riproduttivo femminile.
Prezzo: € 12,00

pulsante_acquista2

Ingredienti: Acqua, alcool, glicerolo, macerato di Rubus idaeus (Lampone) giovani getti 10%, miele.

Modo Uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

p089_0_27_022Il gemmoderivato di lampone è un prodotto erboristico che trova larga applicazione nei disturbi genitali femminili, grazie alle sue proprietà riequilibranti la sfera sessuale della donna.

Il macerato glicerico di Rubus idaeus agisce sull’apparato genitale femminile.

E’ infatti un regolatore dell’asse ipotalamo-ipofiso-gonadico e della secrezione ovarica, che trova impiego in tutte le disendocrinie della sfera sessuale della donna e in ogni necessità di regolarizzazione del ciclo mestruale: dalla sindrome premestruale (con tensione mammaria, ansia, nervosismo, ritenzione idrica, acne ecc.) alla dismenorrea (ovvero le mestruazioni dolorose; qui il gemmoderivato di lampone è spesso eccezionale, per la sua capacità di calmare gli spasmi uterini), dalla ridotta fertilità all’amenorrea (ossia la mancanza di mestruazioni, compresi i ritardi puberali del menarca) e alle irregolarità del ciclo mestruale, dalle cisti ovariche, all’ovaio policistico, ai fibromi, nonché in climaterio e menopausa.

Alle dosi usuali, il gemmoderivato di lampone è un rimedio fitoterapico senza effetti indesiderati, né interazioni.

separatore_grigio

erboristeria-arcobaleno-schio-benessere-antistress-tilia-tomentosa-gocceLES TILIA TOMENTOSA gocce 50 ml
Favorisce il fisiologico benessere del sistema neurovegetativo
Prezzo: € 12,00

pulsante_acquista2

separatore_bianco

Ingredienti: Acqua, alcool, glicerolo, macerato di Tilia tomentosa (Tiglio) gemme 10%, miele.

Modo Uso: assumere 25 gocce 3 volte al giorno, salvo diversa indicazione del medico.

erboristeria-schio-arcobaleno-benessere-antistress-tiliaIl gemmoderivato di tiglio (Tilia tomentosa) è un valido presidio naturale da tenere a portata di mano. Grazie alle sue proprietà, il tiglio riduce dolcemente ansia, nervosismo, tensione, insonnia e anche le relative manifestazioni fisiche, come le palpitazioni.

Sono molte le piante usate in fitoterapia ed erboristeria per apportare calma e serenità. Una delle più note e impiegate è il tiglio.

Il tiglio gemmoderivato, grazie alle sue proprietà detensive e rilassanti, è un utile ed efficace rimedio naturale in caso di ansia, nervosismo, inquietudine, apprensione e in ogni situazione di stress.

La sua azione si esplica anche nei confronti delle diverse manifestazioni somatiche dell’ansia, come ad esempio le ricadute che questa ha sull’apparato cardiovascolare, quali extrasistoli, palpitazioni e ipertensione lieve su base nervosa, e dell’insonnia. Va precisato che il miglioramento della qualità del sonno non è dovuto a effetti ipnoinducenti, che il gemmoderivato di tiglio non ha, bensì proprio alla sua capacità di mitigazione dell’ansia.

La posologia standard del gemmoderivato di tiglio è di 30-50 gocce in due dita d’acqua, 2-3 volte al giorno, a stomaco vuoto. Le gocce vanno trattenute sotto la lingua per un minuto circa, allo scopo di consentirne l’assorbimento già in bocca, a livello della mucosa sublinguale.

Il gemmoderivato di tiglio è un rimedio naturale dolce e sicuro, senza controindicazioni né effetti collaterali.

(fonte: www.lucaavoledo.it)

 

Le informazioni riportate in questa pagina sono solo a scopo informativo. L’unica finalità è quella di mantenere il valore e la natura della rete: la facile reperibilità di informazione.
Le informazioni sui principi attivi dei singoli componenti dei prodotti e sui prodotti stessi, desunte tutte da un’ampia sitografia presente in rete, e dai siti delle ditte fornitrici, non intendono trattare, curare alcuna malattia o patologia. Queste potrebbero, inoltre, riportare errori e/o omissioni. Pertanto ogni utilizzo improprio è a proprio rischio e pericolo. Si ricorda, altresì, che gli integratori alimentari non sono prodotti curativi e pertanto non possono vantare alcuna proprietà terapeutica. Le indicazioni, presenti sul sito, fanno riferimento all’impiego per il sostegno dell’organismo in periodi particolarmente difficili.
Tutte le informazioni di questa pagina, oltre al sito ufficiale della ditta Forza Vitale, sono tratti dal testo AA.VV., Compendio Spagyrico, Forza Vitale, Corato, Bari, 2010.

separatore_grigio