MAITAKE (GRIFOLA FRONDOSA), nell’obesità e nel diabete

Nell’ambito della micoterapia uno dei rimedi più importanti è rappresentato dal Maitake (il cui vero nome e’ Grifola frondosa). Si tratta di uno dei funghi a più alta biodisponibilità se assunto per via orale.

Grifola-frondosa-Maitake

Di tutti i funghi utilizzati in Giappone per la prevenzione e il supporto al trattamento farmacologico nell’ambito oncologico il maitake è quello con maggiore azione a livello di sindrome metabolica e di prevenzione di alcuni tumori al seno si tratta di un fungo particolarmente ricco di minerali di vitamine e gli aminoacidi e contiene alcuni betaglucani in grado di stimolare notevolmente il sistema immunitario.

Tra gli aminoacidi più rappresentativi troviamo acido glutammico e acido aspartico nonché arginina e valina. Tra le vitamine troviamo soprattutto alcune vitamine del gruppo B tra cui la B1, la B2 e la B3.

Assumere questo fungo nel corso di un trattamento chemioterapico può rappresentare un intelligente strategia di supporto perché è in grado di incrementare il funzionamento e le percentuali di successo del trattamento farmacologico. Pare sia inoltre comune assistere contemporaneamente ad una notevole riduzione degli effetti collaterali delle chemioterapie, come per esempio perdita di appetito, nausea e stanchezza. Di particolare pregio è l’azione antidiabetica del Maitake che spiegherebbe la sua azione preventiva dai danni degli zuccheri e favorirebbe la riduzione del peso corporeo.

Nei soggetti in sovrappeso gli studi in vitro hanno altresì evidenziato una sua azione nei malati di HIV (AIDS) in conseguenza della sua potente azione immunostimolante sul sistema immunitario. Il fungo maitake sarebbe infatti in grado di aumentare in modo sostanziale l’aumento dei linfociti CD4+.

E’ stata anche dimostrata una sua potenziale azione protettiva a livello cardiovascolare in caso di pressione arteriosa elevata. Il fungo Maitake (insieme ad altri rimedi naturali) può rappresentare uno dei migliori integratori per ridurre l’ipertensione e interferire favorevolmente anche con la riduzione del colesterolo grazie alla sua azione preventiva dal diabete, ed è in grado di migliorare tutti i quadri di steatosi epatica (fegato grasso) e può essere particolarmente utile in alcune malattie tumorali al fegato.

La Grifola frondosa rappresenta un integratore naturale di grande efficacia e praticamente privo di effetti collaterali e controindicazioni significative. Il fungo maitake, insieme allo shiitake e al reishi, è forse uno dei più famosi funghi utilizzati in Oriente nella micoterapia e, a differenza del reishi (ganoderma lucidum) che è utilissimo anche per la prevenzione della demenza per la sua azione antiinfiammatoria, potrebbe aiutare a ritardare il declino cognitivo grazie all’eccellente controllo dei danni degli zuccheri. Gli studi non sono conclusivi e occorre cautela come sempre, ma la ricerca continua.

Fonte: www.vladimirocolombi.it

VLADIMIRO COLOMBI
Vladimiro Colombi è ritenuto uno dei maggiori esperti in naturopatia. Le sue conoscenze estremamente aggiornate si basano sui più recenti e rivoluzionari studi che hanno analizzato la relazione tra l’alimentazione e i veri meccanismi del metabolismo umano.

Nessun commento ancora

Lascia un commento