Il Tea Tree Oil (ovvero l’olio di Malaleuca) proviena dall’Australia, terra ricca di flora e fauna. E’ conosciuto fin dai tempi più antichi come: “il guaritore più versatile in natura”. 

tea-tree10

L’olio estratto si contraddistingue per il suo odore penetrante, forte e rinfrescante, a cui si deve gran parte del beneficio. E’ un potente antibatterico, antisettico e antimicotico. Il Tea Tree Oil contiene esattamente ben 48 principi attivi, di cui i più importanti sono il Terpinene e il Cineolo. Oggi la scienza ha riconosciuto le effettive proprietà benefiche e curative della Melaleuca.

E’ l’unico olio essenziale (insieme alla Lavanda) che può essere usato puro direttamente sulla pelle, non avendo quindi bisogno di essere prima diluito in altre sostanze come gli oli base. 
Per la cura della pelle il Tea Tree ha una lunga serie di proprietà benefiche: ha proprietà antisettiche, funghicide e antivirali, ed è perciò indicato in tutte le cure dermatologiche ed in particolar modo la dove c’è bisogno di disinfettare.

 



Per esempio in caso di Acne, il 
Tea Tree svolge un ruolo fondamentale: per prima cosa si può utilizzare direttamente sui punti colpiti dall’infiammazione della pelle, massaggiandolo delicatamente; in questo modo faciliteremo e soprattutto velocizzeremo il processo che secca le “bollicine”; per evitare che la pelle secchi in maniera eccessiva potrà essere utile usare un crema neutra nutriente alla quale si potranno aggiungere alcune gocce di Tea Tree Oil.

Il Tea Tree è utile anche in tutti i casi di eruzioni cutanee con bolle laddove queste rappresentano un processo infiammatorio, e la sua azione si rivela particolarmente efficace e voloce sia perchè è altamente disinfettante, sia perchè si può usare puro.

Uno studio in laboratorio ha valutato la frequenza dell’insorgenza di ceppi di Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis ed Enterococcus faecalis resistenti all’olio di melaleuca e/o alla rifampicina. La frequenza di insorgenza di resistenza nei confronti dell’olio di melaleuca era molto bassa per lo Staphylococcus aureus (<10(-9). Risultati simili si notavano anche per gli altri due batteri qui studiati. La frequenza di insorgenza di resistenza per la rifampicina era di 10(-8) per i ceppi di Staphylococcus aureus.Lo studio indica che i principali ceppi di Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis ed Enterococcus faecalis divengono molto raramente resistenti all’olio di melaleuca.

Hammer K.A. et al. La frequenza della comparsa di resistenza verso la rifampicina o l’olio di melaleuca in alcuni tipi di batteri (Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis ed Enterococcus faecalis). Int J Antimicrob Agents. 2008 Jun 18. [Epub ahead of print].

separatore_bianco

L’isolamento dell’Australia dal resto dei continenti ha permesso l’evoluzione di moltissime specie di flora e di fauna caratteristiche, e diverse da quelle esistenti nel resto del pianeta. Alcune di queste, come la Melaleuca alternifolia, sono risultate particolarmente proficue per l’uomo fin dai tempi più remoti. Gli aborigeni della tribù Bundjalung definiscono questa pianta come “il guaritore più versatile della Natura” e fin dai tempi antichi hanno utilizzato il suo estratto, l’olio di Melaleuca, e ne hanno trasmesso la conoscenza fino ai nostri giorni, quando la scienza ne ha dimostrato le numerose proprietà benefiche. Il Tea tree oil è un olio essenziale che si estrae dalla Melaleuca, detta anche Albero del the. La droga è costituita dalle foglie di Melaleuca alternifolia Cheel (fam. Myrtaceae), albero che cresce solo in una limitata area paludosa, lungo la costa nord del Nuovo Galles del sud, in Australia.


Il curioso nome di Albero del the (Tea Tree) gli è stato attribuito poiché lo scopritore dell’Australia, James Cook, imparò a preparare, imitando le usanze locali, un the rinfrescante con le foglie di quest’albero.
Da allora questo nome è rimasto, e anche i nuovi abitanti dell’Australia hanno imparato ad utilizzare le foglie di Melaleuca, per trarne tutte le benefiche virtù che gli aborigeni conoscevano da tantissimi anni.


Dalle foglie si estrae un olio essenziale, dal fortissimo odore e dal sapore assai intenso e caratteristico, cui si devono le proprietà che a questa pianta vengono attribuite.

L’olio essenziale di Melaleuca è un potente antisettico, antimicotico, antibatterico e antivirale, dalle proprietà fortemente deodoranti, conservanti, e leggermente anestetiche.

Il Tea tree oil 
contiene ben 48 composti organici, numero che spiega le sue numerose proprietà, ma le sostanze più significative per la sua attività salutare sono due in particolare: il Terpinene e il Cineolo; esse devono essere presenti nel prodotto finito in percentuali ben precise, percentuali che evidenziano la qualità dell’olio essenziale.


Fra i principi attivi presenti vengono controllate soprattutto le concentrazioni del terpinolo-4 e del 1,8-cineolo, che, per una buona attività terapeutica ed una bassissima attività irritativa a livello della pelle e delle mucose, devovo essere rispettivamente del 40% e del 5%.

L’olio è ben tollerato anche se applicato puro su piccole zone della cute, anche se è preferibile usarlo inizialmente in forma diluita, per poi passare successivamente a concentrazioni maggiori una volta verificata la tollerabilità individuale. In genere è consigliabile usare per via esterna concentrazioni tra il 2 e il 15%

Il governo australiano ha infatti stabilito per legge che, per essere classificato come Tea tree oil, l’olio di Melaleuca deve contenere oltre il 30% di Terpinene e meno del 15% di Cineolo (poiché esso sarebbe irritante se presente a concentrazioni maggiori, rispettando l’equilibrio che troviamo in natura.

All’olio essenziale di tea tree è stata attribuita una attività antimicrobica ad ampio spettro atta a neutralizzare batteri, funghi e persino virus,. È stata evidenziata, inoltre, anche un’azione immunostimolante ed antinfiammatoria. 

Cerchiamo ora di capire come sfruttare al meglio le numerose proprietà di questa meravigliosa sostanza che la Natura ci mette a disposizione.
Innanzi tutto bisogna stabilire se usare l’olio essenziale puro, o se è il caso di diluirlo in liquidi o in creme o pomate: diciamo subito che la scelta quasi sempre dipende dalla sede di applicazione.

Pur essendo il Tea tree oil non irritante, alcune volte è necessaria una diluizione per applicazioni in sedi particolarmente delicate, come ad esempio le mucose; oppure semplicemente non è necessario, per la buona riuscita di un trattamento, utilizzare l’olio puro.

Viste le sue numerose proprietà, l’olio essenziale di Melaleuca trova indicazione in caso di dermatiti, prurito, lievi ustioni, eritema solare, micosi della pelle e delle unghie, psoriasi, foruncolosi e acne, herpes, piede d’atleta, porri e verruche, forfora, infiammazioni delle gengive e della mucosa della bocca, afte, faringiti, tonsilliti; è anche un ottimo coadiuvante per problemi ginecologici. In particolare l’olio essenziale puro è indicato per problemi gengivali, come ad esempio per toccature locali in caso di afte, ma anche per herpes labiale che, se usato con tempestività ai primi sintomi, riesce a bloccare evitando le fastidiose e antiestetiche vescicole.

Anche in caso di micosi della pelle, come il piede d’atleta, ma soprattutto delle unghie, l’olio di Melaleuca si rivela veramente efficace, purché l’applicazione locale venga effettuata con costanza quotidiana e per un tempo sufficientemente lungo. Sempre puro il Tea tre oil è ottimo per le punture di insetti, per piccole ustioni, di cui elimina rapidamente il dolore e spesso evita la comparsa della bolla.

Sotto forma di lozione, con una concentrazione del 15%, il Tea tree oil è utile in caso di infezioni vaginali, sia per lavaggi esterni, sia per lavande interne, nella misura di un cc (un ml) per quarto di litro d’acqua; la stessa lozione è adatta anche per l‘igiene della bocca e dei denti, quando ci siano infiammazioni delle gengive, arrossamenti della gola ecc., utilizzando 15-20 gocce in mezzo bicchiere d’acqua per sciacqui e gargarismi.

La lozione può essere utilizzata anche per massaggi locali antireumatici, ma anche in caso di tosse spalmandola pura sul petto e sulla schiena.

Sotto forma di crema al 5% è di grande aiuto in caso di eritemi solari o da pannolino, prurito, infiammazione della pelle, irritazione delle mani o dei piedi, anche per eccessiva sudorazione, della quale contrasta il cattivo odore (sia nelle mani che nei piedi).

Invece, creme e lozioni detergenti a concentrazione più alta, circa il 20%, sono più indicate per combattere l’acne, che contrastano efficacemente portando in breve alla sua scomparsa, poiché contribuiscono ad eliminare i batteri responsabili della formazione di brufoli e bubboni.

IN BOTANICA è definito “Tea Tree Oil” l’olio essenziale ottenuto dalla distillazione delle foglie della Melaleuca Alternifolia, la pianta officinale che cresce sulla costa orientale dell’Australia.

Le virtù di questo albero sono ben conosciute dagli aborigeni che, da secoli, utilizzano le foglie per curare le ferite e le infezioni cutanee.

IN CAMPO MEDICO, fonti ufficiali attribuiscono all’olio essenziale di Tea Tree eccellenti proprietà antimicotiche, antisettiche e antibatteriche. I primi studi, che risalgono agli anni ’20, hanno constatato l’alto potere di quest’olio nel contrastare le infezioni (proprietà antisettica). 

Durante gli anni ’30, l’uso del Tea Tree Oil è stato scientificamente riconosciuto e prescritto per curare piorrea, gengiviti, infezioni rinofaringee e ginecologiche, infezioni da miceti e la paronichia. 

Dopo la fine della guerra, l’uso del Tea Tree Oil ha subito un rallentamento a causa della somministrazione degli antibiotici e degli altri farmaci di sintesi.

separatore_bianco

Nei primi anni ’60, con la riscoperta della medicina tradizionale e la preferenza ai prodotti naturali, il Tea Tree Oil ha conosciuto una “seconda giovinezza” e, dall’inizio degli anni ’70 fino ad oggi, numerose ricerche scientifiche, in particolare negli Stati Uniti, Australia e Francia, hanno dimostrato definitivamente le sue grandi proprietà.

In principio gli aborigeni si recavano a fare bagni curativi nelle lagune circondate da foreste di Melaleuca, dove le foglie dell’albero cadevano copiose negli anni rendendone balsamiche le acque, poi fu il momento del “Tea Tree” per l’uso succedaneo che ne facevano i marinai inglesi approdati in Australia, per poter mantenere la tradizione britannica del tea delle cinque.

Pianta dal mercato altalenante, la cui coltivazione ha subito un pesante declino con l’avvento degli antibiotici, Melaleuca alternifolia gode da alcuni decenni una diffusione globale, a seguito del quale l’olio essenziale che se ne ottiene è divenuto ingrediente quasi ubiquitario, buono per tutte le stagioni.

Attualmente infatti il Tea Tree Oil è utilizzato copiosamente dal dentifricio allo shampoo, dai prodotti curativi a quelli cosmetici, nelle formulazioni industriali ed in quelle estemporanee.

Nel 2006 alcuni microbiologi australiani hanno fatto il punto della situazione sulle proprietà e sugli usi dell’olio di Melaleuca alternifolia ed hanno condensato le loro impressioni sulla prestigiosa Clinical Microbiology Reviews (nel ranking delle riviste scientifiche di microbiologia è quarta su circa 90 riviste).

La scelta ovviamente non è casuale, dato che il grosso delle attività ascritte al Tea Tree Oil riguardano l’azione antibatterica ed antifungina.

separatore_bianco

Efficacia
. L’olio ha un’azione comparabile a quella di antibatterici, antibiotici ed antimicotici di origine farmaceutica in diversi casi (ma non tutti, sempre e comunque), con riscontri effettuati sia in vitro che in vivo, che in trials clinici su pazienti reali. Va detto che alcuni di questi trials sono stati condotti su un numero di pazienti limitato, mentre altri sono più solidi.

In funzione della dose l’azione può essere sia batteriostatica che battericida (in alcuni casi già allo 0,1-1%) e lo spettro d’azione include anche organismi che abbiano sviluppato resistenza ad antibiotici o antibatterici. Riguardo all’induzione di resistenza, tutti i saggi effettuati hanno dato indicazioni positive: Staphylococcus aureus e Candida albicans non sono in grado di sviluppare resistenza al TTO (questo in larga parte a causa del meccanismo d’azione).

Le azioni nei confronti di virus e protozoi sono ancora abbastanza limitate e frammentarie. Non tutti gli impieghi pratici, in situazioni reali, si sono dimostrati altrettanto efficaci come quelli simulati in laboratorio e possono essere necessari accorgimenti specifici in termini di dosaggio per ottenere buoni risultati o possono esistere nicchie in cui la risposta del TTO non è pienamente sufficente.

Nello specifico:
 nel trattamento dell’acne TTO al 5% è comparabile al bemzoil perossido, ma con un migliore quadro in termini di effetti collaterali ed accettazione da parte del paziente. Nel trattamento del piede d’alteta (Tinea pedis) i risultati migliori sono stati conseguiti con Tea Tree Oil al 25% in etanolo e glicole polietilenico. Uno shampoo contenente il 5% di olio ha dato riscontri positivi nel trattamento della forfora moderata.

La cura di infezioni tradizionalmente ostiche come le onicomicosi ha dato alcuni risultati positivi ed in generale la sua efficacia risulta quantomeno confrontabile con quella dei trattamenti convenzionali.

Uno studio in laboratorio ha valutato la frequenza dell’insorgenza di ceppi di Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis ed Enterococcus faecalis resistenti all’olio di melaleuca e/o alla rifampicina. La frequenza di insorgenza di resistenza nei confronti dell’olio di melaleuca era molto bassa per lo Staphylococcus aureus (<10(-9). Risultati simili si notavano anche per gli altri due batteri qui studiati. La frequenza di insorgenza di resistenza per la rifampicina era di 10(-8) per i ceppi di Staphylococcus aureus.

Lo studio indica che i principali ceppi di Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis ed Enterococcus faecalis divengono molto raramente resistenti all’olio di melaleuca.
Hammer K.A. et al. La frequenza della comparsa di resistenza verso la rifampicina o l’olio di melaleuca in alcuni tipi di batteri (Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis ed Enterococcus faecalis). Int J Antimicrob Agents. 2008 Jun 18. [Epub ahead of print].

separatore_bianco

TEA TREE è in grado di contrastare molteplici disturbi: 

Rinite, sinusite, raffreddore
Spalmare l’olio direttamente sotto le narici più volte al giorno

Mal di gola
L’olio essenziale di tea tree ha proprietà antinfiammatorie ed antivirali. La sua azione espettorante può essere utile per ridurre il muco provocato da bronchite od infezioni dell’apparato respiratorio. Per le infezioni della bocca o della gola si consiglia di eseguire degli sciacqui con 4-5 gocce di tea tree in un bicchiere di acqua, mescolando bene, oppure prediluire in 20 gocce di propoli o in un po’ di miele.

Stomatite aftosa e candidosi del cavo orale
Il tea tree combatte molte infezioni della mucosa orale, tra cui le afte e micosi in genere.
Per le infezioni della bocca o della gola si consiglia di eseguire degli sciacqui con 4-5 gocce di tea tree in un bicchiere di acqua, mescolando bene, oppure prediluire in 20 gocce di propoli o in un po’ di miele.

separatore_bianco

 

Ascesso dentario
Applicare poche gocce direttamente sull’ascesso 3 volte al giorno.

In caso di eczema e problemi della pelle, acne
Le proprietà disinfettanti dell’essenza possono curare anche le dermatiti, l’herpes, tagli e piaghe infette. Le proprietà battericide rendono l’olio essenziale di tea tree un ottimo rimedio per i vari tipi di acne. Diluire sempre l’olio essenziale al momento dell’uso.

Verruche, porri e duroni 
Applicare 2 gocce e massaggiare 3 volte al giorno.

Pidocchi 
Aggiungere 15-20 gocce ad un cucchiaio di olio di oliva, lasciare in applicazione sui capelli per 1 ora, quindi fare lo shampoo (indicato lo shampoo al Tea Tree Oil).

 

 

Micosi (inclusa micosi interdigitale e ungueale). L’essenza è un eccellente funghicida efficace nella cura della Tinea cruris. In questi casi si consiglia di eseguire le applicazioni dell’olio essenziale di tea tree concentrato, due-tre volte al giorno, massaggiando accuratamente per permettere una diffusione e una concentrazione dell’olio efficace a livello tissutale.

Punture di insetti. Applicare subito poche gocce e massaggiare

Parassiti degli animali. Le proprietà parassiticide dell’olio essenziale di tea tree possono aiutare ad eliminare eventuali parassiti presenti nel pelo degli animali (diluire).

Forfora e dermatite seborroica del cuoio capelluto. Le proprietà disinfettanti e seboregolarizzanti dell’essenza possono giovare in caso di dermatite e problemi del cuoio capelluto. Si possono effettuare frizioni per combattere la forfora ed il prurito o aggiungere l’olio essenziale allo shampoo ( 3 gocce di tea tree per una dose di shampoo).

Crosta lattea.
 Aggiungere 5-6 gocce di Tea Tree Oil ad un po’ di olio di oliva, applicare sul cuoio capelluto e massaggiare. Tenere lontano dagli occhi.

Sistema Nervoso.
 Anche se utilizzato prevalentemente per disturbi fisici, il Tea Tree agisce anche tonificando il sistema nervoso in caso di stanchezza, fatica mentale, inerzia, tendenza alla depressione, specie in soggetti con difese organiche indebolite e con una depressione immunologica.

Infezioni e micosi vaginali. Si consiglia l’uso dell’olio essenziale diluito (per lavande vaginali 5 gocce in 250 ml di acqua bollita) o l’utilizzo di ovuli di gelatina preconfezionati.   (Fonte: erbeofficinali.org)

 


IL TEA TREE OIL VIVIDUS viene estratto da piante di Melaleuca Alternifolia, coltivate senza pesticidi e fertilizzanti chimici nel loro habitat naturale.

La speciale tecnica di distillazione “delicata”, senza uso di solventi, permette di estrarre un olio dal profilo organolettico eccellente, con un contenuto di Terpinene-4-ol (il principio attivo più efficace) superiore al 38% e una quantità di Cineolo (la sostanza che risulta irritante per la mucosa) inferiore al 4%.

UNA GRANDE INNOVAZIONE, introdotta da Vividus, riguarda lo standard qualitativo dei prodotti a base di Tea Tree Oil.

Esercitando il costante controllo dell’intero processo produttivo, Vividus può garantire l’autenticità e la purezza del proprio olio di Tea Tree.
Intervenendo direttamente sulla formulazione e composizione dei prodotti, Vividus rispetta le normative europee e dedica quindi la propria linea al mercato in questione.

Avvertenze: non assumere in gravidanza, non deve mai essere usato puro per ingestione.