NONI (Morinda Citrifolia): dalla POLINESIA il miracolo della natura

L’albero Morinda Citrifolia sta provocando entusiasmo nel mondo dell’industria del benessere naturale. La Morinda Citrifolia, conosciuta nelle Isole del Sud Pacifico come Noni, è ritenuto una delle più grandi scoperte degli ultimi decenni nel campo delle cure naturali. Negli USA, Germania, Australia, Olanda, Sud America e in tanti altri paesi viene utilizzata nei moderni protocolli medici alternativi e non, in una vastissima gamma di problemi di salute, nonché nell’alimentazione quotidiana. 

banner_nonivital

La pianta di Noni, veniva e viene utilizzata dalle popolazioni del Sud Pacifico sia come alimento sia come ricostituente, grazie alle sue qualità, genuinità e benefici. Tra le enormi varietà vegetali, la pianta di Noni, è ritenuta la madre di tutte le piante; per oltre 2000 anni i polinesiani l’hanno utilizzata per nutrirsi e creato rimedi efficaci contro centinaia di malattie guadagnandosi il titolo di pianta sacra. Dai secoli dei miracoli nel mondo naturale alle accurate indagini nei laboratori scientifici, il Noni ha prodotto risultati incredibili. Contiene vitamine, minerali, oligoelementi, enzimi, alcaloidi benefici, co-fattori e steroli di piante che si presentano ed appaiono in modo naturale. Inoltre, le foglie e le radici del Noni contengono l’intero spettro degli aminoacidi rendendo tutti i prodotti che ne derivano una perfetta e completa fonte proteica. Contiene anche l’alcaloide xeronina e il suo enzima necessario che è la proxeronase.

Gli effetti benefici sono dati dalla sinergia di tutti questi potenti ingredienti naturali che lavorano insieme tra loro come un’ orchestra perfetta ed in armonia. Nessuno sa esattamente perché il Noni offre tantissimi benefici in materia di salute. Il punto focale da ricordare è che il Noni funziona. Ugualmente importante è l’approfondita ricerca scientifica che ne conferma l’efficacia e la sicurezza.

Possiede un’ampia varietà di proprietà medicinali che scaturiscono dalle diverse componenti della pianta. 
Produce effetti unici antidolorifici ed antinfiammatori.
Regola la funzione cellulare e la rigenerazione cellulare delle cellule danneggiate.
Poiché il Noni sembra operare a livello cellulare di base, è utile per una grande varietà di condizioni.
Elimina e lotta contro molti tipi di batteri, come E. Coli.
Stimola la produzione delle cellule T nel sistema immunitario (le cellule T svolgono un ruolo chiave nello sconfiggere ed annientare le malattie).
Inibisce la crescita dei tumori cancerosi. Il damnacanthale, un composto trovato nella Morinda Citrifolia fu scoperto per inibire la funzione precancerosa.
Genera proprietà adattogeniche.
Stimola ed intensifica il sistema immunitario, compresi i macrofagi e componenti linfocitari vitali dei leucociti e dei meccanismi di difesa naturale del corpo.

Il Noni contiene due dei migliori antiossidanti – la vitamina C ed il selenio oltre alle altre sostanze che agiscono contro i radicali liberi irritanti ed infiammatori nel corpo, riducono l’infiammazione e diminuiscono il dolore notevolmente.
Fornisce composti di rafforzamento della salute come gli antiossidanti, i fitonutrienti ed i bioflavonoidi.

E’ importante far rilevare che alcuni dei costituenti attivi del Noni sono solubili quindi tendono ad essere eliminati tramite l’urina o la sudorazione.

Uno studio ha mostrato che i costituenti del frutto del Noni raggiungono la loro massima funzione curativa due ore dopo l’ingestione ed iniziano ad indebolirsi dopo quattro ore, eppure sono ancora attivi anche dopo 12 ore.

La somministrazione in capsule evita la “sofferenza” dell’ingerire un succo dal sapore sgradevole che può essere difficoltoso per i palati più delicati. La dose consigliata è di 2 capsule al giorno (800 mg) preferibilmente alla mattina prima della colazione. Gli effetti rispetto al succo sono leggermente più ritardati in quanto ci vuole più tempo per far si che tutti i principi attivi del Noni vengano sprigionati all’interno del nostro organismo.

 

, , , , ,

NONI: il benessere che arriva da lontano

Giovinezza, energia, buonumore: l’elisir di lunga vita è racchiuso nella pianta del Noni. Per rinforzare le difese e affrontare l’inverno con straordinario vigore.

noni

Il benessere arriva da lontano
Giovinezza, energia, buonumore: l’elisir di lunga vita è racchiuso nella pianta del Noni. Per rinforzare le difese e affrontare l’inverno con straordinario vigore

Da tempo provoca grande entusiasmo nell’industria del benessere naturale e il suo segreto è racchiuso in un frutto che arriva da molto lontano, dall’area del Pacifico meridionale. Si chiama Noni o, se preferite, Morinda Citrifolia. Per migliaia di anni i guaritori di quelle terre hanno fatto uso di foglie, radici, cortecce, fiori e frutti della “pianta sacra” per preparare rimedi efficaci a decine e decine di problemi di salute. In Occidente, le prime ricerche sui benefici che apporta questa pianta straordinaria risalgono agli anni ’50.

Oggi, la scienza è in grado di confermare ciò di cui la tradizione erboristica delle isole della Polinesia era già a conoscenza da migliaia di anni: il Noni è un dono della natura degno della nostra più grande attenzione.

Il Noni contiene oltre 150 nutrienti come vitamine, minerali, enzimi, oligoelementi e alcaloidi benefici, oltre all’intero spettro degli aminoacidi che rende tutti i prodotti che ne derivano una completa fonte proteica. Per questo, è considerato uno dei migliori integratori alimentari reperibili sul mercato internazionale.

Il suo funzionamento passa attraverso l’attivazione della xeronina, una sostanza prodotta naturalmente al nostro interno che fornisce una struttura alle proteine, processo essenziale per la vita, e stimola la ghiandola pineale, responsabile di numerose funzioni dell’organismo e di due dei principali ormoni del sistema nervoso: Serotonina e Melatonina.

La xeronina assume dunque un ruolo fondamentale affinché tutte le cellule del corpo funzionino correttamente, consentendo alle proteine di eseguire i loro compiti.

I benefici che il Noni apporta sono davvero importanti: rinforza il sistema immunitario, attiva gli “ormoni del benessere”, allevia il dolore nelle sue varie manifestazioni, migliora la qualità del sonno, regola la pressione arteriosa, incrementa l’energia fisica e la lucidità mentale, riduce stress e affaticamento. Non solo: rigenera le cellule e fornisce al nostro corpo gli antiossidanti utili per combattere l’invecchiamento e i radicali liberi. E’ infine utile al raggiungimento di una migliore forma fisica, perché drena i liquidi in eccesso.

Insomma, il Noni è un ottimo tonico per il corpo e per la mente: una fonte di giovinezza, benessere e buonumore tutta naturale. Attenzione però: non è una medicina e non guarisce. Semplicemente, nutre l’organismo affinché possa difendersi da solo, donandogli tante sostanze preziose per la sua salute. Il tutto, in armonia con i suoi ritmi fisiologici.

Il succo di Noni fermentato è una vera innovazione: un prodotto di qualità superiore, puro al 100%, non rigenerato da polveri e senza l’aggiunta di acqua. E’ ottenuto da frutti che nascono e crescono in coltivazioni biologiche accuratamente selezionate nelle zone pantropicali, in terreni non contaminati e dove il clima è più adatto per garantire la loro prosperità.

Dai frutti di Noni fermentati naturalmente in grandi cisterne esposte alla luce solare diretta per ben 8 settimane, si ricava un succo denso, dall’aroma intenso.
Il processo di fermentazione consente al succo di autopreservarsi senza l’aggiunta di conservanti, ne migliora le caratteristiche organolettiche e permette di evitare il dannoso processo di pastorizzazione, che rischierebbe di deteriorare i principi attivi

Il succo Di NONI fermentato accentua tre fondamentali attività: 
• combatte i radicali liberi
• stimola il benessere psicofisica
• potenzia il sistema immunitaria

Questo prezioso succo è un vero elisir di benessere psicofisico. Viene custodito in una bottiglia ambrata e schermante, che preserva integro il prodotto, al riparo dalla luce solare.

 

 

, , , , , , ,

10 Ottimi Motivi per bere Ogni Giorno Aloe Vera

Ogni foglia di Aloe è una vera miniera di composti nutritivi con una variegata presenza di Vitamine, Minerali, Mono e Polisaccaridi, Aminoacidi ed Enzimi. Tutte queste sostanze nutritive compensano, nel nostro organismo, la carenza dovuta alla scarsità di risorse nutrizionali all’interno dei prodotti alimentari che acquistiamo ogni giorno.

aloe vera

Con i sistemi di coltivazione odierni come pesticidi e OGM, e la raccolta prematura per farli arrivare sugli scaffali dei supermercati con l’aspetto di prodotto appena raccolto, non consentono alla frutta e verdura di completare il loro ciclo di vita biologico, pertanto la presenza di sostanze nutritive essenziali all’uomo non può essere garantita.

10 BUONI MOTIVI PER BERE OGNI GIORNO ALOE VERA:

1) Aiuta l’intestino pigro, migliora la regolarità intestinale e riduce il bruciore di stomaco quando ci sono problemi di cattiva digestione.

2) Aiuta l’organismo a difendersi, fornisce un supporto naturale con i sali minerali come Zinco, Magnesio e Ferro.

3) Contiene la dose giornaliera di minerali importanti per il nostro organismo come Calcio, Sodio, Potassio, Cromo, Manganese, Rame, Zinco e tanti altri stimolando i processi enzimatici per garantire un buon equilibrio organico.

4) Integra l’apporto giornaliero di Vitamine quali A, B1, B2, B12, C ed E, per soddisfare e compensare la loro carenza dovuta ad una dieta non equilibrata.

5) Contiene Aminoacidi e numerosi Enzimi, molto utili per i processi di rinnovamento cellulare e per la sintesi delle Proteine.

6) E’ un depurativo e facilita l’eliminazione delle scorie tossiche, sonnolenza e stanchezza spesso sono i primi sintomi di sostanze indesiderate che non riusciamo ad espellere, aloe vera è utile per riequilibrare in modo naturale l’organismo.

7) Ripara la Pelle, con le sue proprietà rigenerative in virtù del Fitocomplesso ricco di mucillagini, Minerali, Vitamine e Aminoacidi.

8) Ha proprietà anti-infiammatorie, l’aloe vera contiene 12 sostanze naturali che hanno dimostrato di poter combattere le infiammazioni autonomamente. Aiuta anche le Articolazioni e la mobilità Muscolare.

9) Procura un’azione lenitiva per piccole scottature, tagli, graffi e irritazioni della pelle.

10) Assicura igiene e salute dentale, con l’azione anti-infiammatoria è molto utile a chi soffre di gonfiori continui alle gengive;

ALOE VERA è utile a chiunque voglia sentirsi bene e in piena forma Ogni Giorno, per una migliore qualità della propria vita.

, , ,

Alga Klamath

Volevamo qualcosa di incontaminato, di puro…ma che fosse allo stesso tempo ricco e che portasse in sé tutte le forze degli elementi della natura…. terra, acqua, sole.. . L’abbiamo trovato nel lago Klamath, in Oregon, nel nord degli Stati Uniti, collocato all’interno di uno straordinario scenario naturale protetto.

klamath supercibo

Le alghe verdi azzurre che crescono nel Lago Klamath, in Oregon, si arricchiscono della incredibile varietà di minerali di origine vulcanica trasportati dalle acque purissime di sorgente che giungono al lago. L’inquinamento là non esiste, come nemmeno l’uso di pesticidi e di qualsiasi altro composto chimico. Il sole favorisce la crescita e lo sviluppo di microalghe assolutamente uniche, prima di tutto perché ancora raccolte nel loro ambiente naturale.

La composizione di questi semplici microrganismi è straordinaria; le sostanze nutritive sono bilanciate e perfettamente in sintonia con ciò di cui il nostro organismo ha bisogno: oltre 30 minerali ed oligoelementi, 12 vitamine, tra le quali la C e la E in elevate quantità ed il gruppo B al completo, essenziale per la salute delle cellule nervose.

Inoltre l’alga Klamath contiene dal 60 al 65% di proteine nobili facilmente assimilabili, composte da tutti i 20 aminoacidi, oltre ad elevate quantità di aminoacidi liberi, ossia non legati tra loro a formare catene proteiche. Sono proprio questi ultimi i più importanti per noi perché fungono da precursori per la formazione dei peptidi cerebrali, i neuropeptidi, nutrimento essenziale per il nostro cervello.

Le condizioni climatiche, caratterizzate da inverni particolarmente rigidi, favoriscono, nella membrana cellulare di quest’alga, la sintesi di acidi grassi, in particolare Omega-3 e Omega-6. Anche questa proprietà contribuisce a rendere la Klamath un nutriente completo per la funzionalità del nostro sistema nervoso.

Non mancano gli antiossidanti, soprattutto il betacarotene, perfettamente assimilabile e potenziato da altri 14 carotenoidi che ne completano l’azione.

Recenti analisi hanno rivelato inoltre la presenza di un composto naturalmente prodotto dal cervello, la feniletilammina, con proprietà stimolanti ed antidepressive.

Tutto ciò rende l’alga Klamath un nutriente veramente straordinario, le cui funzioni terapeutiche sono difficilmente delimitabili. I benefici vanno dall’aumento dell’energia e della vitalità fisica e mentale alla diminuzione dello stress, del nervosismo, dell’ansia e dell’irritabilità.

Noi crediamo sia l’aiuto migliore che la natura ti possa offrire, in particolare ora. È ancora incontaminata e purissima…speriamo rimanga tale!

,

Reishi contro le allergie

E’ un esercito che diventa sempre più numeroso. Anno dopo anno. Complici il clima e lo stile di vita, la progressione della rinite allergica sembra inarrestabile, specie tra i giovani. Basti pensare che in Italia oltre il 30% dei casi riguarda i bambini.

Ganoderma_lucidum_1

“Negli ultimi 5 anni gli allergici sono aumentati del 5%”, conferma il professor Giorgio Walter Canonica, Direttore della Clinica di Malattie dell’apparato respiratorio e allergologia dell’Università degli studi di Genova, “e se questa curva di crescita si manterrà inalterata si può prevedere che, entro il 2020, un bambino italiano su due soffrirà di rinite allergica. Ma l’incremento delle allergie non riguarda solo i giovani. Il fenomeno interessa pure l’età più avanzata, anche persone di 70 anni”.

Questo basta a non sottovalutare il problema, anche perché influenza negativamente la qualità di vita. Starnuti, lacrimazione, naso chiuso, colpiscono sia di notte che di giorno e compromettono le attività all’aperto, il lavoro, la vita scolastica, lo sport e il sonno.

Per saperne di più
Per avere maggiori informazioni sulla rinite allergica, i pazienti hanno a disposizione il Vademecum REACT, scaricabile dal sito www.re-actine.it, ideato con l’intento di aiutare chi ne è affetto ad orientarsi nel mondo della patologia e della sua automedicazione responsabile. “Il Vademecum offre indicazioni utili per comprendere se i disturbi sono effettivamente riconducibili a un’allergia e aiuta il paziente nella scelta degli strumenti per affrontarla ricorrendo, quando ciò sia indicato, all’automedicazione responsabile.

IDENTIKIT DEL DISTURBO

➢ La rinite allergica si manifesta in seguito a un’infiammazione della mucosa nasale provocata dall’esposizione a una sostanza (pollini, peli e forfore di animali o gli acari della polvere, detti anche allergeni) nei cui confronti si è sviluppata una sensibilizzazione.

➢ La causa è un’alterata reattività del sistema immunitaro dell’organismo, che ha lo scopo di difenderci dall’aggressione da parte degli agenti esterni come virus e batteri, compito che svolge grazie alla produzione di anticorpi e all’azione di particolari cellule. Nei soggetti allergici si verifica una maggior produzione di un particolare tipo di anticorpi, le IgE, che riconoscono come “aggressori” sostanze assolutamente innocue (che cioè nelle persone non allergiche non determinano alcuna reazione). Si tratta di uno “sbilancio” TH1-TH2

➢ A causa del contatto con l’allergene, in pochi minuti si verifica una reazione cui segue una fase infiammatoria, che si manifesta alcune ore (4-8) dopo l’esposizione allo stimolo. I sintomi tipici comprendono:

– Starnuti = isolati o a salve
– Prurito = al naso, al palato, agli occhi
– Secrezione dal naso con produzione di un liquido fluido e incolore, simile all’acqua
– Naso tappato
– Tosse stizzosa
– Bruciore e arrossamento delle congiuntive
– Lacrimazione
– Borse sotto gli occhi
– Insonnia
– Stanchezza
– Irrequietezza
– Può essere inoltre presente anche difficoltà di respiro e asma

Per combattere efficacemente le allergie in modo naturale si suggerisce l’assunzione regolare di INNOCHI (spore di REISHI).
Le spore di REISHI sono tutte aperte al 98%. Il REISHI viene utilizzato in tutte le patologie infiammatorie di tipo allergico e per l´azione sinergica nelle terapie allopatiche, omeopatiche, fitoterapiche e micoterapiche, nelle quali agisce come amplificatore dell´efficacia terapeutica; pertanto è possibile utilizzare REISHI  in quasi tutte le patologie. Il ciclo medio è di mesi 3, diminuendo o sospendendo, poi, il trattamento secondo necessità. L´effetto è quasi immediato. Significativi miglioramenti si riscontrano dopo solo circa 5-6 giorni dall´assunzione. Si tratta di un fungo rarissimo che appartiene alla famiglia dei basidiomiceti, o polipori, venerato ed usato in oriente da oltre duemila anni e ritenuto di gran lunga più efficace del ginseng. Le tradizioni cinesi, sono legate ad esso ancor più che al ginseng, per il mantenimento della salute, dell’eterna giovinezza e del vigore giovanile.Veniva infatti denominato: “Il divino fungo dell’immortalità”
Le proprietà benefiche del Reishi derivano da 150 sostanze bioattive, quali gli acidi ganoderici (triterpeni), gli aminoacidi, adenosine, steroli, lipidi, alcaloidi, polisaccaridi di alto peso molecolare, vitamine e minerali e più precisamente: germanio organico, calcio, ferro e fosforo, e le vitamine C, D, B, incluso l’acido pantotenico, che è essenziale per la funzione nervosa.

Inoltre nel micelio di Reishi contiene:
Livello elevato di RNA che interrompe le malattie virali inducendo la produzione di interferone;
Acido oleico e Cyclooctasulfur che inibiscono il rilascio dell’istamina;
LZ-8, proteina immunomodulante che non interrompe la produzione dell’anticorpo.

L’azione del Reishi risulta essere molto efficiente potendo avere due effetti opposti sullo stesso tipo di cellule. Si è infatti osservato in prove di laboratorio, che le cellule di linfociti in condizioni di normalità o subattività venivano attivate dalla somministrazione di Reishi. Al contrario se venivano preventivamente attivate con del CoA, quindi in stato di sovrattività e sovrapproduzione, venivano attenuate e regolate dalla successiva somministrazione dello stesso estratto. Quindi il Reishi può potenziare il meccanismo di difesa, ma in fase di iperattività può ridurne l’esagerata risposta immunitaria.