Le sostanze naturali proprio perché costituite da più sostanze in grado di operare su più organismi e in maniera completa sul terreno su cui proliferano, tendono ad esser utili e a possedere un effetto più duraturo nel ristabilire le condizioni di equilibrio necessarie al nostro organismo ad evitare la proliferazione di agenti nocivi. Tra queste quella senza dubbio a maggior efficacia è l’olio essenziale di una pianta della Nuova Zelanda, il Leptospermum scoparium, noto nella lingua Maori come Manuka Oil.

Il Manuka ( Leptospermum scoparium ) è diffuso nell’area settentrionale della Nuova Zelanda e appartiene alla famiglia del Tea Tree, di cui fanno parte anche Cajeput, Niaouli e Kanuka. E’ un arbusto con piccole foglie a punta e fiori con petali biancastri, noto da secoli agli abitanti della Nuova Zelanda come pianta officinale e usata come rimedio in svariate situazioni. L’o.e. di Manuka si conobbe in Europa dopo la grande diffusione del Tea Tree, una essenza assai utile in Aromaterapia. Si ottiene per idrodistillazione di foglie e ramoscelli; olfattivamente l’o.e. di Manuka si può definire piacevolmente caldo, un po’ terroso, speziato ed erbaceo. Per distillare 1 litro di o.e. di Manuka servono 200 kg. Di foglie fresche.

AZIONE SUL PIANO FISICO
Si evidenzia una straordinaria efficacia germicida, che consente un notevole riscontro terapeutico in patologie ascrivibili a virus, batteri e funghi. L’o.e. di Manuka combatte gli agenti patogeni Stafilococchi e Streptococchi in modo più marcato rispetto al Tea Tree; abbinando i due o.e. si ottiene un antibiotico naturale a larghissimo spettro. Su pelle e mucose contrasta la sepsi ed è ben tollerato per applicazione pura! Ciò è dovuto al ridotto contenuto di cineolo ( inferiore allo 0,5 % ) che è il maggior responsabile della dermocausticità degli o.e.quando vengono usati puri, non diluiti in olio vegetale. La sua azione è rigenerante, stabilizzante e protettiva verso infezioni di batteri e funghi. Raccomandabile per acne, eczemi, irritazioni pruriginose, infiammazioni gengivali, le più comuni affezioni dell’apparato genitale femminile , è inoltre attivo in dolori reumatici, tendinei e muscolari, con la regressione del processo infiammatorio. La sua funzione antalgica viene ottimizzata impiegandolo assieme alla Lavanda.

L’aspetto importante della straordinarietà di Manuka rispetto agli altri o.e., è dovuto alla sua attività di competitore della iarulonidasi. Chiariamo meglio questo aspetto:la iarulonidasi è un enzima che si trova in forte concentrazione nei veleni di api, scorpioni e serpenti ed anche in vari microrganismi patogeni ( pneumococchi, streptococchi betaemolitici, bacilli della cancrena gassosa ). La iarulonidasi conferisce ai microrganismi grande capacità di penetrazione nei tessuti, condizionandone almeno in parte la virulenza. La sua attività è inibita da vari fattori, fra cui i farmaci antinfiammatori: l’o.e. di Manuka, per questo aspetto, si raccomanda nelle punture di insetti ( antalgico e antipomfo ). Le qualità cosmetiche del Manuka si riferiscono alla funzione rassodante, distensiva, antieritematosa della cute; diluito nello shampo esplica un azione antiforfora assai importante.

AZIONE SUL PIANO PSICHICO
Si comporta come riequilibrante, rinforza il sistema nervoso delle persone più sensibili: la sua importante azione si qualifica nel trattamento delle patologie con la componente psicosomatica evidenziata, in cui alto stress e conflitti interiori hanno particolare rilievo. Chiarificante, facilita la liberazione di energie contratte, predispone a nuove iniziative e alla comunicazione.

ARMONIA CON ALTRI O.E.: S’armonizza bene con Ylang Ylang, rosa, geranio e gli agrumi.

ELEMENTO DOMINANTE: Il Manuka contiene gli elementi Acqua, Terra, Fuoco e Aria.

CONCLUSIONI:
l’O.E. DI Manuka è uno straordinario ausilio per ogni problema di tipo infiammatorio, migliora la pelle, la rende più tonica, regola l’immunosistema, combatte con efficacia le comuni affezioni dell’apparato genitale femminile.

Alla luce dei test di laboratorio è efficace contro:
Batteri:
L’Olio di Manuka risulta più attivo dell’Olio di Melaleuca di 20-30 volte che a sua volta è più potente dell’Olio Essenziale di Pino.
Lieviti:
L’attività dell’Olio di Manuka contro la Candida albicans è simile a quella dell’Olio Essenziale di Pino è più potente rispetto a quella dell’Olio di Melaleuca.
Funghi:
L’Olio di Manuka, con una concentrazione minima attiva dello 0.625°/o, risulta più attivo dell’Olio di Melaleuca.

Tali dati valgono solo per l’Olio di Manuka del Capo Est della Nuova Zelanda commercializzato da RENACO. Essi dimostrano la superiorità dell’Olio di Manuka rispetto agli altri olii essenziali utilizzati normalmente come antimicrobici.

Esempi di utilizzo:
Olio da massaggio con funzione rinforzante immunitaria: 7 gtt di Manuka 7 gtt. di Kanuka 6 gtt. di Limone, in diluizione su 50 ml.
Inalazione – Raffreddore: 1 gtt. di Manuka, Cajeput e Tea Tree in 2 lt. D’acqua molto calda.
Nei primi giorni 2 inalazioni di 5 minuti, poi una la giorno.
Pediluvio x mal di gola: 1 gtt. di Manuka, Niaouli, Lavanda Fine in un cucchiaio di sale marino, in un catino riempito d’acqua a 40° che deve arrivare fin sopra le caviglie; due volte al giorno per 10 minuti.

 

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.