Semi di pompelmo: una valida alternativa ai più comuni antibatterici di origine chimica

Laboratori, Università ed Istituti di tutto il mondo hanno dimostrato, con studi e pubblicazioni, che l’Estratto di semi di Pompelmo possiede un ampio spettro germicida: antivirale, antibatterico, compresi Gram+ e Gram-, antimicotico ed antiparassitario.

L’efficacia dell’estratto di semi di pompelmo su batteri, virus, funghi e parassiti è stata dimostrata da numerosi studi clinici. Ciò che sorprende è oltre all’efficacia la rapidità d’azione, nel momento in cui i semi di pompelmo hanno reso inerme il microrganismo (100% batteriostasi), lo iodio, l’acido clorico e l’ossido d’argento sono ancora al 10%, 5% o ancor meno della loro azione.

Azione antibatterica: le innumerevoli pubblicazioni in seguito a studi clinici sia in vitro che in vivo dimostrano che l’estratto di semi di pompelmo si è dimostrato attivo contro oltre 800 ceppi di batteri. Considerando il problema della resistenza agli antibiotici da parte di un numero sempre maggiore di ceppi batterici l’estratto di semi di pomplemo potrebbe, in alcuni casi, rappresentare un’efficace alternativa agli antibiotici convenzionali, dato il suo vasto spettro d’azione, sia Gram+ che Gram-. Tutto senza intaccare la fisiologica flora batterica intestinale. L’ottima azione antibatterica dell’estratto di semi di pompelmo può essere sfruttata sia per uso interno che esterno, per esempio aggiunto ai saponi ed ai prodotti detergenti uccide i germi senza danneggiare la pelle e l’ambiente.

Azione antivirale: sono stati presi in considerazione anche i risultati ottenuti sull’efficacia nei confronti di ceppi virali . Attualmente gli studi effettuati dal Dr. Shannon presso la Divisione di Microbiologia-Virologia, Southern Research Institute, dimostrano che l’estratto di semi di pompelmo è in grado di inattivare l’HSV-1 (herpes simplex virus type 1), dopo un’esposizione di 10 minuti ad una diluizione pari a 1:256. Tale concentrazione è risultata ugualmente effi cace contro infl uenze indotte da virus quali A2/Aichi/2/68. Sono inoltre note testimonianze sulle capacità di curare i sintomi delle affezioni da virus influenzali. Oltre all’effettiva azione diretta su alcuni virus c’è da sottolineare l’attività antivirale indiretta data dalla selettività; cioè la capacità di non danneggiare la fisiologica flora batterica alleggeriscono il “lavoro” del sistema immunitario che mantiene così efficienza e prontezza nella risposta alle aggressioni virali.

Azione antimicotica: è da sottolineare l’efficacia dell’estratto contro oltre 100 ceppi di lieviti e muffe compresa la Candida albicans, responsabile di infezioni ricorrenti e recidivanti alle mucose e di affezioni sistemiche. In particolare, la candida vaginale è un’affezione molto frequente nel mondo occidentale ed è oramai certa la relazione fra essa e la candidosi sistemica; l’approccio convenzionale che prevede l’assunzione di antimicotici di sintesi non dà risultati soddisfacenti sia per i sempre più frequenti fenomeni di resistenza sia, e soprattutto, per l’azione depauperante verso i batteri fisiologici che crea il terreno “fertile” per continue recidive. L’estratto di semi di pompelmo grazie all’efficacia versa la candida unita alla selettività risulta essere il rimedio d’elezione per la candidosi vaginale e sistemica. Ora, anche in Italia, i successi in tal senso hanno interessato ed interessano migliaia di donne che, deluse dai risultati insoddisfacenti dei trattamenti “convenzionali”, hanno potuto riacquistare salute e benessere.

Azione antiparassitaria: l’efficacia contro infezioni da protozoi è stata dimostrata dalla Food and Drug Administration. Numerose sono inoltre le testimonianze sull’efficacia dell’estratto di semi di pompelmo nei confronti dei vermi intestinali, fra cui i diffusissimi ossiuri. L’attività antiparassitaria del GSE è rilevante anche per l’uso esterno; l’estratto si è dimostrato utilissimo nel contrastare, debellare, ma anche prevenire le infestazioni da parte dei pidocchi.

L’estratto di semi di pomplemo è innocuo perchè
• ha una LD (dose letale) di 5000 mg/kg di peso corporeo
• non interferisce con i farmaci
• non intacca significativamente la flora batterica intestinale

Infinite possibilità di applicazione
• CANDIDA (in tutte le sue forme ed evidenze: sistemica, vaginale, orale, etc.)
• SECCHEZZA VAGINALE
• CISTITE
• AFFEZIONI PROSTATICHE
• EMORROIDI
• VERMI INTESTINALI
• DISORDINI INTESTINALI (stitichezza, coliti, diarree episodiche, dolori addominali, etc.)
• DIARREE (virali, batteriche, etc.)
• METEORISMO, FERMENTAZIONI, GAS INTESTINALI
• INTOLLERANZE ALIMENTARI
• PROBLEMATICHE GASTRICHE (difficoltà digestive, infezioni da Helicobacter pylori, etc.)
• ULCERE E GASTRITI
• AFFEZIONI DELL’APPARATO RESPIRATORIO (raffreddori, sinusiti, tracheiti, bronchiti, etc.)
• OTITI
• CONGIUNTIVITI (batteriche, virali, allergiche, da agenti chimici o fi sici, blefariti, orzaioli, etc.)
• DETERSIONE DELLA PELLE
• ACNE (brufoli e punti neri)
• DERMATITI (eczemi, eritemi, piede d’atleta, ferite, piaghe, ustioni, etc.)
• MICOSI (della pelle, delle unghie, verruche, etc.)
• IGIENE ORALE
• HERPES LABIALE
• PIDOCCHI (infestazione e prevenzione dell’infestazione)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.